Jump to content
  • Utenti

    • Totiano

      Totiano 0

      Membro Consiglio Direttivo - MS*
      Joined:
      Last active:
    • Alagi

      Alagi 0

      Membro Onorario In Memoria
      Joined:
      Last active:
    • Iscandar

      Iscandar 0

      Capo di 1a classe
      Joined:
      Last active:
    • Odisseo

      Odisseo 0

      Secondo Capo
      Joined:
      Last active:
    • brin

      brin 0

      Capo di 1a classe
      Joined:
      Last active:
    • Marco U-78 Scirè

      Marco U-78 Scirè 0

      Membro Onorario
      Joined:
      Last active:
    • malaparte

      malaparte 0

      Moderatore Area Tematica - S*
      Joined:
      Last active:
    • danilo43

      danilo43 0

      Tenente di Vascello - MS*
      Joined:
      Last active:
    • malaspina

      malaspina 0

      Moderatore di Sezione - MS*
      Joined:
      Last active:
    • lazer_one

      lazer_one 0

      Membro Consiglio Direttivo - MS*
      Joined:
      Last active:
    • de domenico

      de domenico 0

      Tenente di Vascello
      Joined:
      Last active:
    • Alfabravo 59

      Alfabravo 59 0

      Capo di 1a Classe - MS*
      Joined:
      Last active:
    • Red

      Red 0

      Capo di 1a Classe - MS*
      Joined:
      Last active:
    • Von Faust

      Von Faust 0

      Moderatore Area Tematica - MS*
      Joined:
      Last active:
    • serservel

      serservel 0

      Tenente di Vascello
      Joined:
      Last active:
    • Massimiliano Naressi

      Massimiliano Naressi 0

      Sottocapo - S *
      Joined:
      Last active:
    • GM Andrea

      GM Andrea 0

      Membro Consiglio Direttivo - MS*
      Joined:
      Last active:
    • Lefa

      Lefa 0

      Capo di 1a classe
      Joined:
      Last active:
    • old_fly37

      old_fly37 0

      Membro Onorario
      Joined:
      Last active:
    • marat

      marat 0

      Capo di 1a classe
      Joined:
      Last active:
    • R.Hunter

      R.Hunter 0

      Membro Onorario
      Joined:
      Last active:
    • Charlie Bravo

      Charlie Bravo 0

      Capo di 1a classe
      Joined:
      Last active:
    • sertore

      sertore 0

      Tenente di Vascello
      Joined:
      Last active:
    • canarb

      canarb 0

      Sottotenente di Vascello
      Joined:
      Last active:
    • Keltos

      Keltos 0

      Sottotenente di Vascello
      Joined:
      Last active:
    • pugio

      pugio 0

      Capo di 1a classe
      Joined:
      Last active:
    • Djmitri

      Djmitri 0

      Moderatore di Sezione
      Joined:
      Last active:
    • Drakken

      Drakken 0

      Moderatore di Sezione
      Joined:
      Last active:
    • Bubbe

      Bubbe 0

      Capo di 1a classe
      Joined:
      Last active:
    • Regia Marina

      Regia Marina 0

      Sottocapo - MS *
      Joined:
      Last active:

Totiano

Membro Consiglio Direttivo - MS*
  • Content Count

    23,050
  • Joined

  • Last visited

Everything posted by Totiano

  1. Totiano

    Smg. Delfino (1895)

    Ho le foto che dimostrano che il Glauco è stato costruito sullo scalo in pietra d'Istria dove oggi è il Dandolo mentre le uniche foto che ho alll'interno di questa tesa (che è quella che oggi ospita la Motozattera) riguardano i Nautilus del Bernardis. Davvero molto bella come foto e, forse, quel tenente di vascello in primo piano potrebbe proprio essere il Laurenti...
  2. Totiano

    Smg. Delfino (1895)

    LA CULLA DEL DELFINO Ho sempre pensato che il primo battello fosse stato allestito all'interno di un capannone, lontano da sguardi indiscreti. L'amm Roberto Ranieri ci comunica via Facebook, invece, che potrebbe essere stato il bacino numero 1 tale culla. Avrebbe senso in quanto il bacino è a fianco all'officina congegnatori e all'altro lato vi erano le officine carpentieri e calderai. Vi riporto quanto comunicato:
  3. Totiano

