Jump to content
Sign in to follow this  
Djmitri

(ritorno) Petropavlovsk

Recommended Posts

busadb2.png VS brussiadd1.png

 

BRIEFING (Uguale per entrambe le Squadre)

A. DOPO IL CROLLO DELL'URSS, NESSUNA UNITÀ DA GUERRA AL MONDO È PIÙ RICHIESTA DEI SOTTOMARINI D'ATTACCO CLASSE KILO, UN TEMPO SIMBOLO DELLA POTENZA DELLA MARINA SOVIETICA E IL CUI VERO PUNTO DI FORZA È ESSERE SILENZIOSI COME UNA TOMBA. OGGI I RUSSI LI VENDONO A CHIUNQUE ABBIA LA POSSIBILITÀ DI COMPRARLI…

GLI STATI UNITI NON HANNO DETTO NIENTE, NESSUNA OBBIEZIONE QUANDO I RUSSI LI HANNO VENDUTI A PAESI IN VIA DI SVILUPPO COME L’INDIA, LA POLONIA E PERFINO ALL’IRAN. MA ADESSO LE COSE SONO CAMBIATE, UNA NUOVA POTENZA SI È AFFACCIATA NEL GRANDE GIOCO INTERNAZIONALE DEL RIARMO NAVALE, UNA NAZIONE CHE HA ORDINATO TRE SOTTOMARINI DELLA CLASSE KILO, E NE VORRANNO DEGLI ALTRI, LA CINA…

B. GLI STATI UNITI SONO CONTRARI A QUESTO AFFARE E TENTERANNO IN TUTTI I MODI DI IMPEDIRE CHE I TRE KILO ARRIVINO A DESTINAZIONE.

 

 

OBBIETTIVI

USA

A. OBBIETTIVO PRIMARIO: FAR ESPLODERE LE TRE NAVI ORMEGGIATE NEL GOLFO DI RODNIKOVA INVIANDO GLI INCURSORI.

B. OBBIETTIVO SECONDARIO: AFFONDARE ALMENO DUE UNITA’ DI PATTUGLIA RUSSE. (SUB E/O DD)

 

RUSSIA

A. OBBIETTIVO PRIMARIO: EVITARE CHE LE TRE NAVI ORMEGGIATE NEL GOLFO DI RODNIKOVA VENGANO AFFONDATE DAGLI USA.

B. OBBIETTIVO SECONDARIO: AFFONDARE I DUE SOTTOMARINI STATUNITENSI.

 

EQUIPAGGI

Star Fleet: RUSSIA Tutti gli obbiettivi Completati

AKULA II 1:
Djmitri - Palmuzz
- 1 KILL (SEAWOLF) - SURV

 

AKULA II 2:
Leon X - R. Hunter
- 0 KILL - KIA

 

Ultima Tule: USA Obiettivo Secondario Completato

688-I 1:
Truffa - Schaitan
- 2 KILL (KARA e SOVREMENNEYY) - KIA

688-I 2:
Goldorak - Stefano74
- 1 KILL ( AKULA II) - KIA

Edited by Djmitri

Share this post


Link to post
Share on other sites

Partiamo a tutta velocità a circa 25nm dal punto di rilascio dei seal, restiamo a massima velocità per circa 30 minuti e riusciamo a coprire buona parte della distanza che ci separa dall'obiettivo, restiamo sotto lo strato ma il fondale inizia a salire e siamo costretti a rallentare, dopo poco, siluri ovunque,(il Kara ha proprio rotto, non ho più capito una mazza per mezz'ora) riteniamo che pochi o nessuno siano indirizzati a noi, però l'ascolto al sonar è fortemente compromesso, riesco solo ad individuare i 2 dd russi ma nessuna traccia di sub...

Decidiamo quindi di proseguire a bassa velocità per la nostra rotta, sperando che i nostri soci sul 688i facciano un buon lavoro, poco dopo pare di si, un Akula sta affondando, ma presto anche loro fanno la stessa fine, colpiti da uno dei tanti siluri lanciati da un dd.

 

Noi scegliamo di restare silenziosi, di cercare di capire che navi civili ci siano in giro, avere una buona soluzione di tiro per i dd, che ora toccano a noi, e magari... anche per individuare l'akula restante.

