Jump to content
Sign in to follow this  
Djmitri

(andata) - Petropavlovsk

Recommended Posts

busadb2.png VS brussiadd1.png

 

BRIEFING (Uguale per entrambe le Squadre)

A. DOPO IL CROLLO DELL'URSS, NESSUNA UNITÀ DA GUERRA AL MONDO È PIÙ RICHIESTA DEI SOTTOMARINI D'ATTACCO CLASSE KILO, UN TEMPO SIMBOLO DELLA POTENZA DELLA MARINA SOVIETICA E IL CUI VERO PUNTO DI FORZA È ESSERE SILENZIOSI COME UNA TOMBA. OGGI I RUSSI LI VENDONO A CHIUNQUE ABBIA LA POSSIBILITÀ DI COMPRARLI…

GLI STATI UNITI NON HANNO DETTO NIENTE, NESSUNA OBBIEZIONE QUANDO I RUSSI LI HANNO VENDUTI A PAESI IN VIA DI SVILUPPO COME L’INDIA, LA POLONIA E PERFINO ALL’IRAN. MA ADESSO LE COSE SONO CAMBIATE, UNA NUOVA POTENZA SI È AFFACCIATA NEL GRANDE GIOCO INTERNAZIONALE DEL RIARMO NAVALE, UNA NAZIONE CHE HA ORDINATO TRE SOTTOMARINI DELLA CLASSE KILO, E NE VORRANNO DEGLI ALTRI, LA CINA…

B. GLI STATI UNITI SONO CONTRARI A QUESTO AFFARE E TENTERANNO IN TUTTI I MODI DI IMPEDIRE CHE I TRE KILO ARRIVINO A DESTINAZIONE.

 

 

OBBIETTIVI

USA

A. OBBIETTIVO PRIMARIO: FAR ESPLODERE LE TRE NAVI ORMEGGIATE NEL GOLFO DI RODNIKOVA INVIANDO GLI INCURSORI.

B. OBBIETTIVO SECONDARIO: AFFONDARE ALMENO DUE UNITA’ DI PATTUGLIA RUSSE. (SUB E/O DD)

 

RUSSIA

A. OBBIETTIVO PRIMARIO: EVITARE CHE LE TRE NAVI ORMEGGIATE NEL GOLFO DI RODNIKOVA VENGANO AFFONDATE DAGLI USA.

B. OBBIETTIVO SECONDARIO: AFFONDARE I DUE SOTTOMARINI STATUNITENSI.

 

EQUIPAGGI

Star Fleet: USA Tutti gli obbiettivi Completati

Seawolf:
Djmitri - Palmuzz
- 1 KILL (AKULA II) - SURV

 

Los Angeles 688-I:
Leon X - R. Hunter
- 2 KILL (KARA E SOVREMENNYY) - KIA

 

Ultima Tule: RUSSIA Nessun Obbiettivo Completato

AKULA II 1:
Truffa
- 1 KILL (688-I) - SURV

 

AKULA II 2:
Los Angeles - Stefano74
- 0 KILL - KIA

 

 

Eccoci qua, a bordo del nostro amato SW...con un compito assai difficile...rilasciare gli incursori vicino ad una delle più grandi e difese basi navali russe, Petropavlovsk.

La tensione è palpapile, il silenzio regna sovrano in tutto il sottomarino.

Ci avviciniamo a velocità sostenuta, ogni tanto comunichiamo con i nostri compagni sul 688-I, per avere loro posizione, velocità e possibili contatti markati...ovviamente comunichiamo i nostri se li abbiamo.

Il 688-I ci passa sotto e si dirige verso nord, in cerca dei Russi...noi continuamo con la nostra rotta per 270, in direzione del punto di sbarco.

Ci comunicano che stanno per lanciare, lanciano quindi 4 siluri, ma c'è un Akula in zona, che controlancia subito.

Noi proseguiamo a velocità sempre sostenuta verso il nostro obbiettivo...rallentiamo e il sonarista, Palmuzz mi comunica un possibile sub russo, vicinissimo a noi!

Preparo due MK 48 con attivazione quasi instantanea data la vicinanza del nemico :s14:

Lancio perfetto, hanno solo il tempo di contro lanciare un siluro, ma nn è preciso e va in direzione opposta alla nostra, loro nn hanno scampo e si posizionano sul fondo...

