Jump to content
Sign in to follow this  
Djmitri

(ritorno) - Isole Kurili

Recommended Posts

brussiadd1.png/busadb2.png VS bchinawk0.png

 

BRIEFING (Uguale per entrambe le Squadre)

A. E’ IN CORSO UN’OPERAZIONE SEGRETA CONGIUNTA TRA USA E RUSSIA: UNA SQUADRA DI FORZE SPECIALI HA SOTTRATTO LE PROVE DI UN PROGETTO CINESE CHE RIVELEREBBE LE LORO INTENZIONI DI INSTALLARE UNA BASE NAVALE PRESSO UN’ISOLA DELL’ARCIPELAGO DELLE KURILI. ORA QUESTA SQUADRA E’ IN PERICOLO. UNA FUGA DI NOTIZIE HA ALLARMATO I CINESI I QUALI HANNO MANDATO UN DESTROYER CLASSE SOVREMENNYY E DUE SOTTOMARINI CLASSE KILO A FERMARE LE “SPIE”.

B. IL PIANO DI ESTRAZIONE E’ STATO MODIFICATO E PER ACCELERARE LE OPERAZIONI IL PUNTO DI RENDEZ-VOUS CON UN SOTTOMARINO CLASSE AKULA II E’ STATO SPOSTATO IN UNA ZONA VICINA ALL’INSTALLAZIONE CINESE, IN ACQUE PERICOLOSAMENTE BASSE.

C. I KILO SONO IN ROTTA DI INTERCETTAZIONE DEL SOTTOMARINO RUSSO PER IMPEDIRE LA FUGA DI NOTIZIE.

D. GLI USA HANNO MANDATO IN SOCCORSO UN P-3 ORION CHE DOVRA’ APRIRE LA STRADA ALL’AKULA

 

OBBIETTIVI

RUSSIA/USA

A. OBIETTIVO PRIMARIO: PORTARE IN SALVO LE FORZE SPECIALI A BORDO DELL’AKULA II E FUGGIRE VERSO SUD-OVEST AD UNA DISTANZA DI SICUREZZA DALL’ISOLA.

B. OBIETTIVO SECONDARIO: AFFONDARE I DUE KILO

 

 

CINA

A. OBIETTIVO PRIMARIO: IMPEDIRE CHE IL SOTTOMARINO CLASSE AKULA II SI ALLONTANI DALL’ISOLA PRIMA DELL’ARRIVO DEI RINFORZI. IL LORO ARRIVO E’ PREVISTO NON PRIMA DELLE 1830 ORA LOCALE.

B. OBIETTIVO SECONDARIO: AFFONDARE IL SOTTOMARINO CLASSE AKULA II

 

EQUIPAGGI

 

Star Fleet: RUSSIA/USA Tutti gli obiettivi completati

P-3 ORION:
Djmitri - Los Angeles
- 2 KILL (2 x KILO) - SURV

 

AKULA II:
Leon X - Palmuzz
- 0 KILL - SURV

 

Ultima Tule: CINA Nessun Obiettivo Completato

KILO 1:
Truffa - Schaitan
- 0 KILL - KIA

 

AKULA II:
Goldorak - Stefano74
- 0 KILL KIA

Share this post


Link to post
Share on other sites

Beh prima di tutto complimenti e onore al commandante del p-3 che dopo una ricerca estenuante ci ha sganciato un bel siluro sulla capoccia decretando la fine della nostra missione. :s03:

Un po' meno di complimenti e onore all'equipaggio del akula che per qualche strano motivo non si sono mai fatti vedere nel campo di gioco.

Chesso' forse erano interessati a trascorere una bella giornata in mare aperto scordandosi che avevano una missione da portare a termine. :s68:

Questa missione aldila' degli errori commesi deve servire come base per capire come non ci si comporta in una missione e spero che servira' per le future missioni.

Ritorno su un punto importante, il briefing.

Il briefing diceva chiaro e tondo che l'akula avrebbe preso una rotta sud ovest verso la goal line.

Le tattiche scelte da me e da umberto erano tese per questo obiettivo.

Intercettare l'akula ed impedire che oltrepassasse la goal line.

Ora io non pretendo che l'akula seguisse pedissequamente una rotta diritta dritta verso la goal line, potevano navigare a zig zag oppure potevano scegliere qualsiasi tipo di manovra pur di spostarsi verso sud-ovest.

Questa cosa e mancata, l'akula se ne e' andato a spasso per il mare dimenticandosi completamente della goal line e rendendo all'atto pratico la missione dei kilo completamente inutile.

Cioe' signori qui non cera la minima possibilita' non dico di intercettarvi ma neanche di rilevarvi.

La missione invece di essere 2 kilo contro akula + p-3 e' diventata a tutti gli effetti una missione 2 kilo contro p-3.

E quando l'obiettivo primario del sottomarino diventa l'abbattimento di un unita' aerea ce' qualcosa di profondamente sbagliato nella missione.

Federico mi diceva che le distanze erano state progettato appunto per consentire ai kilo la possibilita' di rilevare l'akula, ma se quest'ultimo rinuncia alla partita noi cosa possiamo fare ?

Alcuni mi dico che partono dal presupposto che i kilo debbano distruggere il p-3 prima di prendersela con l'akula, ma io dico che e' una cosa che non sta in piedi.

Il briefing era chiarissimo su questo punto : la missione primaria e secondaria dei kilo era l'akula.

Da nessuna parte si parla di un obiettivo che richiede l'abbattimento del p-3.

E pertanto era piu' che lecito scegliere delle tattiche che ignorassero la minaccia del p-3 contentrandoci invece sul akula.

Ma lui non si e' fatto vedere, e noi abbiamo dovuto giocare una partita contro il p-3. Riflette su questo punto signori.

E il fatto che nella missione all'andata una delle squadre si fosse comportata nello stesso identico modo non e' una scusante.