 

Situazione costante, 4nm dal punto di sbarco e mezz'ora per percorrerle; nessuna traccia dell'Akula, velocità oscillante tra i 3 ed i 5 nodi; le alternative sono poche, lanciare sui dd e stare a vedere cosa fanno i nostri nemici. Il primo destroyer viene colpito da 2 siluri in rapida sequenza e va presto a fondo, i lanci sono critici data la presenza di almeno 2 navi civili, molto vicine ai bersagli, sappiamo che un siluro ha già colpito il dd restante, dunque decidiamo di disattivarne 1, filoguidiamo oltre i bersagli civili l'ultimo e lo riattiviamo, dopo un po' di inversioni di rotta sembra acquisire l'ultimo dd e lo manda a fondo, nessun lancio in risposta; approfittiamo dei rumori delle esplosioni per accelerare a 15 nodi ed coprire le ultime miglia che mancano per sbarcare i seal ed andarcene.

 

Meno di un miglio, 10 minuti allo sbarco, teso sugli apparati sonar, mi appare un rumore fortissimo in banda larga, di breve durata, a nord... comunico la situazione a Simone, stanno per lanciare, lanciamo subito 2 siluri in snapshot sul rilevamento; quasi nello stesso tempo 2 subrok atterrano sotto di noi, non sembrano agganciarci, accelero a 38nodi e faccio rotta per il porto nemico... zona di sbarco ampiamente superata, rallento, torno a qp e ci prepariamo, purtroppo altri siluri vengono lanciati contro di noi...

 

Restiamo in posizione il più possibile ma alla fine siamo costretti ad una veloce manovra evasiva per evitare che un 53 ci colpisca (in realtà, una manovra così magistrale non riuscira mai più :s11: ), ritirata... iniziamo a guadagnare profondità, ma un altro siluro ci acquisce da sud stavolta, probabilmente lo hanno fatto girare, lanciamo delle contromisure e cambiamo profondità ma non serve a nulla ed andiamo a fondo... missione fallita.

Edited by Truffa

Share this post


Link to post
Share on other sites

La serata di ieri rimarrà alla storia.

 

Prologo: vedi il topic "quelli che il sub...." durante una navigazione tranquilla inizia a scassarsi tutto, fino al 100% di danno...che succede? iceberg? urto con nave? balena corazzata? Niente di tutto questo, signore e signori, la stessa notizia ci viene dall'akula di Dimitri e Palmuzz...in un impeto di affetto i nostri due sub si sono accoppiati in un abbraccio stretto stretto :s03: :s03: :s11: Di una cosa sono sicuro: statisticamente parlando, una cosa del genere non succederà mai più, neanche a fare apposta a riprovarci un milione di volte.

 

Ma il valzer della statistica non finisce qui, anzi si arricchisce di particolari entusiasmanti. Per comprendere bene la cosa analizziamo la missione di Petropavlosk: nel primo tratto di navigazione emersa i due akula passano accanto a tre succulentissime petroliere...quale occasione migliore per esercitarsi al tiro con i sam? TANTO i Sam alle petroliere non gli fanno un baffo...giovedì scorso ne avevo centrata una 3 volte di fila e niente, e lo stesso l'altro akula, e lo stesso Leon e Djmitri nel prologo di ieri. Al riavvio, ovviamente mi dò il cambio con Leon alla vela per divertirmi un po' anch'io. Detto fatto, prendo la mira, alzo un po' per un bel lancio a parabola. Fuoco!. Il sam descrive una bellissima traiettoria fino a piazzarsi in poppa alla supertanker, e si vedono le scintille del piccolo scoppio. Beeeeeello! ma improvvisamente una voce dalla vedetta sulla vela: - comandante, la linea di galleggiamento della petroliera sta cambiando. - Come sta cambiando, non mi prenda per il cu#o marinaio!- Signore confermo la tanker si sta appoppando - Oh ca**o! - Tristemente assistiamo al bestione che affonda...non sappiamo se ridere o piangere...vi è mai capitato di far saltare in aria un autobus con una miccetta? :s68: :s68: :s68:

 

Venendo alle cose serie, la missione per noi è stata disastrosa, nel putiferio di contatti in acqua scatenato dal Kara si sono infilati i due siluri lanciati dal 688 che avevamo già aquisito come bersaglio. Purtroppo la TMA automatica ha sballato facendo un merge tra il contatto del sub e quello dell'MK48 appena lanciato, proiettando il contatto del sub a velocità siderali verso nord. Ma il peggio doveva ancora venire: i due Mark puntavano uno verso il kara e uno verso il Sovremenny. Quello del kara è andato a danneggiare, com'era giusto, il Kara. Quello del Sovremenny invece ha mancato il DD e stava andando bello bello a colpire le tanker a nordovest quando ha deciso di fare dietro front e beccarci in pieno, senza che poessimo farci niente.