Minaccia eliminata accelleriamo fino a 30 nodi per avvicinarci ancora al punto di sbarco...Me la vedo davvero brutta :s45: (come disse la Marchese che camminava sugli specchi :s03: ) :s68: , non mi ero accorto del fondale che in poche miglia era risalito di brutto, quindi calo velocità e salgo un po verso la superficie...

Il C.te in Seconda ci comunica di essere ad 1 nm dal punto di sbarco, andiamo a quota Radar, alziamo Radar e Periscopio per avere posizione delle navi.

Lanciamo gli incursori, i quali 30 min dopo arrivano alle navi, posizionano le cariche di esplosivo C4 sotto la chiglia e si allontanano verso SUD-EST.

E' uno spettacolo un po macabro: esplosioni, pezzi che volano in aria, le tre navi iniziano lentamente a piegarsi su un fianco, i tre Kilo gravemente danneggiati dalle esplosioni, scivolano in acqua ed affondano in un batter d'occhio, posandosi sul fondo a 50 metri di profondità...

 

Lentamente ci allontaniamo, scomparendo nell'abisso profondo...

Missione Compiuta... :s08:

 

 

Bellissima Missione, davvero molto divertente...Mi sono divertito molto...Ottima anche sta volta la cooperazione fra mezzi USA... :s20:

Complimenti ai nostri avversari, che si comportati egregiamente :s11:

Anche se alla fine uno lo abbiamo affondato e l'altro era in superifice, tutto danneggiato, che lanciava i SAM contro i nostri incursori :s03:

 

Grazie per la partita...alla prossima

Djmitri :s51:

Edited by Djmitri

Share this post


Link to post
Share on other sites

La missione di oggi si preannuncia durissima: la nostra task force ha come obiettivo il dislocamento di un’unità seal per l’affondamento di alcune navi cargo presso il porto militare russo di Petropavlovsk. Il dislocamento della squadra è affidato al Seawolf dei C.ti Djmitri e Palmuzz, mentre il C.te LeonX assieme al sottoscritto, a bordo di un 688i,, dobbiamo garantire adeguata copertura. Inutile dire che stiamo andando a cacciarci nella tana del leone, si prevede uno sbarramento di due SSN classe Akula II e di due unità navali russe, classe Kara e Sovremenny, oltre ad eventuali elicotteri anti som. Già in corso di briefing mi rendo conto della pericolosità dell’azione, aumentata dal fatto che il nostro compito è proprio quello di distrarre le unità russe dal Seawolf, che deve passarci silenzioso in mezzo, e attirare su di noi la loro attenzione facendo di conseguenza il maggior danno possibile. La situazione iniziale vede il Seawolf in direzione nordest rispetto a noi, il che vorrà dire che dovrà tenere una rotta in direzione approssimativa 275. mentre noi dovremo portarci in copertura più a nord. Si profila pertanto un incrocio che aumenta la pericolosità della situazione. Leon assume comandi e TMA, a me spettano sonar e armi. Rimango presto impressionato dall’abilità del mio compagno, che dirige con sicurezza verso la nostra presunta zona operativa e mi mette periodicamente nelle migliori condizioni di ascolto senza che nemmeno debba chiederlo: non posso che cercare di fare del mio meglio al sonar. Presto abbiamo alcuni contatti. All’inizio solo una grossa nave cargo verso ovest, poi improvvisamente si profilano i due DD che puntano dritti nella nostra direzione. Nel frattempo però c’è una debole traccia che mi insospettisce, e lo comunico alla squadra. E’ ancora vaga, potrebbe essere una fishing boat, tra la nave cargo e il Kara. Il c.te Palmuzz dal Seawolf mi comunica che da un’ispezione visiva potrebbe effettivamente essere una fishing boat, ma non si esclude che almeno uno dei due Akula stia sfruttando il traffico civile in zona come copertura. Mentre attendo di avere una traccia un po’ più precisa, preparo i siluri per i due DD. Ad un certo punto la situazione precipita: la terza banda di frequenza sul sonar in bandastretta non lascia dubbi sul terzo contatto sospetto: è proprio un’Akula!!!! La distanza stimata è di 5-6 miglia da noi, i due DD sono ormai a neanche 3 miglia e pare ci abbiano individuati! Che fare? Sparare su tutti e 3 i contati contemporaneamente non è possibile, abbiamo al massimo 4 siluri da lanciare e ne servono 2 per affondare un DD…il SW è meglio che non intervenga, per non rivelare la sua posizione: il suo carico di seals è troppo prezioso. Decidiamo di sparare comunque sui DD, nella speranza di riuscire a evadere la probabile risposta dell’Akula per il tempo necessario alla ricarica dei tubi. Vietato usare TASM: potrebbero essere facilmente riconosciuti dai russi, mentre così il nostro ambasciatore a Mosca potrà sempre sostenere che i DD siano stati affondati da un totano gigante. :s03: :s11: :s68:

Fuoco! I nostri siluri puntano dritti sui loro obiettivi, quasi subito il rimo colpisce il Kara e lo danneggia. Siluro in acqua contro di noi! L’akula ha risposto subito. Purtroppo i due siluri lanciati verso nord sul Sovremenny in fuga deviano pericolosamente ad ovest, verso le navi civili: cerco di filoguidarli nella giusta direzione, e lo stesso faccio con il secondo indirizzato al Kara, che pur in avaria, sta fuggendo verso sudovest. Ecco l’esplosione attesa: il Kara è affondato. Purtroppo ora dobbiamo fare i conti col siluro russo, proviamo a fuggire lanciando contromisure, ma i ping si fanno sempre più esistenti….non c’è più niente da fare! :s68:

Dopo il nostro affondamento, gli altri due MK48 agganciano e affondano il Sovremenny, al termine di una lunga fuga verso nord. Almeno abbiamo raggiunto l’obiettivo secondario e affondato le due unità navali.. In realtà abbiamo ottenuto anche un altro risultato, anche se non lo sappiamo: il secondo siluro indirizzato al Kara ha sfiorato l’Akula del C.te Truffa e l’ha costretto a manovre evasive talmente concitate da entrare in collisione col fondale, riportando danni al 98% dell’imbarcazione! Praticamente è fuori dai giochi, ma a noi non è dato saperlo, anzi sono rammaricato dal fatto di aver lasciato solo il seawolf con i due akula lì fuori pericolosi come serpenti. Più di tutto mi dispiace di non essere riuscito a seguire come avrei dovuto il siluro che ci veniva incontro, c'era una confusione terribile al sonar sia in banda larga che in banda stretta ed era comunque importante filoguidare bene i nostri Mark… però ahimè non ci sono scuse che tengano! :s43: Fortunatamente Djmitri e Palmuzz sanno il fatto loro, :s51: liquidano l’akula di Stefano (con a bordo il nostro agente segreto doppiogiochista, C.te Los Angeles, nome in codice Superpippo) e con grande abilità raggiungono l’obiettivo primario, mentre il C.te Truffa va alla deriva, osservando il seals fare il loro dovere senza poter intervenire.

 

In conclusione, grande affiatamento come sempre tra le unità della nostra squadra, e anche con il c.te LeonX (primo multistation assieme) mi sono trovato benissimo…Leon mi spiace davvero per il kia, me ne sento addosso tutta la responsabilità! :s06:

Complimenti alla squadra Ultima Tule :s20: : anche se decimata, ha condotto una tattica egregia, ponendosi con entrambi i som al posto giusto al momento giusto…ancora più che l’altra volta, la sfortuna vi ha giocato brutti scherzi…

 

Ma in ogni caso…grandissima missione (Djmitri “uomo editor dell’anno” colpisce ancora, e inoltre veleggia solitario ai vertici della classifica :s20: ) e grandissima Starfleet!!!!! :s51:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Come sempre devo fare i miei complimenti all'editor dell'anno Dimitri ,un altra volta una missione ben progettata, ben fatta,molto realistica e appassionante.

Il nostro compito era quello di proteggere le nostre navi dalla temibile marina USA e se possibile affondare i sub statunitensi.

La grande madre russia ci ha fornito 2 sub classe "akula",x proteggere le nostre coste, in uno siamo imbarcati io e il comandante Los Angeles,dal nick,si direbbe un americano convertito al comunismo, nel altro akula il C,.te Truffa.