Se io avessi giocato quella missione e mi fossi accorto del comportamento sbagliato della mia squadra caspiterina l'avrei detto ad alta voce.

Non e' possibile fare una missione in cui una parte dei contendenti rifiuta il gioco.

 

Detto questo ritorno al debriefing :

 

allora mi trovo in una posizione di partenza leggermente a nord della goal line.

In pratica qualcosa come 15 nm.

E' presente un layer e quindi decidiamo di andare sotto il layer e spostarci in una posizione che ci consenta di tenere sotto controllo la parte sud della goal line.

Nel frattempo il kilo di umberto procede verso est.

Io intuisco che e' suicidario andare oltre la goal line perche' dall'altra parte ci sara' un campo di sonoboe pronte ad accorglierci a braccia aperte. :s03: e pertanto decidiamo di restare leggermente ad ovest della goal line.

Intanto vedo sopra e sotto il layer cerando di rilevare questo benedetto akula ma niente.

Sento solo pescherecci e qualche nave civile.

L'akula e' diventato un vascello fanatsma.

Stando sul posto la situazione si fa complicata perche' il p-3 incomincia a scandire anche la nostra zone, e sfortuna vuole (a meno che il commandante del p-3 non sapesse esattamente la nostra posizione) che una sonoboa ci venga sganciata letteralmente sopra la testa.

Niente da fare, ho due sonoboe a est che pingano e quella sopra di noi che pinga e' solo questione di attimi prima che un siluro ci venga incontro.

Puntualmente arriva il famigerato torpedo in the water e ci salviamo all'ultimo secondo.

Stefano lancia le contromisure 2 secondi prima che il siluro ci colpisca, noi cambiamo radicalmente di direzione e siamo momentaneamente salvi.

Stefano mi dice che e' tempo di abbattere il p-3 ed io seguo il suo consiglio e incomincio la risalita a quota periscopio.

Purtroppo sono a 300 metri e non voglio fare un emergency blow e questo ci e' stato fatale.

Eravamo ancora in ascesa quando il p-3 sgancia il secondo siluro e li purtroppo non ce' niente da fare.

Game over.

Edited by goldorak

Share this post


Link to post
Share on other sites

Partiamo a nord/ovest della goal line, andiamo a quota periscopio per cercare di linkare la nostra posizione all'altro kilo, restiamo così per 5 minuti, con tutti gli alberi fuori, ma non arrivano link, decidiamo allora di fare come al solito, ci diamo le coordinate e partiamo a tutta velocità verso sud/est... a 50% di batterie pensiamo che sia il caso di rallentare e di ininiziare le manovre di ascolto, rileviamo 3 pescherecci, sotto lo strato invece nulla... continuiamo verso sud, con vari cambi di rotta e profondità per almeno altri 3/4 d'ora, niente di niente, iniziamo a chiederci se l'akula non sia già sulla goal line, dato che noi siamo proprio sulla loro teorica rotta... comincio quindi ad ascoltare verso sud... ad un certo punto sentiamo alcuni ping provenienti da 3 sonoboe diverse... dopo 10 minuti siamo sul fondo...

 

 

 

 

Ragazzi, qui il discorso non è "il P3 andava abbattuto o no", il discorso è che si doveva dare la possibilità ai kilo di poter almeno rilevare l'akula...

Una rotta di evasione, a mio avviso, deve essere la più rapida e veloce possibile non un giro dell'oca dove si spreca un sacco di miglia per poi ritornare vicini al punto di partenza o comunque navigare in senso opposto; capisco che da regolamento non ci siano problemi, uno se vuole si circumnaviga anche l'isola in fianco oppure se ne va per un'altra stada ed è salvo ma li si hanno 2,30 ore di tempo, è un gioco e come tale deve essere interpretato, un percorso "obbligato" era stato creato per permettere a tutti ed 8 i giocatori di avere parte attiva nello scenario, con una tattica simile nemmeno la goal line aveva senso di esistere... Invece la parte attiva della missione è stata presa solamente da 2 giocatori, quelli sul P3; i 4 sul kilo non hanno potuto far nulla se non prendersi un siluro e gli altri 2 sull'akula sono andati palesemente "fuori rotta" disimpegnandosi totalmente dal game...

 

Con questo volevo solo cercare di spiegare quello che, per me, è DW, un gioco... lo scopo di un gioco è di divertire, se quello che contano sono solo gli obiettivi da raggiungere allora complimenti alla squadra avversaria, la tattica è stata senz'altro la migliore ma non so chi si sia realmente divertito, almeno di noi sui kilo senza avere mai nemmeno una banda di sub nemico sul sonar, ripeto: mi sta bene essere stato affondato dal P3 ma non mi sta bene non sentire nulla che assomigli ad un akula a 3/4 d'ora dalla fine della missione...

 

Mi è dispiacuto anche sentire con che spirito è stata accolta ieri sera la nostra critica, che non voleva essere un attacco nei confronti dell'altra squadra, ma un'osservazione pensata a far riflettere tutti i partecipanti...

 

 

Aggiungo anche che per me questa campagna è stata bellissima, ho potuto partecipare a tutte le missioni da ambo i lati, credo di aver imparato molte cose, specialmente sui mezzi che non sono solito usare ed anche mi sono fatto diverse idee di come contrastarli, sarò senz'altro disponibile ad un'eventuale 2° campagna da fare magari passata l'estate :s01:

Edited by Truffa

Share this post


Link to post
Share on other sites

Intanto il Debriefing.

 

Partiamo molto a sud-est della zona di operazione, nessun problema. Facciamo un po di quota e ci avviciniamo verso l'isola.

 

Arrivati in zona di operazione, inziamo a stendere un reticolo di sonoboe per cercare di scovare i due Kilo.

La ricerca si fa dura, in quanto ci sono parecchie navi di superficie neutrali in zona e danno non poco fastidio agli idrofoni delle sonoboe...

