Jump to content
  • Utenti

    • Totiano

      Totiano 0

      Membro Consiglio Direttivo - MS*
      Joined:
      Last active:
    • Alagi

      Alagi 0

      Tenente di Vascello
      Joined:
      Last active:
    • Odisseo

      Odisseo 0

      Secondo Capo
      Joined:
      Last active:
    • brin

      brin 0

      Capo di 1a classe
      Joined:
      Last active:
    • Marco U-78 Scirè

      Marco U-78 Scirè 0

      Membro Onorario
      Joined:
      Last active:
    • Iscandar

      Iscandar 0

      Capo di 1a classe
      Joined:
      Last active:
    • malaparte

      malaparte 0

      Moderatore Area Tematica - S*
      Joined:
      Last active:
    • de domenico

      de domenico 0

      Tenente di Vascello
      Joined:
      Last active:
    • lazer_one

      lazer_one 0

      Membro Consiglio Direttivo - MS*
      Joined:
      Last active:
    • malaspina

      malaspina 0

      Moderatore di Sezione - MS*
      Joined:
      Last active:
    • Alfabravo 59

      Alfabravo 59 0

      Capo di 1a Classe - MS*
      Joined:
      Last active:
    • danilo43

      danilo43 0

      Tenente di Vascello - MS*
      Joined:
      Last active:
    • serservel

      serservel 0

      Tenente di Vascello - MS*
      Joined:
      Last active:
    • Von Faust

      Von Faust 0

      Moderatore Area Tematica - MS*
      Joined:
      Last active:
    • Lefa

      Lefa 0

      Capo di 1a classe
      Joined:
      Last active:
    • GM Andrea

      GM Andrea 0

      Membro Consiglio Direttivo - MS*
      Joined:
      Last active:
    • Red

      Red 0

      Capo di 1a Classe - MS*
      Joined:
      Last active:
    • old_fly37

      old_fly37 0

      Membro Onorario
      Joined:
      Last active:
    • marat

      marat 0

      Capo di 1a classe
      Joined:
      Last active:
    • R.Hunter

      R.Hunter 0

      Membro Onorario
      Joined:
      Last active:
    • Charlie Bravo

      Charlie Bravo 0

      Capo di 1a classe
      Joined:
      Last active:
    • sertore

      sertore 0

      Tenente di Vascello - MS*
      Joined:
      Last active:
    • Massimiliano Naressi

      Massimiliano Naressi 0

      Sottocapo - S *
      Joined:
      Last active:
    • canarb

      canarb 0

      Sottotenente di Vascello
      Joined:
      Last active:
    • Keltos

      Keltos 0

      Sottotenente di Vascello
      Joined:
      Last active:
    • pugio

      pugio 0

      Capo di 1a classe
      Joined:
      Last active:
    • Djmitri

      Djmitri 0

      Moderatore di Sezione
      Joined:
      Last active:
    • Drakken

      Drakken 0

      Moderatore di Sezione - MS*
      Joined:
      Last active:
    • Bubbe

      Bubbe 0

      Capo di 1a classe
      Joined:
      Last active:
    • Navy60

      Navy60 0

      Capo di 1a Classe - S*
      Joined:
      Last active:

Silvio

Guardiamarina
  • Content Count

    560
  • Joined

  • Last visited

About Silvio

  • Birthday 11/30/1975

Contact Methods

  • Website URL
    http://
  • ICQ
    0

Profile Information

  • Gender
    Male
  1. Silvio

    La Marina Bonifica Il Lago Maggiore

    Ricordo molto bene... Un F15 fece frettolosamente ritorno dalla missione di bombardamento causa problemi non meglio precisati e, per evitare pericoli in fase di atterraggio, sganciò il carico bellico (le bombe non erano state attivate) proprio nel golfo di Maderno. Ma se non sbaglio, qualcuno si affrettò anche a recuperarle, dato che nella fretta erano state sganciate in acque non troppo profonde... Ciao s.
  2. Silvio

    Venti Di Guerra Fra Le Due Coree

    c'è da sperare che si limitino a tirar su le maniche e far vedere i tatuaggi sui bicipiti... La Corea del Nord non sembra guidata da una classe dirigente particolarmente stabile dal punto di vista psichiatrico e la zona non è delle più "fresche" (non solo climaticamente parlando). L'escalation potebbe essere più rapida e incontrollata di quanto si possa prevedere...
  3. Silvio

