Jump to content
  • Utenti

    • Totiano

      Totiano 0

      Membro Consiglio Direttivo - MS*
      Joined:
      Last active:
    • Alagi

      Alagi 0

      Tenente di Vascello
      Joined:
      Last active:
    • Odisseo

      Odisseo 0

      Secondo Capo
      Joined:
      Last active:
    • Iscandar

      Iscandar 0

      Capo di 1a classe
      Joined:
      Last active:
    • brin

      brin 0

      Capo di 1a classe
      Joined:
      Last active:
    • Marco U-78 Scirè

      Marco U-78 Scirè 0

      Membro Onorario
      Joined:
      Last active:
    • malaparte

      malaparte 0

      Moderatore Area Tematica - S*
      Joined:
      Last active:
    • lazer_one

      lazer_one 0

      Membro Consiglio Direttivo - MS*
      Joined:
      Last active:
    • malaspina

      malaspina 0

      Moderatore di Sezione - MS*
      Joined:
      Last active:
    • de domenico

      de domenico 0

      Tenente di Vascello
      Joined:
      Last active:
    • danilo43

      danilo43 0

      Tenente di Vascello - MS*
      Joined:
      Last active:
    • Alfabravo 59

      Alfabravo 59 0

      Capo di 1a Classe - MS*
      Joined:
      Last active:
    • serservel

      serservel 0

      Tenente di Vascello - MS*
      Joined:
      Last active:
    • Red

      Red 0

      Capo di 1a Classe - MS*
      Joined:
      Last active:
    • Von Faust

      Von Faust 0

      Moderatore Area Tematica - MS*
      Joined:
      Last active:
    • GM Andrea

      GM Andrea 0

      Membro Consiglio Direttivo - MS*
      Joined:
      Last active:
    • Lefa

      Lefa 0

      Capo di 1a classe
      Joined:
      Last active:
    • old_fly37

      old_fly37 0

      Membro Onorario
      Joined:
      Last active:
    • marat

      marat 0

      Capo di 1a classe
      Joined:
      Last active:
    • Massimiliano Naressi

      Massimiliano Naressi 0

      Sottocapo - S *
      Joined:
      Last active:
    • R.Hunter

      R.Hunter 0

      Membro Onorario
      Joined:
      Last active:
    • Charlie Bravo

      Charlie Bravo 0

      Capo di 1a classe
      Joined:
      Last active:
    • sertore

      sertore 0

      Tenente di Vascello - MS*
      Joined:
      Last active:
    • canarb

      canarb 0

      Sottotenente di Vascello
      Joined:
      Last active:
    • Keltos

      Keltos 0

      Sottotenente di Vascello
      Joined:
      Last active:
    • pugio

      pugio 0

      Capo di 1a classe
      Joined:
      Last active:
    • Djmitri

      Djmitri 0

      Moderatore di Sezione
      Joined:
      Last active:
    • Drakken

      Drakken 0

      Moderatore di Sezione - MS*
      Joined:
      Last active:
    • Bubbe

      Bubbe 0

      Capo di 1a classe
      Joined:
      Last active:
    • Regia Marina

      Regia Marina 0

      Sottocapo - MS *
      Joined:
      Last active:
    • Navy60

      Navy60 0

      Capo di 1a Classe - S*
      Joined:
      Last active:

Totiano

Membro Consiglio Direttivo - MS*
  • Content Count

    22,095
  • Joined

  • Last visited

Posts posted by Totiano


  1. Il contratto Fincantieri - l’OCCAR (l’Organizzazione internazionale di cooperazione per gli armamenti che si occupa di questo appalti per le marine europee)  avvia il programma per la costruzione dei primi 2 nuovi battelli (su un totale di 4)  per la Marina Militare U-212 NFS. Il valore del contratto per i primi 2 battelli, compreso il supporto logistico, è di 1,35 miliardi di euro.