Prima decidiamo di ascoltare in passivo, per vedere se captiamo qualche frequenza dei Kilo, magari ancora in avvicinamento...Niente...Solo maledetti contatti di superficie. :s14:

Nel frattempo lanciamo altre boe per coprire una maggiore zona, ma dei Kilo ancora niente...Allora concordiamo di andare in attivo.

Inizia la ricerca in attivo, ma per ora ancora niente...

Ad un certo punto vedo apparire un contatto sulla mappa, dato da una boa attiva, tra la Goal Line e l'isola. Sarà sicuramente uno dei due Kilo, dato che non ci sono navi di superificie in quella zona.

Ci abbassiamo di quota e passiamo sopra con il MAD, per avere conferma che non sia una balena o cmq per avere la certezza, dato che in passivo non sentiamo niente, che sia effettivamente il sub a cui stiamo dando la caccia.

Il Mad ci conferma la presenza di un sub, viriamo e gli lanciamo in poppa, il primo Kilo è sul fondo.

Adesso resta da trovare l'altro Kilo, ke per ora non si sente. Ma va? :s03:

Quindi ci concentriamo sulle boe DICASS, per trovarlo.

Ecco un contatto sospetto, poco prima dell Goal Line, un contatto attivo, possibile Kilo.

Ovviamente in passivo non sentiamo niente, non abbiamo altre boe li vicino. Quindi decidiamo di usare nuovamente il Mad, rischiando un po.

Ci abbassimo di quota, e passiamo sopra...il Mad non rileva niente.

Potrebbero essere molto in profondità ed il Mad non ci "arriva" o sennò, nella peggiore delle ipotesi, potrebbe essere una balena.

Quindi passiamo nuovamente sopra il presunto contatto per veder di riuscir a capire se si tratta davvero di un sub o di un biologico.

Ancora niente...il Mad non rileva niente. Allora facciamo un altro giro e decidiamo di lanciare una boa sulla testa del Kilo per poter sentir meglio...

Il lancio è perfetto, la boa è sulla loro testa. In passivo si sente una leggera frequenza in direzione del contatto.

Lanciamo un siluro, ma il Kilo lo evade magistralmente. Ottima manovra evasiva ragazzi, Compliments. :s20:

Quindi torniamo all'attacco..stavolta dopo aver lanciato abbiamo il segnale del mad che ci allerta che il sub sta risalendo per abbatterci.

Ma purtroppo non fanno in tempo ad arrivare a quota periscopio, che il siluro li colpisce, ponendo fine alla loro agonia. :s08:

 

 

Alcune Osservazioni sulla Missione:

Dopo tutta la discussione di ieri sera durata 3 ore e terminata alle 2.30 :s45:, siamo arrivati ad alcune conclusioni.

La più evidente, ed è vero, è che l'Akula non è mai "entrato" realmente in missione. Verissimo che nel briefing c'era scritto (cito dal briefing dei Kilo Cinesi):

"Gli informatori hanno comunicato che in Rendez-Vous tra il sottomarino e le spie, avverrà in una baia ad ovest della Base, si prevede l'Akula II farà rotta SUD-OVEST."

La missione era stata concepita che l'Akula doveva andare in quella direzione e quindi trovarsi sulla rotta di intercettazione dei 2 Kilo, ma ovviamente non doveva per forza mantenere una rotta costante, ma poteva virare come voleva dato che la tattica da utilizzare era libera.

 

L'errore principale di questa missione sono state, a nostro avviso le distanze. L'akula doveva percorrere solo 15 nm x arrivare alla Goal Line, e questo infatti è stato il principale fattore che ha portato l'equipaggio dell'Akula (anche su mio consiglio, lo ammetto) a temporeggiare un po. In teoria l'akula doveva avvicinarsi a bassa velocità.

Ora il fatto è questo, se l'Akula doveva compiere un tragitto + lungo per arrivare alla Goal Line, ad esempio 25-30 nm, non avrebbe fatto soste o si sarebbe concesso il lusso di rallentare: sarebbe andato sicuramente dritto verso la Goal Line, e quindi doveva fare bene i conti x arrivare in tempo "utile" alla GL e poi doveva mettere in conto la presenza dei due Kilo che non sarebbero stati li a guardare...

Poi altra cosa, sinceramente non si pensava ci fossero delle pessime condizioni di ascolto, e questo non vuol dire aver penalizzato solo i due Kilo, ma anche l'Akula che nn vi ha mai rilevato...

Ormai la missione è andata come è andata, ovviamente se ne farà tesoro per future missioni... :s08:

 

Cmq ringrazio tutti per la bella serata.

 

Djmitri :s15:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mi e' venuto in mente una cosa federico.

Quando ci avete sganciato la boa sopra la testa io avrei potuto fermare le macchine ed essere muto come un pesce.

Credo che i kilo al contrario dei sottomarini nucleari quando spegne il motore lo spegne davvero e non risultano piu' frequenze sulle sonoboe passive.

Forse avrei dovuto fermarmi completamente, in modo che tu sulla sonoboa passiva non rilevassi niente.

E poi piu' tardi accendere i motori e svignarcela.

Potrebbe essere una tattica di prendere in considerazione nelle missioni future. :s01:

Edited by goldorak

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest Leon X

L'Akula non è affatto scappato, ma ha semplicemente sfruttato il campo d battaglia meglio degli avversari, se volete possiamo parlare di un errore di posizionamento sul campo più che di fuga o di possibilità negata ai kilo di trovare l'akula.