 

Ora perdonatemi ma faccio una riflessione: che il comandante del kara avesse bevuto molti alcolici è assodato, già dopo giovedì avevo detto che andava sostituito. Ma un DD non lancia cariche di profondità a caso, le lancia su un contatto radar acquisito. Ora: usare il radar in una missione che dovrebbe essere segretissima può capitare, per sbaglio, una volta. Perseverare è però diabolico e l'equipaggio che l'ha fatto era lo stesso di giovedì :s45: Ragazzi non so che dirvi, si era chiesto all'inizio di non farne uso, l'avete fatto lo stesso, il risultato è stato uno scenario ingiocabile ed un sonar inservibile, e affondamenti casuali almeno fino ad un certo punto. Purtroppo da quel punto in poi non ero più in gioco.

 

Bravissimi Djmitri e Palmuzz a beccare il SW, continuo a pensare che la missione Petropavlosk sia una delle più belle della campagna, ma ahimè ieri sera, nella parte "seria" della missionne, non mi sono divertito granchè...

Ccomunque grazie lo stesso della partita !!! :s03: :s03: :s03:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Parliamo della missione seria,la prima parte stenderei un velo pietoso...........i 2 akula intrecciati,rimaranno nella storia.......

Partiamo, decidiamo di dirigersi a NO x vedere se riusciamo acaptare prima sia gli akula,che i DD,nn avendo il sonar ,nn ho molto da fare nella prima ora di gioco.

A poche miglia dalla nostra zona di operazioni,improvvisamente,si scatena l'inferno.........il sonarista impazzisce e ci annuncia diverse "torpedo in the water",il C.te Goldrake,decide di andare a quato periscopio, x vedere meglio i 2 DD e rispondere meglio al fuoco.ù

Mentre risaliamo lanciamo 3 siluri ,2 verso presunti DD,uno di risposta ad un akula.

Un nostro siluro centra,danneggiandolo un DD,l'altro ,lo vedo improvvisamente cambiare rotta,virare verso Sud,penso .....ma cosa C...o a individuato......prego che nn abbia individuato un peschereccio o roba simile,la delusione sarebbe immensa......con mia enorme sorpresa becchiamo un Akula,comandato da Hunter e Leon, ........che cu#o pauroso....

Il 3 siluro si perde è nn becca niente.

Goldrake è sempre alle prese con i numerosi siluri lanciati da i DD che ci stanno seguendo.....lancio diverse contromisure, almeno un siluro ci aggancia,sentiamo il ping fortissimo............EMERSIONE DI EMERGENZA!!!!!,risaliamo a razzo verso la superficie,il siluro sembra ingannato,iniziamo a fare la carica d'aria x potere immergerci nuovo,ma nn abbiamo tempo, il siluro ci riaquisisce di nuovo,Goldreke mi urla di lanciare contromisure,io gli dico che sono in carica.........decido di lanciare un aspirina effeverscente dentro l'acqua,magari scogliendosi,fa rumore e il siluro ci manca,negativo.......botta paurosa e a mollo nei profondi abissi blu.

A forsa di finire a mollo ,mi veranno le branchie come i pesci :s11: :s11:

Che dire......niente,grazie a tutti x la bella serata passata

Share this post


Link to post
Share on other sites

La partita di ieri e' stata veramente emozionante. Non i divertivo cosi' da tanto tempo. :s20:

Dopo la falsa partenza sulla quale e' meglio stendere un velo pietoso :s03: facciamo ripartire la missione ed incominciano le cose serie.

Il nostro 688 si trova a sud est dalle due baie.

Ci troviamo in acque profonde ed e' presente un layer termico.

A questo punto decide di impostare una rotta che ci portera' versa il punto da quale poi lanceremo l'attacco sui due akula e sugli incrociatori.

Per arrivare imposto quindi una rotta in direzione nord nord ovest, procedendo a tutta birra 33 nodi aiutati anche dal layer termico per evitare una individuazione troppo precoce arriviamo infini sulla nostra posizione dopo circa 35-40 minuti.

