Jump to content
  • Utenti

    • Totiano

      Totiano 0

      Membro Consiglio Direttivo - MS*
      Joined:
      Last active:
    • Alagi

      Alagi 0

      Tenente di Vascello
      Joined:
      Last active:
    • Odisseo

      Odisseo 0

      Secondo Capo
      Joined:
      Last active:
    • brin

      brin 0

      Capo di 1a classe
      Joined:
      Last active:
    • Marco U-78 Scirè

      Marco U-78 Scirè 0

      Membro Onorario
      Joined:
      Last active:
    • Iscandar

      Iscandar 0

      Capo di 1a classe
      Joined:
      Last active:
    • malaparte

      malaparte 0

      Moderatore Area Tematica - S*
      Joined:
      Last active:
    • de domenico

      de domenico 0

      Tenente di Vascello
      Joined:
      Last active:
    • lazer_one

      lazer_one 0

      Membro Consiglio Direttivo - MS*
      Joined:
      Last active:
    • malaspina

      malaspina 0

      Moderatore di Sezione - MS*
      Joined:
      Last active:
    • Alfabravo 59

      Alfabravo 59 0

      Capo di 1a Classe - MS*
      Joined:
      Last active:
    • danilo43

      danilo43 0

      Tenente di Vascello - MS*
      Joined:
      Last active:
    • serservel

      serservel 0

      Tenente di Vascello - MS*
      Joined:
      Last active:
    • Von Faust

      Von Faust 0

      Moderatore Area Tematica - MS*
      Joined:
      Last active:
    • GM Andrea

      GM Andrea 0

      Membro Consiglio Direttivo - MS*
      Joined:
      Last active:
    • Lefa

      Lefa 0

      Capo di 1a classe
      Joined:
      Last active:
    • Red

      Red 0

      Capo di 1a Classe - MS*
      Joined:
      Last active:
    • old_fly37

      old_fly37 0

      Membro Onorario
      Joined:
      Last active:
    • marat

      marat 0

      Capo di 1a classe
      Joined:
      Last active:
    • R.Hunter

      R.Hunter 0

      Membro Onorario
      Joined:
      Last active:
    • Charlie Bravo

      Charlie Bravo 0

      Capo di 1a classe
      Joined:
      Last active:
    • sertore

      sertore 0

      Tenente di Vascello - MS*
      Joined:
      Last active:
    • Massimiliano Naressi

      Massimiliano Naressi 0

      Sottocapo - S *
      Joined:
      Last active:
    • canarb

      canarb 0

      Sottotenente di Vascello
      Joined:
      Last active:
    • Keltos

      Keltos 0

      Sottotenente di Vascello
      Joined:
      Last active:
    • pugio

      pugio 0

      Capo di 1a classe
      Joined:
      Last active:
    • Djmitri

      Djmitri 0

      Moderatore di Sezione
      Joined:
      Last active:
    • Drakken

      Drakken 0

      Moderatore di Sezione - MS*
      Joined:
      Last active:
    • Bubbe

      Bubbe 0

      Capo di 1a classe
      Joined:
      Last active:
    • Navy60

      Navy60 0

      Capo di 1a Classe - S*
      Joined:
      Last active:
    • Regia Marina

      Regia Marina 0

      Sottocapo - MS *
      Joined:
      Last active:

cesareb

Comune di 2a classe
  • Content Count

    64
  • Joined

  • Last visited

About cesareb

  • Birthday 03/25/1968

Contact Methods

  • Website URL
    http://
  • ICQ
    0

Profile Information

  • Gender
    Male
  • Location
    Marina di Carrara

Previous Fields

  • Indirizzo Skype
    cesarebrr
  • Indirizzo Email Pubblico
    cesarebalzi@libero.it
  1. cesareb