    La rivoluzione dei U-212 NFS, rispetto agli U-212A da cui derivano, riporta l’Italia alla produzione sovrana di sottomarini; questo significa anche che questi potranno essere esportati. Il volume delle apparecchiature made in Italy è cresciuto notevolmente nel suo complesso e questo fa ben sperare; vedremo quanto di italiano sarà installato. Le consegne dei primi 2 battelli sono previste nel 2027 e 2029.

     


  2.  

    L'intervento di Cernuschi, che ricordo era stato bandito dal forum per le eccessive flame (innescate ma anche subite) circa un decennio fa, per quanto OT poteva anche essere un punto di vista su cui fare dei ragionamenti, e lo dico a prescindere dall'essere o meno d'accordo su quanto afferma. Quest'ultimo punto proprio non ci sta, vero e proprio innesco di flame per non parlare dell'autopromozione.

    11 hours ago, GM Andrea said:

     

    Mi permetto, ancora una volta, di rimandare al mio “Marinai e spie” pubblicato sulla Rivista Marittima maggio 2012. Il pezzo in parola, disponibile anche on line (https://documenti.site/document/cernuschi-marinai-e-spie.html) ha provocato (e provoca, a quanto pare, ancora oggi) diversi travasi di bile nell’ambito di una certo, piccolo gruppo (altri direbbero gruppuscolo) di nostalgici, tanto da aver spinto qualcuno a prendersi la briga di scrivere persino delle lettere (tutte rigorosamente anonime) di protesta. Purtroppo l’ambiente, già non proprio sereno né felice, del piccolo mondo della storia navale italiana è, ultimamente, piuttosto peggiorato.

     

    Vi invito a non polemizzare.


  3. 21 hours ago, LColombo said:

     

    Non era un singolo ufficiale ma vari ammiragli tacciati di tradimento, nell'immediato dopoguerra (ma ancora oggi), di tradimento dai vari neo e post fascisti in cerca di capri espiatori per la sconfitta in guerra. Bruno Brivonesi (per la sua condotta oggettivamente mediocre nella "difesa" del convoglio Duisburg), Priamo Leonardi (per la caduta di Augusta), Gino Pavesi (per quella di Pantelleria), Alberto Lais, ma più in generale Supermarina nel suo insieme. Penna più nota di questa corrente fu Antonino Trizzino col suo Navi e poltrone

    Lascerei perdere  la campagna denigratoria di Trizzino coi suoi libri (tranne il primo, forse), non dovrebbe far parte del bagaglio culturale di chi la storia la segue attentamente, come spero possa essere considerato il frequentatore medio di questo forum. Lasciamolo all'uomo della strada che puo permettersi di rimanere in "superficie".

     

    Da persona con le stellette sono invece contento dei commenti, devo confessarlo. Sapere nel forum  ci sono persone che non fanno di tutta l'erba un fascio, che si rendono conto dei sacrifici che fanno i marinai - soprattutto in questo periodo - dove hanno assicurato tutte le missioni con il pensiero alle famiglie ma senza che emergesse alcun problema, o il personale a terra che assicura tutta la logistica per le navi, il personale medico con i posti vaccinali fissi e mobili al servizio della popolazione, gli istituti di formazione che hanno tutti portati a termine i loro iter formativi (la maggioranza in presenza) in presenza, è motivo di orgoglio.

     

    Toccando un ultimo tasto, questa è la prima volta che i media danno un risalto cosi elevato ad un evento di spionaggio  e la frase di Magico

    Quote

    Una mossa del nostro controspionaggio molto eclatante...di solito queste cose sono sempre trattate con molta riservatezza per vari motivi...che si voglia lanciare un messaggio alla Russia che non sia solo quello relativo alla compravendita di informazioni segrete? 

    no credo sia cosi campata in aria...


  4. E' su tutti i giornali: un ufficiale della Marina Militare, per la precisione un capitano di fregata, avrebbe ceduto documenti riservati a personale dell'ambasciata russa. Arrestato l'ufficiale e 2 membri dell'ambasciata espulsi, sembra di essere tornati indietro di 40 anni!