L'ho scelta perche' ci troviamo in acque profonde il che' e' un vantaggio se dobbiamo evadere qualche siluro nemico.

Mi posiziono quindi a 10 miglia nautica dell'ingresso del porto di petropavlosk e tengo sotto tiro anche l'altro porto.

 

A questo punto si scatena l'inferno.

Sento 5-6 messaggio di TIW a rilevamento 180.

Entro nel panico piu' assoluto pensando che un akula ci abbia individuati, ma passati i primi secondi mi rendo conto che e' uno degli incrociatori a lanciarle gli asroc.

Hanno stimato male la distanza e quindi siamo tranquilli per qualche minuto.

Il tempo di dare al mio prode equipaggio la possibilita' di armare un siluro e lanciarlo in snapshot sul rilevamento del bersaglio (il rilevamento l'avevamo trovato perche' eravamo andati in superficie a fare una piccola perlustrazione col periscopio e l'esm).

il lancio e' stato fatto senza fare nessuna tma (non cera il tempo ed i siluri volavano a nord, sud e ovest) ma dico a stefano di impostare una attivazione dopo circa 5nm.

Benissimo, lanciamo il siluro, tutto procede bene e uno degli incrociatori viene colpito ma non affondato.

 

Ora arrivano altri lanci, da nord e da ovest, credo di avere individuato il secondo incrociatore e dico quindi a stefano di procedere con un secondo lancio sempre senza tma.

Attivazione questa volta dopo 4.5 miglia nautiche.

Il siluro parte sul suo rilevamento e dopo qualche minuto cambia radicalmente direzione andando a sud.

Per qualche momento ho paura che vada a colpire qualche nave civile, ma per nostra grande fortuna colpiamo uno dei due akula.

E' stato un colpo di fortuna tremendo (ma in guerra questo e altro.... :s11: ).

Quindi con un akula fuori gioco penso di attuare una tattica di ripego verso est per poi ritornare a nord e dare la caccia all'akula di djmitri.

Putroppo quest'ultima parte non l'ho potuto attuare perche' cera un siluro che ci inseguiva.

Decido quindi di mettere la massima velocita', lanciare qualche contromisura e sperare in meglio.

Niente da fare, il siluro continua a seguirci e ne i cambi di direzione ne il lancio di svariate contromisure fanno effetto.

 

In quest'ultima parte della partita ho fatto l'errore che ci ha portato all'affondamento.

Invece di continuare a tutta velocita' a sud sperando di eludere il siluro sulle grandi distanze (e anche aspettando il caricamento delle contromisure visto che le avevamo esaurite nella prima parte della fuga).

Dicevo quindi, invece di darcela a gambe levate, decido con una sprezzo del pericolo di fare una emersione di emergenza sperando di eludere il siluro.

Purtroppo la tattica non funziona, siamo in superficie e non ho piu' il tempo materiale di ritornare a 33 nodi.

Ping, ping, ping, ping.......boom

Game over.

Edited by goldorak

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il mio prode compagno Umberto ha già spiegato perfettamente la fase di approccio al punto di lancio, la gran quantità di siluri in acqua lanciati dal Kara ( penso seriamente ad una vendetta del capitano Nemo...era lui al comando del Kara! )e, l'affondamento dei destroyer russi.

Ma, nel finale, abbiamo potuto assistere ad un'altro magistrale episodio della saga " Le incredibili avventure del C.te Schaitan"... Siamo nel punto di lancio, alzo il periscopio, individuo gli obbiettivi (almeno credo) e li marco.Poi, mi impaccio prima con lo stadimetro, per cui non riesco a collocarli alla giusta distanza( li colloco sulle colline, tipo arca di Noè sul monte Ararat!), poi, non pago, cerco insistentemente di lanciare gli incursori dalla navmap. Solo che non trovo il menù engage with, inizio ad imprecare, mi innervosisco e perdo tempo prezioso. Alla fine dobbiamo rinunciare incalzati da un primo siluro.

A fine partita, mi rendo conto, parlando con Fede, dell'errore ( uno dei tanti) commesso: ho classificato come nemico il bersaglio ma non ho identificato la tipologia, sub , surface, terrestre . Rimanendo l'obbiettivo unknow, l'engage with seals op non poteva attivarsi!!