    10 Anni E 20 Giorni

    Trovata (e acquistata, ma avevate dubbi?) in libreria l'edizione Sarasota. Confermo sin dalle prime pagine la presenza di errori di "copiatura", che portano tutti con sè il DNA dei maledetti OCR utilizzati per tradurre dalla carta stampata al formato elettronico i testi. Vi assicuro che quando l'ho visto sullo scaffale, prima mi ha preso la tachicardia, poi le lacrime e infine quella sensazione di "torcibudella" che capita spesso quando si raggiunge l'estasi emotiva. L'unico vero neo, a mio avviso (ma questo è un mio pallino da appassionato di fotografia), la mancanza di opportuna documentazione fotografica nelle pagine centrali: non so resistere alle tinte sepia un po' sgranate o ai colori desaturati delle vecchie fotografie...
  4. Silvio

    Ultimi Mezzi...e Poi?

    La risposta "di pancia" vorrebbe che fosse giusto, anzi giustissimo, lasciarli alla deriva con poca acqua come nel XVIII secolo. La risposta "di testa" vorrebbe che fosse sufficiente risolvere i problemi che stanno alla radice del loro essere pirati. A mio avviso il problema non può essere sdoganato nè in un modo, nè nell'altro. Il rasoio di Ockham non funziona nelle cose spicciole della vita di tutti i giorni, figuriamoci quando si vogliono affrontare problemi di questa caratura! La soluzione di pancia non è certo risolutiva: morto un pirata se ne fa - solitamente - un altro (e forse anche due o tre). Tuttavia metterli in una prigione occidentale per qualche mese e poi rispedirli al mittente non è metodo più efficace: vedono da lontano il benessere dell'occidente (a volte mi chiederei anche quale) senza poterne attingere a piene mani. Così ne aumenti l'astio e il risentimento, in sostanza produci dei pirati ancora più in*****ti... Il problema ha certamente una forte componente di base da ricercarsi nella povertà: molti (ma non tutti) si danno alla pirateria perchè la considerano una via breve ed efficace per risolvere la propria situazione di miseria. Tuttavia come si fa a risolvere la povertà del terzo mondo? Personalmente non ho la risposta in tasca e mi sembra che sia una discussione che va avanti da molti anni senza una soluzione definitiva (e questa mia idea è suffragata dal fatto che non si riesce a risolvere il problema dei poveri nemmeno nel "primo" mondo...). Tutte le soluzioni adottate fino ad oggi non sembrano essere molto efficaci, ma non credo si possa dare la colpa solo ed unicamente all'occidente che non fa, fa poco, fa troppo... Alla fine, pensiamoci: dare i soldi ai governi con i fantastici piani del Fondo Monetario Internazionale significa permettere a dei trogloditi con velleità dittatoriali di armarsi fino ai denti mentre la loro gente muore di fame, mentre sfamare la gente con i vari programmi di aiuti significa alimentare solo delle forme di "parassitismo" (passatemi il termine...) che non daranno mai la possibilità a questa gente di crescere economicamente, umanamente e professionalmente (oltre al fatto che spesso i convogli di aiuti alimentari vengono depredati da pirati - di mare o di terra non fa differenza). Le forme di finanziamento diretto o di microcredito portano con sè l'effetto collaterale di esporre i singoli individui (quelli con voglia di sbattersi, inventiva e buona volontà) al taglieggiamento da parte di chi, tutto sommato, con il crimine ci campa a meraviglia. Forse si potrebbe trovare una soluzione a metà strada tra pancia e testa, punendo con durezza chi tira le fila della pirateria (mercanti di armi, trafficanti di varia natura ecc...), penalizzando economicamente chi alla pirateria si dedica e commissariando (sì, penso ad un commissariamento simile a quello che adotta il Governo con le amministrazioni comunali che non riescono a funzionare) i governi che non utilizzano correttamente gli aiuti economici. Ma temo che neppure questo sarà risolutivo... Ciao Silvio
  5. Silvio

    Cordoglio, Tristezza Rabbia

    Onore ai nostri caduti ed un abbraccio alle famiglie! Purtroppo hai ragione.
  6. Silvio

    9000?!?