    Evitate polemiche o flame, per favore, ma ritengo dovremmo parlarne. Vogliamo cominciare dal prezzo della compravendita? 5.000 per tradire il proprio paese mi sembrano davvero pochi, forse era sotto ricatto?

    Comunque complimenti all'AISE, il nostro controspionaggio, per aver bloccato questo traffico.


  5. Un po infarcito di propaganda, ma serve anche a questo… sembra che 3 battelli russi siano emersi contemporaneamente nell'artico a distanza di poche centinaia di metri, Ecco uni dei tanti articoli sul web con relativo video   https://www.thedrive.com/the-war-zone/39953/three-russian-ballistic-missile-submarines-just-surfaced-through-the-arctic-ice-together

     

     

    200/300 metri sono davvero pochi, anche in presenza di sonar antimine e sensori per il ghiaccio. Questo a parte direi che è una esercitazione un po più complessa e il tutto per far presente al mondo che l'Artico è il giardino di casa della Russia 


  6. E' scomparso stanotte l'ammiraglio Giuseppe Arena, decano dei sommergibilisti e grande grande amico della nostra base.

    Assieme all'ammiraglio Ranieri forgiava il cuore e l'anima dei futuri sommergibilisti al gravoso compito che li attendeva. La sua passione trasudava da ogni parola e innalzava i valori di chiunque fosse a contatto.

    Ogni volta che Betasom si è presentata a Taranto lui era li ad accoglierci con il suo sorriso e i suoi aneddoti, orgoglioso come solo un buon padre sa essere di quella sala dei cimeli e degli immensi valori culturali che ancora oggi custodisce. 

    Il mondo, non solo quello sommergibilistico, oggi è nuovamente orfano. Possiamo forse solo rallegrarci del fatto che si è ricongiunto all'amata moglie e all'amico fraterno con cui ha condiviso la piu grande passione ovvero l'amm Ranieri.

    Personalmente perdo un "padre" e l'ultimo punto di riferimento di quell'amore per i battelli che hanno saputo "inocularmi"

    E' stato un onore conoscerlo e un privilegio poterlo presentare alla comunità di Betasom.

    arena.jpg

    Questo è il modo migliore per ricordarlo, nella sua sala dei cimeli a illustrarci la storia dei sommergibilisti.


  7. 1 hour ago, fanghino said:

    .... ed è subito 1940!

    Anche 1980, volendo. L'unica cosa che cambia sono le bombe di profondità che in quel periodo erano progressivamente sostituite dai siluri. Ma in fin dei conti gli RBU esistevano ancora, per cui perchè no?

    Tra l'altro l'effetto del suono di una bomba di profondità, specie nella penombra, è molto... suggestivo! L'ho provato a bordo del sommergibile museo Alliance a Gosport (UK) 


  8. La motivazione alla base è quella, Fanghino, ma spesso coesistono altre motivazioni. MI viene da pensare che quell'elicottero fosse un po troppo vicino alla Cina, che ha la tecnologia per fare un simile recupero o, quantomeno, ispezionarlo.

     


  9. 11 hours ago, Ocean's One said:

    p.s. Dir, hai visto? Una bella trentina di gradi di bolla? :biggrin:

    (so che sei molto sensibile a questi numeri...)

     

    L'ispirazione è questa e se ha rispettato quanto accadde in quella delfinata furono raggiunti 32/33 gradi

    libro.png


  10. 2.jpg

     

    Sareste in grado di decifrare l'immagine senza quella targhetta? Serve qualcosa di piu, in effetti, per comprendere il grande valore dell'opera di Alessandro Tesio, autore di questa meraviglia

    1.jpgQuesta è la sua sistemazione, a fianco di Toti e Da Vinci in navigazione in superficie ma devo ammettere che la luce non rende assolutamente giustizia, per cui, eccovi qualcosa in più:

    6.jpg

    Il mare da cui sbuca il nasone del Toti ha riflessi che lo fanno sembrare in movimento ma non so se le foto rendano pienamente giustizia al certosino lavoro di Alessandro.