 

Questo è stato un errore personale gravissimo che ha invalidato tutte le ottime manovre che Umberto aveva effettuato precedentemente, portando il sub in zona ,evitando un siluro e servendomi l'obbiettivo su un piatto d'argento. Devo anche dire che, personalmente, credo che se anche avessi rilasciato correttamente i seals, sarebbe stato problematico condurre in porto la missione. Per il rilascio occorrono credo 5 minuti di alert e noi avevamo l'akula vicino che probabilmente avrebbe colpito gli incursori. Tuttavia avevo caricato alcune mine, pensando di poterle usare eventualmente come schermo protettivo attorno agli incursori ( il loro recupero non era previsto)mentre noi avremmo poturo tentare di impegnare l'akula magari con lanci si salve.

Tutto vanificato dal mio solito banale, grossolano, errore. Direi che non ho una curva di apprendimento...non ho proprio curva!!

Unica nota positiva, il buon lancio e la filoguida contro i dd .

 

Bella partita davvero con finale al cardiopalma! Grazie a tutti!! E scuse a Umberto...

Edited by Schaitan

Share this post


Link to post
Share on other sites

Bella Missione come sempre...Questa missione è proprio divertente...e giocarla da entrambi le parti è stato davvero emozionante... :s15:

 

Stendendo un grosso e imponente velo pietoso sui fatti successi prima del restart. :s68: :s03:

 

Partiamo da dentro il porto, molliamo gli ormeggi e ci dirigiamo a tutta velocità verso l'uscita del golfo di Petropavlovsk, controlliamo a vista l'altro sub (si sa mai :s14: ). Misteriosamente un Super Tanker che stava uscendo dal golfo cola a picco :s45:

Mah allibiti e pensiereosi, guardiamo cn il binocolo la vela dell'altra Akula...le faccie sono sconvolte e ammutolite...Capiamo immediatamente cosa è successo e fissiamo i povero ST affondare nelle acque nere del Golfo fischiettando il "silenzio"... :s43:

Ci dirigiamo verso la zona di ricerca pattuita, facendo attenzione a nn trovarmi nessuna prua di sub amici in camera di manovra. Prima di immergerci controlliamo con in binocolo dalla vela per avere contatto visivo con i DD di pattuglia...

Pochi minuti dopo che ci siamo immersi, in acqua si scatena l'inferno: i DD hanno sentito i due Sub USA e lanciano di tutto di più: siluri, pentole, bidoni, bidet, cessi, scogli, ecc ecc. Il sonar è indecifrabile...è un unico grosso picco grande tutto il sonar in direzione dei TIW.

Controlanci da parte degli USA verso i DD (si scoprirà successivamente che è stato il 688-I), un DD viene colpito...poco dopo l'Akula in un messaggio disperato ci comunica che un siluro li ha agganciati, poco dopo sono sul fondo....

Il 688-I ha vita breve: successivamente viene colpito da uno dei tanti asrock lanciati da uno dei 2 DD.

Siamo rimasti solo noi e il SW, oltre ovviamente ai 2 DD, di cui uno gravemente danneggiato.

Ci diamo alla ricerca, posizionandoci davanti all'ingresso del Golfo di Rodnikova in attesa...dovranno arrivar prima o poi...ad un certo punto sentiamo dei lanci a sud...rimaniamo calmi e cerchiamo di marcarli per avere una buona soluzione di tiro...I siluri non sono per noi ma x i DD che uno dopo l'altro vanno sul fondo...eccola lanciamo due asrock, ma nel frattempo il SW si deve essere spostato e li manchiamo.... :s68:

Loro ci controlanciano in snapshot, ma noi evadiamo magistralmente :s08:

Da adesso in poi confuse traccie sul sonar, nn sentiamo più niente...a parte qualche debole contatto...devono avere rallentanto di brutto...il SW a basse velocità è una tomba...lanciamo tre siluri in snapshot e li facciamo aprire a ventaglio...

Niente nn agganciano...Siamo pronti a sentire esplodere le tre navi con a bordo i kilo quando dal sonar (palmuzz) mi comunicano che probabilmente un siluro ha agganciato qls...vado a vedere e sembra proprio di si...il siluro risale bruscamente verso la superficie e poi si spenge...

Facciamo convergere gli altri due siluri verso il contatto presunto, dato che nel casino nn abbiamo una soluzione di tiro decente...

Pochi minuti dopo sentiamo una forte esplosione...

Il SW è stato affondato...urla di gioia a bordo dell'Akula...

 

Missione Compiuta...