Nulla mi toglie dalla testa che se invece che posizionarvi così:

 

tattica1rb2.th.jpg

 

cioè con il Kilo in dolce attesa a motori praticamente spenti, lontano diversi miglia dalla goal line vi foste messi in questa posizione di attacco:

 

tattica2hi9.th.jpg

 

Sovrapponendo quindi e coprendo integralmente la zona dove dovevamo passare, penso che sarebbe stato molto diverso come situazione. Mi sta bene le critica e la vostra sfortuna che siete spawnati entrambi a nord, quindi con un kilo che avrebbe dovuto fara molta strada per raggiungere un quinto della goal line a partire da sud per coprirla integralemente e assicurare la necessaria copertura, ma non mi sta bene se dite che l'akula non è stato mai in partita. Forse la distanza punto navy seals goal line doveva essere maggiore, ma io e Palmuzz non stavamo certo lesinando il reattore, anzi se dal P-3 non mi avessero detto di rallentare la missione sarebbe finita un'ora prima dato che la media di navigazione è stata superiore ai 17 nodi superata la parte di missione che si è svolta in acque poco profonde.

Ora posso concordare con voi che i sensori del kilo facciano schifo e che il layer era particolarmente strano (a tal proposito nemmeno noi vi abbiamo sentito nonostante abbiamo più volte rallentato per controllare che i kilo non fossero nati a sud e quindi spawnati proprio nella zona dove andavamo con velocità elevate) ma il problema principale è che è stata coperta una zona sbagliata del campo. Se foste state dove io mi sarei messo con il kilo, l'akula per silenzioso che è, con layer particolare e con i sensori monchi del kilo a 22 nodi ha una segnatura acustica pari a 70, cioè equivalente a quella di un kilo alla massima velocità, per intenderci e far intendere agli altri comandanti che ci avreste sentito comunque.

Non entro in merito sulla questione del p-3 perchè non sono pratico di queste unità, forse hai ragione con il dire che un kilo contro tali unità è spacciato, quello che però devo puntualizzare è che ieri prima avete criticato la rotta dell'akula quando la dicitura sud ovest indicava solo un'ipotetica rotta da punto di recupero a goal line (sono scelte tattiche e non c'erano limitazioni di campo scegliere se andare a sud, nord o persino potevo fare la mia firma e sottolineandola uscendo dalla O andare in goal line) poi il fatto che il P-3 contro due kilo era una scontro squilibrato a favore dell'unità aerea (qui mi fido di voi perchè sono assolutamente ignorante sulle unità aeree), quindi la mancanza di un'unità di superficie che avrebbe dovuto limitare le azione del p3 (ti ho spiegato che anche mettendogli una rotta prefissata periodica non sarebbe efficace data la limitata velocità di un dd rispetto ad un aereo, anche se non capendo nulla di editor non sono sicuro su questo punto), infine il fatto di essere nati entrambi a nord (l'altra volta uno nacque a sud e uno a nord, ma essendo random e essendo le distanze uguali non cambia niente) e poi non ricordo che altro. Mi sembra un po' arrampicarsi sugli specchi questo modo di fare. Certamente per i kilo non era facile, ma ricordo a tutti che esiste una partita di andata e una di ritorno proprio per poterci confrontare sempre alla pari, quindi le critiche su umna situazione squilibrata per una squadra piuttosto che per un altra lasciano il tempo che trovano.

L'altra volta io ero nella vostra squadra e per un motivo banale non siamo riusciti a prelevare gli incursori, questo ci ha fatto perdere oltre un'ora, infine con Simone abbiamo deciso di filare a tutta forza verso il punto di uscita toccando più volte la velocità massima. Perchè nessuno della Star Fleet ha detto niente quella volta nonostante la rotta seguita dall'Akula è stata abbastanza simile?

Quella volta per diversi motivi che ora non ripeterò riuscimmo a portarci alle spalle del kilo che nacque a sud, questo insieme ai suoi sensori e al particolare layer gli impedì di rilevarci nonostante la media fosse di ben 10 nodi superiore a quella tenuta ieri. Indubbiamente l'altra volta i due kilo erano disposti meglio sul campo ma il problema iniziale ha stravolto tutte le strategie e le tattiche. Eppure quello che emerse furono i complimenti per la rotta e per la spaventosa media tenuta dall'Akula da parte della squadra che non era riuscita a rilevarlo.

Ieri così non è stato perchè voi avevate giustamente paura di uscire oltre la goal line (anche se che biogna saper osare a volte) dove c'era una file di sonoboe e al tempo stesso eravate troppo indietro per sentirci (e ricordo che dal replay si vede chiaramente che siamo entrati nelle 5 miglia un attimo prima che veniste affondati) e stavate solo aspettando che vi venissimo in bocca.

Io infatti avevo pensato che foste dietro la goal line e ho chiesto al p3 di controllare avanti alla nostra rotta (che era appunto il compito del p3), il fatto che mi sia stato chiesto più volte di rallentare può solo incidire sul momento di scoperta. nel senso che se io non avessi dato retta all'unità aerea e avessi continuato ad accelerare mi avreste scoperto prima, così invece sarebbe successo dopo. Sfortuna ha voluto che l'aereo vi ha scoperto ancor prima che voi abbiate avuto la possibilità di rilevarci (e il problema è tutto qui, se fosse successo dopo penso che nessuno avrebbe avuto nulla da ridire) e che siete nati entrambi a nord e costringendovi ad un posizionamento non favorevole sul campo di battaglia. Non sono in grado di dirvi se nascendo da nord sarebbe stato possibile raggiungere quel punto dove assicurare la copertura alla goal line a sud, ma la cosa certa è che se ci foste riusciti (cosa probabile, dato che abbassando le velocità il kilo consuma molto meno batterie), anche magari raggiundola da dietro la linea stessa, la partita sarebbe stato diversa.

Inoltre a definitiva riprova che l'Akula non era invisibile ma viaggiava, e molto anche, c'è il famoso eli nemico che si divertiva un mondo con il dipping sonar, se lui ci ha rilevato è perchè era meglio posizionato non perchè fosse più abile.

Normalmente non leggo molto i briefing (c'è Fede che me li spiega ... :s11: ) ma mi concentro sempre molto sulla mappa, io non avrei lasciato mai tutto quel vuoto a sud a costo di arrivarci senza batterie o con lo snorkel io avrei coperto quella zona per prima cosa (e magari più vicina alla goal line), poi se non fossi riuscito a rilevare l'akula avrei mosso qualche critica sul layer o sulla superiorità della copertura aerea.