Usciamo dalla nostra base in emersione ,i 2 comandanti si raccontano quello che vedono, dalla torretta, si salutano......,io sono racchiuso nello scafo dello squalo compresso fra la stazione di fuoco e quella della TMA.

Una volta usciti dalla base ,il sonar attivo dei nostri DD ci ricorda che abbiamo un lavoro da fare , io e L.A andiamo verso sud ,Truffa verso SE.

Aumentiamo la velocità x dirigersi al + presto verso la nostra zona di operazione,ci teniamo costantemente in contatto con Truffa.

Dopo un pò di tempo rallentiamo,x vedere di sentire i sub USA ,niente.........mentre il C.te Truffa ci avverte che probabilmente a nei suoi sensori acustici un 688 in direzione 180° circa.

La tensione sale,finalmente anche L.A mi avverte che probabilmente ha il 688 in direzione 090 ,inizio a fare la Tma ,ma mentre sto elaborando i dati ,gli americani lanciano 4 siluri in direzione Nord,che abbiano sentito il C.te Truffa?

Truffa ci avverte che ha una buona soluzione contro il 688, in effetti dopo pochi secondi gli lancia contro, purtroppo anche Truffa deve pensare alla propria pelle x lo meno 2 siluri l'hanno inquadrato nei propri sensori acustici.

Purtroppo sia io che Dani siamo spettatori nn paganti di questo film.......sentiamo un esplosione Truffa ci avverte che un siluro ha colpito una sua contromisura,poi il silenzio da parte di Truffa......che l'abbiano fatto fuori..................,molto peggio, nel tentativo di evadere dai siluri il nostro prode compagno a cozzato contro il fondale ,compromettendo la funzionalità del sub.

Dopo pochi secondi abbiamo finalmente una buona notizia il siluro di Truffa ha centrato il 688,ora siamo noi contro il Seawolf......

Prima del inizio dello scontro fra Truffa e il 688 ,Dani, mi aveva marcato un altro possibile contatto sub,in direzione SE,probabilmente è il SW ,inizio a lavorare sulla TMA,ma le linee sono intrecciatissime,cmq riesco a determinare la posizione e la probabile velocità.

Sono li che cerco di calcolare la distanza,quando il SW lancia verso di noi,dani mi dice di lanciare in Snapshoot.........,avevo preparato 2 siluri x tale evenienza, ma nella concitazione dell'azione mi sono scordato di riempire e equalizare i tubi,secondi sprecati......poi la mia imbranataggine fà il resto, riesco a lanciare solo un siluro ,con attivazione ,praticamente in italia,i siluri del SW ci colpiscono.........partita finità, Truffa essendfo fuori combattimento nn riesce a contrastare gli sbarchi degli incursori USA.

 

Che dire,mi scuso con Dani x la mia imbranataggine,ma purtroppo nn riesco a raggiungere un certo feeling con i comandi dei sub russi,lvedrò di migliorare,ma purtroppo questo è lo scotto del noviziato,Stesso discorso x la TMA manuale,avevo fatto poche missioni,ma se ci provo mai nn so a che punto sono,dove migliorare,preferisco sbagliare,ma provare ,che far fare a una macchina.

Ovviamente nn possono mancare i complimenti x gli avversari ,il SW praticamnte l'avevamo nelle cuccette e a L'ammiragli Truffa.

Finalmente ci sono segni di risveglio anche x L?ULTIMA TULE.

Grazie a tutti x la bella serata

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ma che infiltrato... ecco la verità...

 

Dopo essere stato avvicinato da un losco figuro, che mi ha offerto una cena di pesce per passare al "nemico", propendo per partecipare alla missione da mercenario, arruolato temporaneamente con Ultima Tule. Purtroppo non sono arrivate offerte allettanti da Star Fleet per convincermi di sabotare i sub Russi (solo qualche "voce dall'oltretomba", frasi minacciose ma ci vuole ben altro :s11: )

Mi metto così ai comandi di questo bell'Akula, facendo spesso visita alla stazione sonar.

Dopo un emozionante inizio con le due sagome nere che scivolavano silenziose per uscire da porto, ci mettiamo al lavoro.