    Scirè Il Sommergibile Della Decima

    Se qualcuno si fosse perso la serata del 1° dicembre u.s. a Venezia, segnalo: Adria (Rovigo), venerdì 27 gennaio 2017 ore 21.00 - sede Club Subacqueo Delta Sub Adria - via Dante, 1 Adria (Rovigo). Presentazione "Scirè, il sommergibile della Decima. La ricostruzione del relitto in 3D, frutto dell'attività della Iantd Expeditions". Organizzato da Delta Sub Adria A.s.d. - punto di contatto segretario Cesare Zen cell. 34337300250 info@deltasubadria.it
  2. IANTD Expeditions Regina Margherita 2016 Nell’ambito della spedizione subacquea Regina Margherita 2016, è stato localizzato, nelle acque a est della penisola del Karaburun, il relitto della torpediniera italiana Andromeda, affondata la notte tra il 16 e il 17 marzo 1941, nel corso della Seconda Guerra Mondiale, da aerosiluranti inglesi Fairey Swordfish. Perirono con la nave 50 uomini (45 risultarono dispersi mentre solo cinque furono i corpi recuperati), mentre 87 poterono essere tratti in salvo. Per tutti gli uomini dell'equipaggio, morti e sopravvissuti, fu decretata la Croce di guerra al valor militare il 23 giugno 1941. La torpediniera Andromeda giace oggi, spezzata in due parti e prevalentemente ricoperta da reti, su un fondale sabbioso alla profondità di 53 metri. Sul relitto è stata realizzata una completa copertura video fotografica che ha portato all’identificazione ufficiale della nave, in collaborazione con l’Ammiraglio Giuseppe Celeste, presidente dell’Associazione Amici del Museo e della Storia di La Spezia, in particolare grazie all’individuazione dei tre cannoni 100/47 millimetri OTO mod.35 ed il ritrovamento della Stella d’Italia sull’estremità della prora. Hanno partecipato alle immersioni trainer, istruttori e subacquei della Iantd esperti nell’utilizzo di miscele trimix e nitrox, con competenze utili allo svolgimento dei compiti della spedizione; essi sono: Cesare Balzi capo spedizione, Massimiliano Canossa vice-capo spedizione, Michele Favaron fotografo subacqueo, Beni Haxhiaj fotografo esterni, Edoardo Pavia vide operatore subacqueo, Mauro Pazzi fotografo subacqueo, Igli Pustina responsabile organizzativo (presidente Federazione Subacquea Albanese). Hanno assistito alle operazioni gli archeologi Mariglen Meshini, rappresentante della Archaeological Service Agency di Tirana e Kriledian Çipa, rappresentante del South Regional Directorate of National Culture di Valona.
  3. Gent,mi, la Presidenza ed il Consiglio Direttivo del Circolo Sottufficiali M.M. della Spezia hanno il piacere di invitarVi alla presentazione del libro" Gli U boot tedeschi a La Spezia 1941 - 1944" che si terrà, a cura dell'autore Gianni Bianchi, il giorno 18 dicembre p.v. alle ore 18.00 presso il Salone delle Feste del Circolo Sottufficiali M.M. con sede in Piazza d'Armi, 15 a La Spezia. Telefono reception 0187 782540. Ingresso libero. Ringraziandovi, C. Balzi
  4. Per informazione: http://www.ligurianotizie.it/index.php?opt...&Itemid=543
  5. Segnalo a questo link un breve filmato relativo all'argomento: http://vimeo.com/35688767
  6. Grazie De Domenico. Al di là dell'articolo apparso su MondoSommerso, la volontà di arrivare ad un'identificazione ufficiale della nave è sempre viva. A marzo riprenderò le immersioni sul relitto e la sua "folle idea" sarà presa in considerazione per prima.
  7. Nel ringraziare tutti i cortesi Comandanti che in questo forum hanno fornito informazioni utili nel cercare di identificare la nave rinvenuta due anni fa al largo delle coste istriane, segnalo sul numero di gennaio-febbraio di MondoSommerso l'articolo con il resoconto delle ricerche. ALLA RICERCA DI UN'IDENTITA' Le immersioni su un relitto a Medulin, un tempo borgo di pescatori, oggi centro turistico sulla punta meridionale dell’Istria. Uno scafo affiorante dalla sabbia alla profondità di 50 metri, un cannone, un’ancora ed altri curiosi oggetti al centro di un’appassionante ricerca. Testo di Cesare Balzi – Foto di Gianfranco Cuoccio. image upload
  8. cesareb

    Motonave Paganini

    Il frontespizio di due documenti di cui sopra: image hosting jpeg image host
  9. cesareb