Share this post


Link to post
Share on other sites
quello che però devo puntualizzare è che ieri prima avete criticato la rotta dell'akula quando la dicitura sud ovest indicava solo un'ipotetica rotta da punto di recupero a goal line (sono scelte tattiche e non c'erano limitazioni di campo scegliere se andare a sud, nord o persino potevo fare la mia firma e sottolineandola uscendo dalla O andare in goal line)

 

 

Mi spiace Leon che ci siano ancora incomprensioni, ma la frase che hai scritta dimostra come non avete interpretato correttamente il briefing.

Anche Djmitri ha riconosciuto che l'Akula se ne e' andato a spasso tralasciando completamente la goal line.

Non riesco a capire perche' voi non lo riconosciate.

Vi state nascondendo con la scusa che il breifing non era molto chiaro.

Strano che io e umberto l'abbiamo interpretato nel modo giusto pero'.

Io non voglio toccare un tasto dolente, ma da come "avete giocato" avete lasciato fare tutto il lavoro sporco al p-3, e questo lo dovreste riconoscere.

Ma ti pare che il kilo non riesca a rilevare una misera frequenza ? Non dico piu' frequenze del akula ma 1 sola ?

E poi la nostra posizione era piu' che corretta, io a sud ed umberto a nord che compriva la fascia est.

L'errore e' stato vostro che non avete voluto avvincinarivi e lasciare al p-3 il compito piu' che facile di affondarci.

Non e' un modo bello di giocare una partita.

Edited by goldorak

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mannaggia vi lascio soli una sera e guarda che succede... :s03: :s03: :s03:

 

Ho leggiucchiato qualcosa qua e là (cosa volete, il sole, la spiaggia, il mare, sono parecchio occupato ultimamente... :s43: :s08: ) approfondirco con calma!

 

Intanto complimenti a tutti!!! :s20: :s20: :s20:

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ho leggiucchiato qualcosa qua e là (cosa volete, il sole, la spiaggia, il mare, sono parecchio occupato ultimamente... :s43: :s08: ) approfondirco con calma!

 

Sese dicono tutti cosi...Aggiungerei a il sole, la spiaggia, il mare, le donne disinibite, tette, culi e quant'altro :s03: :s03: :s03:

 

Tornando a noi... :s41:

Si ragazzi ho già spiegato perchè è successo questo.

 

La distanza che l'Akula doveva coprire per arrivare alla Goal Line, era troppo breve rispetto alla velocità max a cui può andare, è stato proprio questo il problema.

Ripeto, se l'Akula doveva percorrere una distanza di 25-30 nm, non avrebbe fatto virate particolari ma sarebbe andrato dritto dritto verso la Goal Line...

 

Ecco spiegato l'arcano. Ecco perchè in questa missione c'era la possibilità di uscire dalla zona di gioco...E' stata "concepita" male la distanza, pensando che l'Akula fosse andato ad una velocità più bassa, andando in bocca ai due Kilo, invece questo non è accaduto, anche perchè il caso a voluto che entrambi i kilo nascessero a Nord :s68:

 

@ Gold:

Dovremmo provare, ma non so se il kilo a motori spenti, fa cmq un minimo di rumore :s43:

(in teoria no, ma in pratica non sempre :s03: )

Se così non fosse, ovvero non facesse rumore, potrebbe essere sicuramente una buona tattica di occultamento... :s10:

Edited by Djmitri

Share this post


Link to post
Share on other sites
@ Gold:

Dovremmo provare, non so se il kilo a motori spenti, fa cmq un minimo di rumore :s43:

(in teoria no, ma in pratica non sempre :s03: )

 

 

Si infatti, sai che ieri non ne ero sicuro per la miseria. :s03:

Volevo spegnere i motori, ma non sapevo se sarebbe stato efficace contro di voi, e poi se aveste lanciato un siluro comunque io non avrei avuto piu' il tempo materiale di accelerare ed evaderlo.

Share this post


Link to post
Share on other sites
L'Akula non è affatto scappato, ma ha semplicemente sfruttato il campo d battaglia meglio degli avversari, se volete possiamo parlare di un errore di posizionamento sul campo più che di fuga o di possibilità negata ai kilo di trovare l'akula.

Nulla mi toglie dalla testa che se invece che posizionarvi così:

 

tattica1rb2.th.jpg

 

cioè con il Kilo in dolce attesa a motori praticamente spenti, lontano diversi miglia dalla goal line vi foste messi in questa posizione di attacco:

 

tattica2hi9.th.jpg

 

Impossibile arrivare li per i kilo, fanno al massimo 20 nodi, a quella velocità sembrano trattori le batterie non c'e l'avrebbero mai permesso, in più c'è un P3 sopra, senza contare che se sono li che arrivo a 20 nodi e un'akula mi sente, nulla gli vieta di sparare è già tanto se sento il TIW

 

Mi sta bene le critica e la vostra sfortuna che siete spawnati entrambi a nord, quindi con un kilo che avrebbe dovuto fara molta strada per raggiungere un quinto della goal line a partire da sud per coprirla integralemente e assicurare la necessaria copertura, ma non mi sta bene se dite che l'akula non è stato mai in partita. Forse la distanza punto navy seals goal line doveva essere maggiore, ma io e Palmuzz non stavamo certo lesinando il reattore, anzi se dal P-3 non mi avessero detto di rallentare la missione sarebbe finita un'ora prima dato che la media di navigazione è stata superiore ai 17 nodi superata la parte di missione che si è svolta in acque poco profonde.