 

 

 

E' stata davvero una bella missione, a parte l'avvicinamento a mio avviso errato da parte dei sub USA, ma ognuno è liberissimo di adottare la tattica che vuole...Mi sono divertito molto come sempre... :s08:

 

Grazie a tutti per la partita...alla prox

Share this post


Link to post
Share on other sites

Perchè errato?

 

Secondo me, se non ci fossimo presi la briga di passare larghi, tutti quegli asrock sarebbero stati sopra la nostra testa, poi, partito il 688i, avevamo troppi bersagli a cui pensare, abbiamo aspettato a lanciare per cercare di individuarvi e lanciare su tutti contemporaneamente, purtroppo non vi abbiamo sentito e abbiamo dovuto lanciare solamente sui dd, per questione di tempo... cmq in 40 minuti eravamo già a 6nm dalla zona di lancio, ancora sotto lo strato e già silenziosi, purtroppo siamo dovuti andare per un po' anche a sud-ovest per evitare tutti i siluri in acqua.

L'alternativa era: dritti alla meta, ma c'erano troppi siluri dalle parti li.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Me ne sono dimenticato, ma pare che in questa missione uno degli akula avessa la tma automatica. :s05:

Non e' giusto, perche' la tma automatica non e' disorientata dalle decine dei lanci di siluri/asroc.

Dobbiamo o tutti usare la tma manuale o tutti la tma automatica.

E poi teniamo conto che con 2 per sub si puo' benissimo fare la tma manuale.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io credo che dopo questa missione la fatidica "FREQUENZA SESSANTA (60)" (frequenza dei sub americani nel sonar a bassa frequenza dell'Akula" :s03: mi rimmarrà sempre in testa! :s11:

 

Partiamo dal golfo alla massima velocità, io ho il controllo dei sensori ma non è che possa fare molto in quel momento.. Alzo l'ESM per captare per caso qualche segnale radar nemico e, dopo 20 minuti, individuare le navi civili e i nostri 2 DD. Appena il fondale si fà un po' più profondo, decidiamo di immegerci. Continuiamo ancora un po' ad elevate velocità e ogni tanto ci fermiamo ad ascoltare.. All'improvviso il putiferio generale, circa 5 o 6 siluri in acqua e ping da tutte le parti.. Io come un dannato a cercare di identificare tutti i contatti sonar. Non guardo nemmeno la cartina, per la paura di vedere tutti quei contati in giro! :s03: Manteniamo comunque la calma, cinque nodi.. Purtroppo dopo pochi minuti il nostro akula alleato ci lascia, e ci sentiamo braccati ora da due sub nemici.. Ma la paura dura poco, dopo alcuni minuti saltiamo di gioia!! Un siluro del Kara riesce a colpire il 688 (i)!! Vorremmo bere della buona vodka con il comandante del Kara, ma è ancora troppo presto.. Ora c'è il Seawolf da scovare :s08: Lanciamo un UAV, e ci spostiamo nella zona dell'agguato.. Nessun thermal layer... E qui comincia il bello.. i miei occhi, per ordine del comandate djmitri, sono puntati sul sonar a bassa frequenza nella fascia di frequenza (60)... Dopo alcuni minuti vedo 2 bei puntini affiorare dallo schermo a cristalli liquidi.. sono anche protetti da un'altro contatto, ma si riescono comunque a marcare.. contatto "SIERRA 98".. Djmitri regola anche L'UAV per avere una triangolazione, sta per avere successo ma.. Siluri in acqua!! Scopriamo che sono diretti verso i 2 dd, e infatti li colpiscono uno dopo l'altro.. Sale il rumore, e i nostri calcoli diventano approssimativi.. Comunque fiduciosi, lanciamo 2 asrock, ma non agganciano nessuno... Intanto il contatto scompare.. Oltretutto vengono evrso di noi 2 siluri nemici,, il rumore si fa molto più intenso, ma dopo un alta collaborazione tra la camera di manovra e la camera sonar, il siluro è evitato.. Ed ecco che contenporaneamente si fa vivo il contatto con "Frequenza 60".. è in prossimita del punto di lancio.. dopo alcune rilevazioni aprossimative (intanto l'UAV si è spento) decidiamo di lanciare tre siluri in snapshot.. Quando tutto sembra perduto, il siluro centrale aggancia qualcosa.. Si capisce che sta cercando un sub in emersione d'emmergenza.. Purtroppo per noi si rivelerà un'ottima mossa e il siluro si impantana nella sabbia.. Ne rimane comunque un terzo, più a sud del bersaglio.. Djmitri quindi tramite il filo lo fa invertire di 180° e attiva il sonar.. Il nemico è ormai quasi inerme e dopo pochi minuti viene colpito e affonda...