    Motonave Paganini

    Gent.mi, Vi segnalo che grazie alla preziosa documentazione rinvenuta presso l'Ufficio Storico della Marina Militare ed ad alcune precisazioni di Com/ti di questo meraviglioso Gruppo, è stato possibile ricostruire gli ultimi istanti dell'affondamento della Motonave Paganini il 28 giugno 1940 a poche miglia dal porto di Durazzo, descritti oggi sul numero di dicembre di MondoSommerso. png image hosting INCENDIO A BORDO DELLA PAGANINI Partita da Bari con oltre mille soldati italiani a bordo, la motonave Paganini affondò davanti alle coste albanesi la mattina del 28 giugno 1940, nella fase preparatoria alla guerra contro la Grecia. Vani furono i tentativi di domare l’incendio e portarla in salvo nel porto di Durazzo. Dopo settant’anni un team di subacquei ha esplorato ed identificato il suo relitto che giace su un fondale di 40 metri. di Cesare Balzi, foto di Mauro Pazzi
  10. Grazie mille De Domenico. Peccato, nel vedere la foto... sono lontano dal mio relitto :( Aggiornamenti dell'ultima ora: 1) ritrovato sul relitto un piatto con scritta sul retro KPM, immagino Konigliche Porzellan Manufaktor di Berlino 2) il cannone in foto a sinistra è un 76/40 Ansaldo, mi sembra che ci potremmo essere con quello sul relitto, tanto per stringere il cerchio Uploaded with ImageShack.us
  11. Per cortesia, qualcuno sa dove posso trovare una fotografia del dragamine D10 ex jugoslavo D2 ex austroungarico Tb36? Grazie.
  12. cesareb

    Mn Kapitan Diederichsen Ex Sebastiano Venier Ii

    Gent.mi Com/ti, sperando di fare cosa gradita Vi segnalo in anteprima il link del trailer video della spedizione Kapitan Diederichsen. http://www.nauticamare.it/tech-diving/kapi...iler-video.html Buona visione.
  13. cesareb

    Mn Kapitan Diederichsen Ex Sebastiano Venier Ii

    Grazie per l'appunto, altre informazioni così precise saranno utili per prossimi articoli che appariranno su riviste specializzate ;)
  14. Il 29 febbraio 1944, la motonave da carico Kapitän Diederichsen ex Sebastiano Venier II, di stazza lorda pari 6.406 tonnellate e lunghezza 130 metri, lasciò il porto di Pola diretta a sud per svolgere l’operazione denominata "Frechdachs", mirata a trasferire dall'Alto Adriatico all'Egeo i rifornimenti per le isole occupate dalla Wehrmacht. Alle 21.44 venne attaccata dai cacciatorpediniere francesi Le Terrible e Le Malin ed il giorno seguente affondò alle 11.45, al largo dell’isola Premuda. Dal 10 al 13 settembre scorso, undici istruttori e subacquei tecnici del Nautica Mare Dive Team di Verona, hanno svolto una spedizione sul relitto della motonave da carico Kapitän Diederichsen, affondata ad una profondità di 66 metri a 16 miglia dall'isola di Premuda in Croazia. Gli obiettivi della spedizione sono stati quelli di identificare il relitto e di documentarne le condizioni attuali. Durante l’impegnativa attività di rilievo, i componenti della spedizione, suddivisi in tre team e dotati di scooter subacquei, hanno svolto immersioni alla profondità massima di 66 metri per un tempo di fondo di circa 40 minuti utilizzando miscele ternarie contenenti elio. Le tecniche adottate e gli equipaggiamenti utilizzati, associati alle ottime condizioni meteo marine in superficie e la buona visibilità sul fondo, hanno consentito di raccogliere numerose immagini sia all’esterno del relitto che al suo interno, che hanno confermato così l’identità del relitto. Lo scafo, infatti, giace oggi rovesciato con la chiglia rivolta verso la superficie, ma con un’inclinazione di circa 30 gradi rispetto al fondale sabbioso che ne consente l’esplorazione al suo interno. In queste condizioni di giacitura sono riconoscibili la prora, l’elica e il timone, lo squarcio prodotto dalle granate sulla fiancata di dritta che ne causò l’affondamento e tutti gli impianti delle mitragliere da 20 mm montate dalla Marina Germanica dopo il 3 gennaio 1944. Hanno partecipato alla spedizione Massimiliano Canossa (capo spedizione e video-operatore), Cesare Balzi (organizzatore e video-operatore), Alessandro Boracina, Alberto Dabalà, Michele Favaron (fotografo), Marta Gandini, Maurizio Maiocchi, Federico Mattiello, Aleksansar Pasic, Luca Perazzolo (fotografo) e Gioele Pesenti. Un ringraziamento particolare al Com/te De Domenico per le utili notizie storiche fornite nei giorni immediatamente precedenti la spedizione.
  15. L'unico testo che ho potuto consultare per un'oretta è questo, ma non ho visto scafi simili a quello del relitto. I colpi sono integri, non si tratta di soli bossoli, per cui non è nostra intenzione rimuoverli. Stavo dando uno sguardo ad immagini di RD, al momento, mi sembra lo scafo che più gli si avvicina. Comunque bella ed avvicente questa ricerca. Grazie. :s20:
×