 

Se avreste fatto tutto il percorso in linea retta alla massima velocità ci avreste battuti sul tempo dato che in 40-50 minuti potevate essere oltre la goal line e noi ancora lontani per di più correndo con sensori inutilizzabili

 

 

Ora posso concordare con voi che i sensori del kilo facciano schifo e che il layer era particolarmente strano (a tal proposito nemmeno noi vi abbiamo sentito nonostante abbiamo più volte rallentato per controllare che i kilo non fossero nati a sud e quindi spawnati proprio nella zona dove andavamo con velocità elevate) ma il problema principale è che è stata coperta una zona sbagliata del campo.

 

Non sono d'accordo, secondo me il posizionamento era molto buono, noi in attacco e l'altro kilo in difesa, in caso noi fossimo stati affondati o non fossimo riusciti nell'impresa... purtroppo anche se avessimo voluto non avremmo avuto la capacità di rincorrere un akula in giro per la mappa

 

 

Non entro in merito sulla questione del p-3 perchè non sono pratico di queste unità, forse hai ragione con il dire che un kilo contro tali unità è spacciato, quello che però devo puntualizzare è che ieri prima avete criticato la rotta dell'akula quando la dicitura sud ovest indicava solo un'ipotetica rotta da punto di recupero a goal line (sono scelte tattiche e non c'erano limitazioni di campo scegliere se andare a sud, nord o persino potevo fare la mia firma e sottolineandola uscendo dalla O andare in goal line) poi il fatto che il P-3 contro due kilo era una scontro squilibrato a favore dell'unità aerea (qui mi fido di voi perchè sono assolutamente ignorante sulle unità aeree), quindi la mancanza di un'unità di superficie che avrebbe dovuto limitare le azione del p3 (ti ho spiegato che anche mettendogli una rotta prefissata periodica non sarebbe efficace data la limitata velocità di un dd rispetto ad un aereo, anche se non capendo nulla di editor non sono sicuro su questo punto), infine il fatto di essere nati entrambi a nord (l'altra volta uno nacque a sud e uno a nord, ma essendo random e essendo le distanze uguali non cambia niente) e poi non ricordo che altro. Mi sembra un po' arrampicarsi sugli specchi questo modo di fare. Certamente per i kilo non era facile, ma ricordo a tutti che esiste una partita di andata e una di ritorno proprio per poterci confrontare sempre alla pari, quindi le critiche su umna situazione squilibrata per una squadra piuttosto che per un altra lasciano il tempo che trovano.

 

ripeto: mi sta bene essere stato affondato dal P3 ma non mi sta bene non sentire nulla che assomigli ad un akula a 3/4 d'ora dalla fine della missione...

 

 

L'altra volta io ero nella vostra squadra e per un motivo banale non siamo riusciti a prelevare gli incursori, questo ci ha fatto perdere oltre un'ora, infine con Simone abbiamo deciso di filare a tutta forza verso il punto di uscita toccando più volte la velocità massima. Perchè nessuno della Star Fleet ha detto niente quella volta nonostante la rotta seguita dall'Akula è stata abbastanza simile?

Quella volta per diversi motivi che ora non ripeterò riuscimmo a portarci alle spalle del kilo che nacque a sud, questo insieme ai suoi sensori e al particolare layer gli impedì di rilevarci nonostante la media fosse di ben 10 nodi superiore a quella tenuta ieri. Indubbiamente l'altra volta i due kilo erano disposti meglio sul campo ma il problema iniziale ha stravolto tutte le strategie e le tattiche. Eppure quello che emerse furono i complimenti per la rotta e per la spaventosa media tenuta dall'Akula da parte della squadra che non era riuscita a rilevarlo.

 

Io purtroppo l'altra volta sono morto che voi eravate ancora al punto di partenza, quindi non ho potuto vedere il seguito del replay, cmq senza incursori a bordo ritengo che evadere in qualsiasi direzione o salvare la pelle, fosse stata la priorità, anche se Simone dice che eravate già fuori rotta dato che si stavano inseguendo gli incursori

 

 

Ieri così non è stato perchè voi avevate giustamente paura di uscire oltre la goal line (anche se che biogna saper osare a volte) dove c'era una file di sonoboe e al tempo stesso eravate troppo indietro per sentirci (e ricordo che dal replay si vede chiaramente che siamo entrati nelle 5 miglia un attimo prima che veniste affondati) e stavate solo aspettando che vi venissimo in bocca.

Io infatti avevo pensato che foste dietro la goal line e ho chiesto al p3 di controllare avanti alla nostra rotta (che era appunto il compito del p3), il fatto che mi sia stato chiesto più volte di rallentare può solo incidire sul momento di scoperta. nel senso che se io non avessi dato retta all'unità aerea e avessi continuato ad accelerare mi avreste scoperto prima, così invece sarebbe successo dopo. Sfortuna ha voluto che l'aereo vi ha scoperto ancor prima che voi abbiate avuto la possibilità di rilevarci (e il problema è tutto qui, se fosse successo dopo penso che nessuno avrebbe avuto nulla da ridire)

 

Il mio kilo era in mezzo al reticolo di sonoboe, e sono stato giustamente affondato, a 3/4 d'ora dalla fine comunque, che senso ha navigare per 100 minuti aspettando la morte dato che non ci sono nemici sommersi da ingaggiare in zona?

Share this post


Link to post
Share on other sites
L'Akula non è affatto scappato, ma ha semplicemente sfruttato il campo d battaglia meglio degli avversari, se volete possiamo parlare di un errore di posizionamento sul campo più che di fuga o di possibilità negata ai kilo di trovare l'akula.

Nulla mi toglie dalla testa che se invece che posizionarvi così:

 

tattica1rb2.th.jpg

 

cioè con il Kilo in dolce attesa a motori praticamente spenti, lontano diversi miglia dalla goal line vi foste messi in questa posizione di attacco:

 

tattica2hi9.th.jpg

 

Sovrapponendo quindi e coprendo integralmente la zona dove dovevamo passare, penso che sarebbe stato molto diverso come situazione.