Passa poco più un'ora di gioco e Truffa mi segnala che ha un 688i sul sonar verso est. Faccio un'accurata scansione delle varie tracce ed eccola lì... frequenza 60 ... possibile contatto USA.

Non faccio a tempo a comunicarlo a Stefano che un'altra linea, alla stessa frequenza, appare un po' più a sud dell'altra: direzione 120... interessante...

Purtroppo sparisce subito, coperta dalle prime esplosioni dei Mk48 lanciati da Leon. Passano alcuni minuti, ne approfitto per virare per verificare il falso contatto del rimorchiato e per portarmi sotto il layer.

Appena svaniscono i rumori delle esplosioni appaiono in tutto il loro splendore 3 linee di frequenza, possibile Seawolf, anzi certo visto che il 688i di Leon è sul fondo.

Comunico i dati a Stefano, ma un'altra esplosione (il secondo DD) mi oscura momentaneamente gli schermi. Ancora qualche minuto (ed un'altra virata di controllo) e riprendo contatto col Seawolf.

Qui le operazioni al TMA non sono tempestive, passano altri minuti... il bearing si sposta relativamente veloce... ciò significa che la distanza tra noi e il SW è ridotta... aspetto con ansia il nostro pesce uscire dai tubi quando il SW ci anticipa e un mk48 corre veloce nella nostra direzione.

Richiedo a Stefano il lancio in Snapshot e le contromisure.... comincio ad accelerare ma prima di fare manovre evasive voglio aspettare che il nostro siluro sia fuori.... passano pochi ma interminabili secondi... i ping ci martellano, sempre più veloci... e il nostro siluro non esce.... finalmente il dolce suono dell'aria compressa .... siluro e cm fuori... "35 nodi!! emersione rapida!!!"

Ma il Mk48 ormai è legato al nostro scafo con un cavo d'acciaio e ci segue .... pochi secondi dopo siamo mangime per gamberetti...

 

P.S.: sono d'accordo con Stefano che la TMA manuale se non si prova non si impara.... ma personalmente eviterei di sperimentare nel corso di un torneo. Per il lancio in Snapshot... ehhh ci vuole pratica... tranquillo che la prossima volta ci metterai la metà del tempo.... :s02:

 

 

Comunque complimenti a Djmitri per la missione e grazie a tutti per la bella serata :s20:

Edited by Los Angeles

Share this post


Link to post
Share on other sites
P.S.: sono d'accordo con Stefano che la TMA manuale se non si prova non si impara.... ma personalmente eviterei di sperimentare nel corso di un torneo.

 

Si concordo anchio... :s10:

Share this post


Link to post
Share on other sites
solo qualche "voce dall'oltretomba", frasi minacciose ma ci vuole ben altro

 

Macchè frasi minacciose, era solo il tentativo di qualche anima buona per convincerti che in realtà Superpippo è una Superpippa! :s03: :s03: :s11:

 

Grazie dei complimenti Leon, ne sono davvero onorato, comunque non vorrei che la mia nota di autocritica togliesse merito a chi invece è stato l'artefice del nostro affondamento, cioè Umberto, che in pochissimo tempo ha fatto un controlancio perfetto: questo rende sempre mooooolto complicato cavarsela... :s20:

 