Edited by Palmuzz

Share this post


Link to post
Share on other sites

Si è sempre detto che chi vuole la può usare in automatica e chi in manuale...dall'inizio della Campagna che è così... :s02:

 

Se nessuno di noi due la sa usare bene che dobbiamo fare? Impiccarci? :s09:

Cmq per onor di cronaca anche l'altro Akula l'aveva in automatico... :s01:

Share this post


Link to post
Share on other sites
Si è sempre detto che chi vuole la può usare in automatica e chi in manuale...dall'inizio della Campagna che è così... :s02:

 

Se nessuno di noi due la sa usare bene che dobbiamo fare? Impiccarci? :s09:

Cmq per onor di cronaca anche l'altro Akula l'aveva in automatico... :s01:

 

 

:s68: ed io che pensavo che giocavamo tutti con le stesse regole.

Ci sono molti giocatori che non sanno usare la tma al massima delle potenzialita' ma che comunque si fanno un mazzo cosi' durante la partita.

Come in tutte le cose, si impara a poco a poco, d'altronde quando si gioca con i francesi non vedo nessuno che si impicca perche' ci obbligano ad usare la tma manuale. :s02:

 

Se ci pensi, non e' una cosa giusta nei confronti di coloro che usano una tma manuale.

Con la tma automatica si e' avantaggiati in qualsiasi situazione, non parliamo poi quando ci sono decine di siluri in acqua.

Te lo dico chiaro e tondo, non mi piace che si usino due pesi e due misure.

O giochiamo tutti con la tma automatica, e a questo punto mi chiedo che senso abbia fare il multistation, oppure usiamo tutti la tma manuale.

Visto che abbiamo incominciato la campagna con queste regole ad personam, sarebbe opportuno che introduceste dei modificatori nei punteggi in modo tale che coloro i quali usano la tma automatica per affondare un bersaglio ricevano un punteggio minore rispetto a coloro i quali invece usano una tma manuale.

 

L'altra akula l'abbiamo affondato per pura fortuna, visto che non l'avevo rilevato sul sonar a causa delle decine di siluri in acqua.

Noi non abbiamo potuto usare la tma manuale perche' cera troppo casino, ci siamo dovuti arrangiare con delle stime del c@zzo per la distanza di attivazione etc...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Noi ci siamo regolati così: se si riesce andiamo in manuale, e se è un bordello, via di automatica, infatti dopo i 1000 lanci abbiamo girato in automatico :s11:

 

Cmq la vera cosa brutta è che l'automatico fa una TMA perfetta anche su un contatto che si sente con solo una o 2 bande sul rimorchiato, dove non si sa ne velocita ne niente, a distanze alte... Vedi anche le navi, che sentono i sub sotto lo strato, quando hanno lanciato eravamo si e no a 6 nodi... come hanno fatto a sentirci? Tra l'altro la velocità di propagazione del suono in acqua era anche abbastanza bassa...

 

Per il resto, la mia idea è che, non è giusto obbligare chi non conosce la Tma a farla manuale, ma che ovviamente in automatico c'è un notevole vantaggio...

 

Io propenderei cmq per la manuale e, entro i limiti inciterei tutti ad imparare (non che io sia capace eh :s03: però quelle volte che esce perfetta è una grande soddisfazione) sicuramente ci sarebbero meno lanci a colpo sicuro e cambierebbe un po' lo stile di gioco... ci sarebbero errori umani, che a mio parere insegnano molto.

Share this post


Link to post
Share on other sites

D'accordo, errore mio che non ho letto il regolamento della campagna.

Ma comunque non e' giusto che si assegni lo stesso puntenggio indipendentemente dal fatto che si faccia uso della tma automatica o manuale.

Con le regole di adesso, non ce' nessun incentivo ad usare la tma manuale.