 

Leon sicuro che hai visto il replay ? Non ce' stato nessun errore nel posizionamento.

No perche' io mi trovavo a 1 miglio dalla goal line. :s10: E la coprivo interamente.

Guarda che le nostre posizioni (mia e quella di umberto) corrispondono al secondo grafico che hai fatto non al primo.

Edited by goldorak

Share this post


Link to post
Share on other sites
Scusate ma sto leggendo e non capisco una cosa: l'Akula di Leon e Palm ha o non ha attraversato la goal line? :s10:

 

 

Si, ma hanno aspettato che il p-3 facesse fuori tutti e due i kilo. :s10:

Edited by goldorak

Share this post


Link to post
Share on other sites

Prima di tutto,mi scuso con tutti x la mia uscita da TS,senza salutare,nn è il mio stile ,ma purtroppo il computer ha deciso di piantarmi e nn ho potuto fare altre che resettare e vista l'otra immergemi nel cuscino.

Fortunatamente il computer si è bloccato alla fine della missione :s11: :s11: :s11:

Non mi delungo sul debrifing,vedo che i mie compagni hanno già fatto e molto bene.

L'unica cosa che voglio dire è che questa 1°campagna,x quello che avevo capito era anche una mega prova x una campagna futura,x testare missioni,equipagg,ecc...

Cosi io vedo la discussione che si stà sviluppando ,come un motivo di migliorarsi,tutt.

Inizio con la fase dei complimenti..........

Complimenti a Dimitri e Dani x la creazione di missioni sempre + belle e appassionanti..........

A Schietan,goldark,Leon ,Palmuzz,Hunterx avere partecipato con molto entusiasmo.........

Faccio anche i complimenti a Truffa,e un pò anche a me :s11: ,x avere buttato lì ,un lontano giorno di diversi mesi fà l'idea di fare una campagna dinamica x DW.

Insomma complimenti a tutti,anche a quelli che nn hanno partecipato e spero anche a quelli che vorannò provare la prossima campagna.

ciauzz

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sisi senz'altro Stefano...era un banco di prova...Per testare un po la situazione, come si comporta DW, ecc ecc.

Adesso stiamo discutendo sulla Missione, ma sono cmq critiche costruttive, che io e dani (i missionari) abbiamo recepito e fatto tesoro, sperando la prox volta di non fare, di nuovo questi errori di valutazione della "distanza".

 

(ps aspettate a fare i ringraziamenti che apro, a breve, un topic a riguardo :s03: :s03: :s03: )

 

:s10:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io vorrei fare un appunto sul concetto di partita equilbrata.

Lo avevo detto anche ieri in teamspeak ma pare che il mio proposito sia stato dimenticato.

Dunque per partita equilibrata non intendo che le due parti devano avere armi pari.

Questo non e' possibile e lo accetto.

Qualche volta ci sara' una parte svantaggiato e l'altra parte avra' un vantaggio. E fin qui ci siamo.

Ora quando parlo di partita squilibrata intendo una partita in cui esiste una strategia per cui la parte avversiaria qualunque tattica adottino sono destinati a perdere. Vorrei che questo concetto fosse chiaro per tutti.

 

Ed e' quello che e' successo ieri sera.

Qualunque tattica io e umberto avessimo adottato tenendo conto delle durata delle batterie non ci avrebbe portato alla vittoria perche' l'akula e' sempre rimasto indietro, fuori dai nostri sensori. E abbiamo dovuto per necessita combattere contro il p-3.

E questa e' una lotta impari, senza senso e non capisco perche' non lo riconosciate. :s10:

Share this post


Link to post
Share on other sites
Questo è quello che credi che sia successo ma se uno di voi due nasceva a sud (se nascevate entrambi era ragionevole che qualcuno andasse a coprire a nord) o se anche nascendo a nord si fosse andato a coprire la zona sud non fermandosi alla parte centrale della goal line, l'akula sarebbe certamente morto ... :s02: :s01:

 

 

Ma Leon per le miseria, sto parlando della missione di ieri sera.

Non sto criticando tutte le possibili generazioni random.

E ieri sera le condizioni erano tali per cui qualunque tattica avessimo adottato avremmo perso, perche' l'akula e' rimasto sempre in disparte.

Possiamo si o no essere d'accordo su questo punto ?

Edited by goldorak

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io mi ricordo solo che per arrivare alla Goal Line non abbiamo mai superato la rotta 180° verso est, quindi mi pare che il briefing sia stato seguito :s10: Avevamo gli incursori dentro, dovevamo solo fuggire.. Cosa mi dite, per non morire sarebbe stato meglio, inutilmente, andare a tutta birra verso la goal line, oppure farci proteggere dal P-3 e poi passare?? Certo, siete stati molto sfortunati a partire così a nord, ma noi non potevamo saperlo.. Io ricordo vagamente che la volta scorsa con il mio Kilo ero a sud nei pressi della rotta dell'akula di ieri :s02:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Credo che gli argomenti pregnanti siano stati già ampiamente esaminati e sviscerati. Già ieri sera li avevamo affrontati. Onestamente sono consapevole di essere, tra i partecipanti alla campagna, il meno preparato sotto tutti i punti di vista: tattico, tecnico ed anche nervoso ( mi imbrano quando sono sotto pressione..). Tuttavia mi sono sentito ieri sera di esprimere alcune mie considerazioni.

Concordo sul fatto che le distanze sono fondamentali quando si debbono inserire battelli dalle diverse capacità tecniche e prestazionali.