    Complimenti Dir! Elegantemente, si potrebbe dire che, più che a causa dell'età, è perchè parli tanto... :s03:
  7. Silvio

    Motoscafo Corazzato

    LINK al sito del produttore... Che sia la rinascita dei MAS?
  8. Corretto, e la "controparte" era il Newport News, classe Los Angeles... Correva l'anno 2007, se il neurone non mi tradisce... ciao
  9. Questo incidente mi ricorda un analogo inconveniente di qualche anno fa, tra l'altro, se non erro, ancora lì nei paraggi... Quella volta una superpetroliera "risucchiò" verso la superficie un battello, semplicemente passandogli sopra... Ricordate?
  10. Lieto di rivedervi e farmi rivedere! :s02: A parte la superstizione, penso si possa dire che sull'Hartford, dell'equipaggio coinvolto nell'incidente al massimo sarà rimasto forse il cuoco... Di certo il comandante sarà stato sbarcato assieme all'intero SM del battello... Il fatto che si ripeta un incidente sulla stessa unità mi dà da pensare a due cose, entrambe raccapriccianti: 1) l'unità ha problemi all'equipaggiamento che non permettono una navigazione sicura; 2) il livello di operatività degli equipaggi è piuttosto scarsino... Riguardo al punto 1, credo possiamo escludere problemi di natura tecnica. non tanto perchè non siano stati citati, quanto perchè dubito che gli USA mandino in giro (ed ancor più, lì in quell'area...) un battello rappezzato... Quindi rimane il punto 2, su cui non mi posso esprimere... Fermo restando che le variabili in gioco in un battello e - ancora di più - in un "incontro" tra un battello e un'unità di superficie sono tante e ingovernabili, che ne pensate?
  11. Scontro sottomarino-nave da guerra Golfo Persico, coinvolti due mezzi Usa Una nave militare anfibia e un sottomarino nucleare, entrambi americani, sono entrati in collisione nello Stretto di Hormuz, all'entrata del Golfo Persico, fra l'Iran e gli Emirati arabi, provocando una quindicina di feriti leggeri tra i due equipaggi e la perdita di alcune migliaia di litri di carburante. Lo rende noto la Cnn, citando fonti del comando della Quinta Flotta americana nel Golfo. Nell'incidente sono rimasti coinvolti il sottomarino a propulsione nucleare "Uss Hartford" e la nave anfibia "Uss New Orleans". I 15 feriti sono marinai che si trovavano a bordo del sottomarino. Le loro ferite sono state giudicate lievi e, dopo la medicazione, i marinai sono tornati al lavoro. Mentre la New Orleans ha riportato solo danni materiali. Nell'impatto si è rotto uno dei serbatoi di carburante causando la fuoriuscita in mare di 94.000 litri di diesel. Lo ha riferito il comando della flotta in Barhein. Entrambe le imbarcazioni sono rimaste in servizio nell'area. Al momento il comando della Quinta Flotta statunitense fa sapere che "sono in corso valutazioni dei danni". La stessa fonte dichiara comunque che l'impianto di propulsione del sommergibile nucleare non ha subito guasti. Il Pentagono ha avviato un'inchiesta sull'accaduto. La collisione si è verificata nel trafficatisssimo stretto di Hormuz, il collo di bottiglia del Golfo Persico. Lungo i suoi 33 chilometri transitano ogni giorno 17 milioni di barili di petrolio: il 40% del traffico marittimo di greggio, pari a 43 milioni di barili. E' il più importante crocevia petrolifero del mondo. Fonte: TGCom
  12. Silvio

    Betasom è In Lutto!

    Apprendo ora, con profondo dispiacere, della scomparsa dell'Amm. Ranieri. Non ho mai avuto l'onore di conoscerlo di persona, ma ne ho apprese le gesta attraverso Giampiero, il suo sito e attraverso Betasom: anche per via "indiretta" si poteva percepire la forza d'animo di quest'Uomo, forza d'animo che è propria dei Grandi. Un grande e sentito abbraccio a Giampiero ed alla sua famiglia anche da parte mia! Silvio
  13. Capita l'antifona: il qualunquismo è necessità unilaterale, mi rendo conto. Rimossi i miei post, così più nessuno si offende. Cordiali saluti
  14. Silvio

    Se Scrivo "spriano"

    Forza, possibile che non vi venga in mente nessun manometro? Beh, nel mio ultimo cambio di lavoro, sono di sede proprio di fronte a loro! Peccato che l'azienda sia in crisi e i posti di lavoro siano a rischio...
  15. Forse non tutti sanno che... Il Reggimento "La Marina", costituito nel 1713 e ampliato nel 1815, integrando un reggimento di marinai e uno di fanteria, il giorno 8 aprile 1848, nella Battaglia di Goito, ebbe il proprio battesimo del fuoco nella I Guerra d'Indipendenza. Nello stesso giorno "esordirono" i Bersaglieri del Gen. La Marmora (peraltro ferito in azione). ONORI!
×