Edited by goldorak

Share this post


Link to post
Share on other sites

Quando in questa campagna mi è stato dato l'utilizzo della TMA, anch'io come Umberto l'ho usata in entrambi i modi...personalmente ritengo che la TMA automatica sia a volte parecchio grossolana, e ieri sera l'abbiamo toccato con mano.... Detto questo però credo che non sia giusto penalizzare chi non la usa, tanto più a campagna in corso. Ci si era infatti accordati di dare libertà di scelta a ciascuno, privilegiando invece nei punteggi coloro che dimostrano di saper usare più unità pilotabili. :s02:

Share this post


Link to post
Share on other sites
Beh Gold, non è proprio così, insomma vedila in questo modo chi usa la TMA in manuale è perchè sa farlo e ma ha anche l'indubbio vantaggio di una risuluzione migliore (e di molto) del bersaglio.

Chi usa la TMA in manuale non sa evidentemente usarla al meglio in manuale, questo però non gli impedisce di lanciare anche se con una soluzione di tiro nettamente inferiore.

Tuttavia in caso di più contatti accade un vero e proprio macello, che tuttavia rimane equilibrato come sopra: in manuale se già era difficile con tanti contatti probabilmente non se ne verrà a capo, in manuale la già provata intelligenza artificiale diventa totalmente deficienza artificiale con il risultato di portare a soluzioni di tiro assurde e sbagliate.

 

Qui Leon sbagli di grosso.

La tma automatica e' di gran lunga superiore a quella manuale, oltre a fare delle soluzioni di tiro esatte senza necessariamente usare il demon etc...

Ci sono delle situazione che effettivamente mandano nel pallone la tma automatica, ma se una sa come evitarle ti assicuro che ha un vantaggio netto sugli altri giocatori.

 

Inoltre cambiare una cosa così drastica a metà campagna superata è una decisione che non mi vede d'accordo, magari nelle prossime edizione e grazie al nostro continuo e costante allenamento (mi pare che fu deciso di lasciare la scelta al gestore della stazione proprio perchè non tutti, me compreso, siamo in grado di usarla al 100%) potremo anche, perchè no, stabilire di usare la TMA solo in modalità manuale.

 

Lo so, il mio e' stato uno sfogo tutto qui.

Capisco che non si possa cambiare regolamento a meta' campagna (per quanto lo ritenga una regolamento sbagliato).

Io mi diverto a giocare con voi non pensiate cose strane eh. :s11:

Ed in piu' sono il primo a dire che l'uso della tma manuale richiede tempo.

Io ci ho messo una anno e mezzo prima di abbandonare la tma automatica per quella manuale.

Quindi capisco che non sia evidente usarla.

Per inciso, vorrei chiarire che non ho visto nessuno usare una tma manuale al 100%.

La scusa che se uno non sa usare la tma manuale al 100% allora non deve usarla e' un po' campata per aria.

Credi che io o Truffa o Stefano abbiamo la scienza infusa della tma ?

Io ho imparato a poco a poco, come anche gli altri.

Non fate l'errore di sopravvalutare la difficolta' della tma, e dei giocatori che la usano.

Non siamo degli dei, come puoi appunto vedere dalle partite che facciamo. :s11:

Pero' io vorrei che i giocatori di betasom andassero oltre la semplice tma automatica, magari facendo dei mini tutorial dopo la campagna.

Lo stile di gioco cambia profondamente se tutti usassero la tma manuale, e la/le partite ne guadagnerebbero moltissimo.

Forse per la prossima campagna si puo' decidere si andare verso l'uso "obbligatorio" della tma manuale.

 

 

Ovviamente mi trovi perfettamente d'accordo con te se questa cosa non fosse stata decisa dall'inizio, ma esaminando le cose come ti ho detto le due scelte comportano vantaggi e svantaggi che alla fine dei conti praticamente si equivalgono (in realtà non è vero, a mio avviso chi sa usare bene la TMA in manuale è leggermente avvantaggiato).

 

Ti riporto alla mia prima risposta piu' su.

La tma automatica ti da un vantaggio in tutte le situazioni.

Quindi le cose non si compensano, non pensare che una tma automatica ti da una soluzione di tiro errata mentre quella manuale ti da maggiore precisione perche' non e' cosi'.

 

 

Cmq nessuno obbliga nessuno ad usarla in manuale...e siete liberissimi di impostarla su automatico... :s01:

 

Si, ma non era questo il succo del discorso Djmitri.

Comunque sia visto che si puo' usare la tma automatica sta sicuro che nelle prossima partite la usero' senza ritegno, sempre che il mio prode equipaggio sia d'accordo. :s03:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

  • Forum Statistics

    • Total Topics
      44,652
    • Total Posts
      518,028
×