Ciò che rimprovero alla missione di ieri, è la sua fondamentale povertà di contenuti tecnico/tattici/didattici. In sostanza, tutto ciò che la squadra Ultima Tule poteva/doveva fare era quella di portarsi a grande velocità sulla goal line, in una corsa degna di una sim automobilistica arcade. E giungervi in fretta perchè altrimenti il p-3 avrebbe avuto ancora più facilità a sentirci. Una volta giunti sulla linea di...porta, avremmo dovuto aspettare l'arrivo del nemico come un cacciatore appostato dietro un cespuglio aspetta una lepre che gli corre incontro. Questa situazione può essere emozionante quando ci troviamo di fronte ad una task force composta da una portaerei e dalla scorta ma non in una situazione come quella di ieri sera. Non siamo ad uno sprint automobilistico, siamo in una sim navale perdio! Dove sono finite le fasi emozionanti di ricerca, individuazione, classificazione, tracciamento, attacco proprie del mezzo subacqueo e di superficie?

Badate bene, io non sono molto favorevole allo stile di gioco adottato dai francesi, non mi interessano gli "sparatutto", altrimenti impiegherei tempo su altre sim. Ho anche sempre sostenuto che per me è pure affascinate passare due ore a cercare un'altro battello (sub o nave che sia) senza trovare niente; lo considero pertinente e divertente. Ma ho bisogno di sapere che la ricerca è stata infruttuosa per mia incapacità e/o per la bravura di un avversario che comunque c'era, era in uno spazio ragionevolmente limitato.

Ieri sera, paradossalmente, l'Akula avrebbe potuto raccogliere gli incursori e fermarsi, spegnere i motori ed attendere. La mancata definizione di un ragionevole, e dico ragionevole ( non una pozzanghera d'acqua) spazio delimitante le operazioni, ha aperto la possibilità di allontanarsi in maniera indefinita rendendo impossibile le prima citate operazioni che dovrebbero contraddistinguere, almeno in buona parte, una missione in sim di questo genere.

Altro elemento di scarso contenuto tecnico e tattico: dato che l'unica soluzione per i kilo era quella do appostarsi come tiratori scelti sulla goal line, anche il lavoro del P-3 è stato reso più facile ed anche più riduttivo se permettete. Bastava che si portasse vicino alla gl e avrebbe trovato i kilo.

Insomma , ci sono state missioni molto più interessanti anche dal punto di vista didattico.

Vorrei chiudere con una precisazione verso Leon. Leo, non puoi dire che all'andata è successa la stessa cosa e la Star Fleet non si è lamentata...Mi ricordo bene quella corsa verso la GL dopo la mia ennesima imbranatura !! La ricordo perchè è stata bellissima nella sua progressione di tensione!Ma se ricordi, noi abbiamo aumentato progressivamente velocità e profondità, mantendo però una rotta quasi in linea retta e comunque , a meno che la memoria non mi abbandoni, non siamo mai andati a latitudini diverse rispetto all'estremità di sud/ovest della linea della Gl. Voi invece, vi siete defilati virando a sud, oltrepassando la latitudine cui accennavo prima, di fatto uscendo da quello che anche Dimitri ha riconosciuto essere il settore di gioco ancorchè non segnalato graficamente, di fatto rendendovi imprendibili.

Per carità, siete rientrati benissimo per passare la Gl ma direi: formalmente corretto; sportivamente un pochino meno.

Viste le critiche di scarsa propensione all'azione che ricevetti(giustamente) nelle mie primissime partite in multy, resto convinto che se avessi adottato io la tattica che avete adottato voi, sarei stato...sommerso( tanto per cambiare, sempre sotto l'acqua devo stare!!!!!) da critiche dello stesso tenore...

Detto questo, complimenti per i colpi magistrali sui kilo ed un grazie a tutti. Credo che , in definitiva, il fatto che si sviluppino discussioni anche accese sia la dimostrazione di quanto amiamo quello che facciamo.

Edited by Schaitan

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ma Leon seriamente non puoi rigiocare la partita cosi'.

Prima di tutto un p-3 ai non e' micidiale quanto un p-3 pilotato da giocatori.

Ti rendi conto inoltre che anche se io avessi sprintato a 20 nodi e mi fossi posizionato a sud dopo 40 minuti avrei dovuto stare li 1 ora col p-3 che mi gira sopra la testa sganciando boe attive e siluri ?

E che inoltre un kilo ha un range dei sensori inferiore alle 10 nm, non parliamo poi delle condizioni acustiche della partita di giovedi' perche' il range si riduce ancora dippiu'.

Non puoi in tutti onesta' dire che la partita se si fosse giocata come l'hai appena descritta avrebbe dato una chance ai kilo perche non e' cosi'.

 

Detto questo per me l'argomento e' chiuso.

Non mi pronuncero' piu', quello che avevo da dire l'ho detto in teamspeak e poi ieri qui sul forum in svariati post.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Concordo sul fatto di chiudere il discorso qui. Scrivo solo per non dare una falsa immagine di me. Leo, ti assicuro che non c'è niente di personale nei confronti del missionario e dei tester; io ho espresso una mia personalissima opinione sulla missione, che rispecchia il modo in cui io vedo questa sim.

Non è mia intenzione offendere nessuno, se così dovesse avvenire ne sarei profondamente addolorato. Forse ho usato un linguaggio che potrebbe risultare offensivo, nel qual caso, mi scuso.

Resto tuttavia della mia opinione, anche dopo le tue prove, anche perchè è facile col senno di poi correre verso l'estremità inferiore della goal line in 40 minuti; ora sappiamo la rotta che hai tenuto, prima non potevamo immaginarla perchè la davamo per impossibile. E comunque resta il problema: ha senso una missione nella quale un mezzo esaurisce quasi tutte le sue energie propulsive solo per posizionarsi? Lo snorkel, certo, con un P-3 umano sulla testa entro pochi minuti?

Ultimissima cosa: viste tutte queste discussioni non mi sembra che tutti si siano divertiti...Se così è stato, vuol dire che mi sono di nuovo sbagliato.

Comunque discorso veramente chiuso anche per me, anche perchè, altrimenti, si esagera davvero!. Parto dal presupposto che si possano esprimere le proprie opinioni e l'ho fatto.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

  • Forum Statistics

    • Total Topics
      44,287
    • Total Posts
      509,912
×