Grazie ancora a tutti per la missione, se penso agli strafalcioni che facevo in autunno, e non solo io, e alle belle partite che invece stiamo cominciando a fare...bisogna dire che il gruppo cresce eh! :s51: :s51:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ecco che per la prima volta mi vengono affidati nel torneo delle stanze abbastanza importanti.. Nel brefing ho avuto un po' paura di non farcela, vista l'eccessiva tecnologia del sonar del Seawolf, ma appena iniziata la partita mi sono messo subito a mio agio.. Partita delicatissima, il nostro SeaWolf deve far sbarcare dei seal vicino alla costa Russa protetta massicciamente da molte navi di superficie e sub. Per la prima mezz'ora decidiamo di avvicinarci alla costa sotto il layer alla folle velocità di 38 nodi.. Il Sonar e pressochè inservibile e aspetto con ansia il momento di arrivo.. I nostri due comandanti (del SW e del 688) decidono di avvicendarsi per ascoltare i rumori, mentre l'altro sarebbe andato alla massima velocità sotto il layer.. Il primo passaggio è abbastanza tranquillo.. I nostri sensori segnalano alcune navi commerciali di superficie (Oiler e alcune fishing boat) e i due DD. Anche i ping delle navi si fanno sentire, ma non fanno paura.. Verso metà percorso Leon ci avverte di una presunta presenza di un Akula nelle nostre immediate vicinanze.. I miei sensori (in banda stretta) non rilevano nulla, forse oscurati dal rumore del Kara.. Solo nel momento che ha seguito il lancio da parte del 688 I ho una piccola soluzione su un probabile Akula, ma le esplosioni mi rendono sordo.. Allorchè Djmitri decide di andare ancora alla massima velocità, mentre siamo coperti dalle esplosioni. Una volta rallentato, mi avverte di controllare un contatto sospetto, M03.. Precedentemente avevo tralasciato questo contatto in quanto già stato marcato ed essendo stato qualificato come Fishing Boat. Ricontrollo. Sul banda larga il rumore è forte, striscia visibilissima. Il banda stretta non lascia dubbi, Project Akula.. Il comandante djmitri con molta calma e senza esitazione in pochi secondi lancia i siluri, che in 1 minuto, data la vicinanza, esplodono entrambi contro lo scafo dell'AKULA.. Io e djmitri ci guardiamo in faccia.. effettivamente se non avesse perso tempo l'AKULA ci avrebbe potuto fare molto male, e la partita sarebbe finita diversamente.. Comunque continuiamo la nostra corsa.. Io rimango in attento ascolto per captare magari qualche suono dall'altro sub nemico superstite, che però non udirò mai. Lanciamo i SEAL, e in mezz'ora gli obiettivi sono distrutti, mentre djmitri guarda dal suo periscopio gli scoppi che sembrano dei fuochi d'artificio..

 

Che dire, bellissima partita.. i tempi erano ottimi, e c'era il pefetto connubbio tra tempi di navigazione e tempi di azione.. :s20:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Partiamo alla velocità massima, in emersione, salutiamo dalla torretta l'equipaggio dell'altro sub, nostro alleato in questa partenza di emergenza... facciamo finta di salutare, ma in realtà controlliamo a vista quel nuovo comandante dall'aria sospetta :s03: , lo seguiamo fino a che non ci comunica di aver intenzione di immergersi, noi diamo un'ultima occhiata all'antenna esm e poi lo seguiamo.

Loro faranno rotta più a sud, io mi fermerò proprio davanti al porto, a circa 10nm di distanza dal golfo, dopo il breve tragitto rallento per mettermi in ascolto, c'è un bel traffico mercantile, decido quindi di procedere tra il nostro dd in pattuglia e una petroliera che sta facendo rotta verso nord in modo da cercare di confondermi.

 

Non ci vuole molto per iniziare a sentire 1 contatto a sud-est, anzi 2, uno più a sud, vanno e vengono, comunico il tutto al altro sub, loro confermano di avere un contatto a sud, rallento in modo da fare meno rumore possibile, i contatti sono deboli... o sono lontani, o vanno lentissimi...

Dopo poco mi accorgo che c'è uno strato termico, senza esitare vado sotto, ed ecco un bel 688i con relativa soluzione di tiro, non faccio in tempo però ad impostare un siluro su di lui che lo sentiamo lanciare... cambio rotta verso nord, termino le impostazioni di lancio e senza esitare faccio partire un 53cm sul rilevamento, passo a 8 nodi, un siluro sembra andare a nord, ma ne hanno lanciato 4... infatti, come temevo, 2 iniziano a pingarmi, sono molto vicini ed ho poco tempo per evadere, lancio subito una contromisura ed alla max velocità mi porto a 10mt dal fondo, i ping si fanno sempre più insistenti, ad un certo punto un esplosione, (all'inizio ho pensato erroneamente che un mk48 fosse esploso sulle mie contromisure, invece ha colpito il dd poco a sud della mia posizione) i ping cessano per pochi istanti ed io continuo la mia fuga verso nord, il mio siluro sembra aver agganciato qualcosa... ma non riesco a seguirlo perchè l'mk48 superstite ricomincia a pingare, lancio un'altra contromisura ma non sembra ingannarlo, ormai vicinissimo... dandomi per spacciato, le brutte notizie non terminano mai, do un occhiatta alla profondità e sgomento!!! 1mt dal fondo, svuoto le casse di zavorra e faccio una violenta virata di 90°, troppo tardi, urto violentemente contro il fondo ed arrivo a malapena in superfice, sento ancora pochi ping e poi silenzio... il siluro mi ha mollato... poco dopo un'esplosione, il mio ha fatto centro!!

