Jump to content
Sign in to follow this  
samurai

La Regia Marina In Spagna 1936-1939

Recommended Posts

La Regia Marina in Spagna 1936-1939

Autore: Patrizio Rapalino

Editore: Mursia

Anno: 2007

prezzo: euro 22,00

reperibilità : facile

 

regiamarinaspagnalq6.jpg

 

Appena acquistato, attirato dalla prefazione di Alberto Santoni...

 

«L'abitudine ad affrontare tematiche del genere consente al comandante Rapalino il dovuto distacco da vicende spinose, su cui altri scrittori hanno invece fornito interpretazioni di parte, caratterizzate dall'immancabile messaggio politico.»

 

 

in attesa di una mia recensione, vi posto il commento del sito dell'editore www.mursia.com:

 

Il ritorno di Gibilterra in mani amiche, lo sfruttamento delle Baleari contro le linee di comunicazione francesi e la penetrazione dell'industria italiana in Spagna costituivano gli obiettivi politico-strategici da conseguire con il generoso intervento nella guerra civile spagnola, scoppiata nel luglio del 1936. Per interrompere il flusso di aiuti militari provenienti dall'Unione Sovietica e diretti ai governativi, Mussolini mise in campo, a favore degli insorti nazionalisti del generale Franco, considerato suo alleato anche per il futuro, sommergibili e navi della Regia Marina.

L'autore afferma che anche se tali obiettivi furono perseguiti con aggressività  e risolutezza, contravvenendo al diritto internazionale, non si deve giungere alla troppo semplicistica conclusione che la Regia Marina fosse una forza armata di fascisti. Allora, come oggi, ogni marina era uno strumento al servizio della politica estera dello Stato di appartenenza, a prescindere dal tipo di governo, ed eseguiva precise direttive e chiare "regole d'ingaggio".

 

 

L'autore

 

 

Patrizio Rapalino, capitano di vascello della Marina Militare italiana, è nato ad Alba nel 1961. Dopo il Collegio Navale Morosini, ha frequentato l'Accademia Navale dal 1980 al 1984. E' stato imbarcato per oltre 15 anni a bordo di diverse unità , partecipando a numerose missioni all'estero. Laureato in storia all'Università  di Pisa nel 2000, E' docente di strategia dell'Istituto di Studi Militari Marittimi di Venezia. Collabora con riviste specializzate su argomenti di politica estera e militare.

 

 

--------------------------------------------------------------------------------

 

 

PS: mi scuso per non aver postato la copertina, ma NON RIESCO AD INSERIRE IMMAGINI!!! se possibile qualcuno dei Com.ti potrebbe darmi delucidazioni via PM? Grazie e scusate ancora...

Edited by Totiano
aggiunta copertina

Share this post


Link to post
Share on other sites

il CV Rapalino presta servizio a Maristudi venezia e non è escluso che lo si incotri al prossimo raduno nella città  veneta.

 

il libro invece ho appena finito di leggerlo e mi sa che lo iniziaerò da capo.

E' un libro interessantissimo e nonostante sia storico non riesce mai noioso (impresa non facile)

riesce a far capire a tutte le tipologie di lettori gli eventi storici e politici che portarono agli interventi e alle regole di ingaggio nella guerra di spagna con una lucidità spettacolare.

 

perchè rileggerlo? per l'unica nota dolente di ogni libro storico ovvero la immensa quantità  di note. personalmente preferisco leggere una prima volta il libro tutto d'un fiato e poi rileggerlo nuovamente andando a verificare le note...

Share this post


Link to post
Share on other sites

ho trovato questa recensione sul notiziario della Marina che mi sembra davero degna del libro:

 

autrice della recensione Sabrina Martorano

 

ll volume "La Regia Marina in Spagna, scritto dal Capitano di Vascello Patrizio Rapalino, è una storia di politica internazionale che nasce a seguito dell'apertura dell'archivio più segreto della Marina, quello che celava per motivi di stato lo scomodo impegno navale italiano nell'area della penisola iberica. L'autore tratta, in modo dichiaratamente

anticonformista, il percorso storico che la Regia Marina compie nel periodo intercorso tra l'anno 1936 ed il 1939. Per

gli italiani, sono gli anni alla vigilia del secondo conflitto mondiale; i nostri marinai compiono azioni di appoggio alla

Guerra civile spagnola, agli ordini degli Ammiragli e per decisione di Mussolini. Nella fase della politica coloniale

fascista - nel 1936 l'Italia conquista l'Etiopia - in Spagna scoppia il conflitto tra il governo di sinistra e i nazionalisti di

destra. Gli aneddoti, a volte scomodi, che costituiscono il dato dell'inervento italiano alle azioni militari della guerra

civil sono trattati senza ripensamenti, in libertà , alla ricerca delle motivazioni politico-strategiche. Il Comandante Rapalino racconta del flusso di aiuti militari e delle presenze delle navi da guerra anche per difendere il traffico mercantile che il Paese stimava come patrimonio nazionale, necessario per raggiungere il pieno controllo e la sicurezza del mare.

Share this post


Link to post
Share on other sites

il comandante Rapalino (che ci segue assiduamente) mi ha pregato di estendervi questo invito, quale prologo di Ancona...

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

  • Forum Statistics

    • Total Topics
      44,562
    • Total Posts
      516,773
×