    4.jpg

    Di certo non finisce qui perchè sul fondale si intravede, in controluce, il Delfino dei sommergibilisti, che completa in maniera mirabile l'opera!

    5.jpg

    Non ho parole e forse è più opportuno che ceda all'autore la possibilità di esprimersi. Prima dei ringraziamenti una nota: per la valenza dell'opera ho ritenuto opportuno inserire in quadrato ma, a seconda di come evolvera la discussione potrei trasferirla in modellismo.

     

    Grazie Alessandro, infinitamente grazie. Penso che occuperà un posto di assoluto rilievo appena riprenderemo a fare le mostre sui sommergibili!

    7.jpg


  11. Il procedimento per l'assegnazione di un'onorificenza è molto articolato e credo anche soggetto a valutazioni personali più che oggettive. Non sto parlando di raccomandazioni ma di valutazione dell'evento.

    Credo che anche il punto di partenza, ovvero l'autorità che propone l'onorificenza, sia tenuta in debito conto.

    In conclusione posso immaginare che qualcuno abbia preferito proporlo per il Valor di Marina e nella catena tutti lo hanno giudicato confacente all'azione senza pensare ad altre concessioni dello stesso tipo o maggiori.

    O magari è stato preferito un argento al valor di marina che un bronzo al valor militare... 


  12. Ah, la sana guerra fredda, quando ti ritrovavi un "intruder" o un AGI nei paraggi e si giocava a "rimpiattino" cercando di evitar egli estremi per "riscaldare" il conflitto!

    Scherzi a parte, non mi risulta sia mancata la vigilanza nel Mediterraneo prima del 2015, semmai mancava la "materia prima" da ricercare e inseguire. Stranamente l'articolo non è troppo inesatto, magari incompleto, come quando cita una autonomia di 720km senza emergere: in realtà in quei 720km deve tornare a snorkel ed è un momento oggi molto più delicato di 30 anni fa, con radar e satelliti meno sofisticati.

     

    Però l'articolo suggerisce uno spunto di riflessione interessante: Quando 10/15 anni fa furono impostate le FREMM, la guerra sottomarina segnava il passo e si diede prevalenza alla versione polivalente (o GP - General Purpose) rispetto all'antisom. Dopo la cessione all'Egitto delle ultime due FREMM (Polivalenti) mi sarei aspettato la fornitura di 2 versioni antisom visto l'evolversi del teatro mediterraneo e invece...

     


  13. Il 4 febbraio 2021 il Sc RT Livio Fornaro mi ha scritto una lettera (arrivata oggi) dove, scusandosi per il ritardo, ha risposto alle nostre domande. Dall'alto dei suoi 98 anni ha messo in evidenza tutta la lucidità e freschezza dei suoi ricordi, riportati brevemente nella lettera per motivi di spazio. Lasciai le domande su un foglietto nel corso della visita che feci il 14 giugno 2016 ma non mi soffermerò sui motivi del ritardo, bensi sulla gioia nel ricevere inaspettatamente la lettera!

     

    Queste erano la prima domanda con relativa rispostae:

    - cenni sulla sua carriera militare

    Terminato il corso da radiotelegrafista e piazzatomi al 6° posto su circa 150 allievi ho avuto la possibilità di scelta della destinazione. Tale facoltà era riservata ai primi 10 classificati. Sono andato al Centro Radio di Pola espletando il servizio I.E. (Intercettazioni Estere). Eravamo   nella primavera del 1941. Dopo pochi mesi sono stato trasferito al Comando MArina in Arsenale sempre a Pala frequentando il corso da Idrofonista. In autunno sono stato trasferito al Comando Marina di Genova per essere imbarcato sul dragamine magnetico "Ersilia" con l'incarico di proseguire gli stessi compiti del Centro radio di Pola. Ai primi di Marzo 1942 trasferito alla 1^ squadriglia sommergibili CB a Salerno. Ignoravo l'esistenza di tali mezzi.  

     

    [continua]

×