La gioia però, dura solo fino all'arrivo del rapporto danni, per farla breve siamo alla deriva su un rottame d'acciaio contenente un reattore nucleare... comunico i fatti ai miei compagni di squadra e gli auguro buona fortuna, sono fuori dai giochi...

Dopo poco tempo il mio eqipaggio non si da per vinto ed inizia a sistemare l'aggiustabile, posso ancora controllare metà dei siluri ed il sonar trainato ritorna ad essere utilizzabile ma la navigazione è impossibile dato che i timoni sono andati e la velocità max è di 1-2 nodi...

 

Triste verità, dopo aver sentito diversi lanci, il nostro Akula alleato è colpito mortalmente... inizio dunque (non sapendo che fare) un'opera di osservazione con il binocolo verso il nostro porto e... vedo una piccola imbarcazione dirigersi verso di esso... seal... dalla cortina trainata mi comunicano anche il contatto del sub nemico, faccio allagare tutti i tubi utilizzabili, imposto il lancio, ma... non c'è pressione... il compressore sarà pronto fra 2 ore... :s05:

Vado su tutte le furie, vedere la sconfitta, e non poter fare nulla....

Noto allora che la torretta AA è ancora funzionante, ordino dei lanci verso il mezzo da sbarco ma sono troppo lontani, i SAM non hanno sufficente autonomia :s06: non mi resta cha aspettare un rimorchiatore ed imprecare per aver lasciato sfuggire il sub nemico sotto i miei occhi...

la scena più triste arriva proprio alla fine, una dopo l'altra le tre navi ormeggiate in porto saltano in aria... prima ed ultima immersione per i nostri kilo da esse trasportati... stamo perdendo la guerra...

 

 

Missione bellissima ed adrenalinica, complimenti a tutti: all'equipaggio del 688i per i lanci perfetti sui dd, il mio controlancio era buono ma la vostra manovra evasiva migliore, mi è andata bene... ai miei soci sull'akula, in particolare a Daniele per aver partecipato con noi, ed infine, ottimo lavoro al sw, se non avessi cozzato però ve la sareste vista brutta :s11: non vedo l'ora di giocare la prossima, adesso vado a rosicare un altro po' :s68:

Share this post


Link to post
Share on other sites
ed infine, ottimo lavoro al sw, se non avessi cozzato però ve la sareste vista brutta :s11: :s68:

 

TAnto ti stavamo tendendo d'occhio :s41:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Beh sarebbe stata una bella sfida, io avrei potuto comunque sfruttare uno dei pochi vantaggi dei sub russi, gli stallion, e poi levarmi velocemente, anche se non vi avessi colpito ci sarebbe stata la possibilità di farvi perdere tempo e di impedirvi di raggiungere l'obiettivo :s11:

 

Speriamo nella prossima :s15:

 

 

p.s. sono sempre più agguerrito eh :s31: :s03:

Share this post


Link to post
Share on other sites

C'è ormai il povero Truffa che gioca con il sangue negli occhi ---> :s05: :s05: :s05:

 

 

:s03: :s03: :s03: :s11:

Edited by Djmitri

Share this post


Link to post
Share on other sites

P.S.: sono d'accordo con Stefano che la TMA manuale se non si prova non si impara.... ma personalmente eviterei di sperimentare nel corso di un torneo.

si,posso essere anche d'accordo che nn era il momento giusto,ma i veri comportamenti,virate, cambi di layer, ecc... si trovano in missioni simili,difficilmente contro l'AI.

Cmq vedrò di migliorare,prima in single palyer,x essere abbastanza pronto in multy.

ciauzz

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

  • Forum Statistics

    • Total Topics
      44,688
    • Total Posts
      518,741
×