    La Storia Della Base

    Da una recente chiaccherata tra amici nasce questo thread. Dal "cosa è stato proposto" a "quello realizzato" a "dove siamo andati" è stato divertente, per il sottoscritto, ripercorrere la storia di Betasom ricostruendone gli eventi e le realizzazioni. Così, dalla sua nascita nel 2002, Betasom ha cercato di portare avanti i suoi ideali ed i suoi valori: attraverso l'arganizzazione di eventi che spaziano attraverso tutte le sezioni di un forum ormai da tempo affermatosi nel panorama sommergibilistico del web. Eccovi dunque un elenco, aggiornato alla data di questo post, in grado di esprimere l'impegno profuso dalla nostra Base (e sul quale molti di voi potranno dire: Io c'ero): I Raduni: I raduni sono considerati gli eventi di maggior rilievo durante l'anno, in genere si realizza all'inizio dell'anno profondendo le maggiori energie della Base per coinvolgere tutte le sezioni. I Raduno Internazionale - Betasom@BETASOM (Bordeaux 27 Aprile 2013) I Raduno Nazionale - Junio Valerio Borghese (Milano 17 Aprile 2002) II Raduno Nazionale - Salvatore Todaro (Milano 19 Giugno 2002) III Raduno Nazionale - Salvatore Todaro (La Spezia 30 Novembre 2003) IV Raduno Nazionale - Luigi Longanesi Cattani (Taranto 1 ottobre 2004) V Raduno Nazionale - Enrico Dandolo (Venezia 28 Maggio 2005) VI Raduno Nazionale - Luigi Ferraro (Marina di Ravenna 4 febbraio 2005) VII Raduno Nazionale - Amm. Patrelli Campagnano (Taranto 9 settembre 2006) VIII Raduno Nazionale - Emilio Bianchi (Foce Serchio 28 gennaio 2007) IX Raduno Nazionale - Amm. Sandroni (Venezia 20 Maggio 2007) X Raduno Nazionale - Gianfranco Gazzana Priaroggia (Rapallo e Spezia 25/26 gennaio 2008) XI Raduno Nazionale - Salvatore Todaro (Livorno-Grosseto 31/1-1/2 2009) XII Raduno Nazionale - SSK 506 Enrico Toti (Milano 7/2/2009) XIII Raduno Nazionale - "C.A.(GN) Attilio Ranieri (Grottaglie-Taranto 20-21 Maggio 2011) XIV Raduno Nazionale - sommergibile Nazario Sauro (Genova 15/16 ottobre 2011) XV Raduno Nazionale - "MOVM STV Bruno Caleari" (Roma 16/17 giugno 2012) XVI Raduno Nazionale - "MAVM Amm. Elio Sandroni" (Venezia 13 dicembre 2014) XVII Raduno Nazionale -"2°C° sil Attilio GHEZZI" (Taranto 17 e 18 Aprile 2015) XVIII Raduno Nazionale - "MOVM CC Romeo Romei" (Genova/Spezia 2 e 3 Aprile 2017) XIX Raduno Nazionale - "Premuda" (Ancona 9 giugno 2018) XX Raduno Nazionale - "Delfino" (Taranto 18-19 ottobre 2019) XXI Raduno Nazionale "Mario Arillo" (La Spezia 11 novembre 2022) Le Licenze Ufficiali: Come i Raduni sono eventi di rilievo, ma in genere organizzati con un minore impegno e sempre su un singolo giorno. I Licenza Ufficiale - Emilio Bianchi (Andrea Aaken e QM a Cassino) II Licenza Ufficiale - R.Smg Da Vinci (Roma 22 Marzo 2003 per incontrare Intravaia) III Licenza Ufficiale - Bersagliere Enrico Toti (Cremona visita al Toti 19 dicembre 2004) IV Licenza Ufficiale - Nicola Stagi (Milano 13 Agosto 2005) V Licenza Ufficiale - Teseo Tesei (Roma, visita al ministero 8 ottobre 2005) VI Licenza Ufficiale - Alessandria 18/12/1941 (Piccola Caprera 7 Maggio 2006) VII Licenza Ufficiale - Athos Fraternale (Movieland 1 luglio 2006) VIII Licenza Ufficiale - Fausto Sestini (Cherbourg, raduno internazionale dei sommergibilisti, 7-10 settembre 2007) IX Licenza Ufficiale - Olterra (Piccola Caprera 6 Maggio 2007) X Licenza Ufficiale " Nazario Sauro " (Trieste 12 e 18 ottobre 2007) XI Licenza Ufficiale - "Finzi" (Ancona 8 giugno 2008) XII Licenza ufficiale - "c.te Luigi Longanesi Cattani" (Ravenna, 6 ottobre 2008) XIII Licenza Ufficiale - Pola 01/11/1918 (Rapallo 2 novembre 2008) XIV Licenza Ufficiale -"MOVM Leonardo Madoni" (Grosseto 8 dicembre 2008) XV Licenza Ufficiale -"TV Alberto Crepas" (Chiaravalle 26 aprile 2009) XVI Licenza Ufficiale -"SSK 526 Salvatore Todaro" (Chioggia 18 ottobre 2009) XVII Licenza Ufficiale - "Magg. GN Cesare Laurenti" (Muggiano-SP- 10/4/2010) XVIII Licenza Ufficiale - "Comandante Fiorenzo Capriotti" (S. Benedetto del Tronto- 20/6/2010) XIX Licenza Ufficiale - amm. Falangola (Venezia 28 Novembre 2010) XX Licenza ufficiale - MOVM 2° C° Pietro Venuti (in occasione del raduno naz. sommergibilisti a Monfalcone il 19/3/2011) XXI Licenza ufficiale - R. Sommergibile Cappellini (Livorno - 15/12/2012) XXII Licenza uffciale - MOVM CC Enea Picchio (Oleggio - 6/4/2013) XXIII Licenza Ufficiale - Betasom al Galata (Genova - 20/4/2013) XXIV Licenza Ufficiale - Betasom alla conferenza sul 19/12/1941 a Cincnav (Roma - 19/12/2013) XXV Licenza Ufficiale - Betasom alla conferenza sul 19/12/1941 a Cincnav (Roma - 19/12/2014) XXVI Licenza Ufficiale - Betasom alla conferenza sul 19/12/1941 a Cincnav (Roma - 17/12/2015) XXVII Licenza Ufficiale - "Sommergibili in Adriatico" (Treviso - 3-6/01/2016) XXVIII LIcenza Ufficiale - "Sommergibili per AIRETT" (S. Magherita Ligure 19/3 - 25/4/2016) XIX LIcenza Ufficiale - "R. Sommeribile Pullino" (Francavilla la Mare (CH) 24/7/2016) XXX LIcenza Ufficiale - "C° Rocco Scigliano" (Pordenone 6/11/2016) XXXI Licenza Ufficiale - "R.Smg Scirè" (Milano 9/12/2017) XXXII Licenza Ufficiale - "Classis Ravenna" (Ravenna 20-21/10/2018) XXXIII Licenza Ufficiale - "60-160-1600" (Mestre 26/9/2021) XXXIV Licenza Ufficiale - "Teseo Tesei" (Le Grazie 29/04/2023) I Raduni virtuali ed eventi on line: Le necessità in periodo di Corona Virus cambiano anche le modalità di inoltro, nascono cosi gli incontri in teleconferenza. I Incontro Virtuale - "Betabicchierata" (4 aprile 2020) webinar "Delfino 1895" (28 aprile 2020) webinar "I luoghi di Betasom" 1 parte (3 maggio 2020) webinar "I luoghi di Betasom" 2 parte (13 giugno 2020) webinar presentazione libro "Fischia Immersione" (10 dicembre 2020) Franchige Ufficiali: Sono numerosissime le franchigie ufficiali, eventi organizzati non gia dal direttivo ma dal singolo comandante della Base, mediamente per la gioia di incontrarsi. Fa eccezione la franchigia Ligure di Giugno 2009 in cui la Base si è impegnata in prim apersona per la gestione di uno stand promozionale nel corso della settimana del mare a Spezia. Presentazione di Libri e presenza ad eventi "Delfini d'Acciaio" a Venezia (2005) "La Regia Marina in Spagna" ad Ancona (2007) "Salvatore Todaro" ad Ancona (2007) e a Chioggia (2009) "un corpo sul fondo" (2008) e relativo film "Rapidi e Invisibili" (2008") "Odissea di un sommergiblista" (Vicenza 2009) stand alla "settimana della Marineria" (La Spezia 13 giugno 2009) "Vedetta Atlantica" (Genova 15 ottobre 2011) "Vedetta Atlantica" (Milano 3 marzo 2012) alla presenza c.te Rossetto e sig.Ghezzi "Vedetta Atlantica" (Senigallia agosto 2012) "Vedetta Atlantica" (Venezia dicembre 2014) "Vedetta Atlantica" (Treviso gennaio 2016) Cineforum "Neorealismo: una inaspettata nascita dal mare" (Ravenna Aprile 2019) Venezia 60-160-1600 (Mestre 2021) La Difesa della infrastrutture sottomarine (Ravenna novembre 2022) "Fischia Immersione" (Bologna-sede L3 Harris -Dicembre 2022) Tornei: I tornei virtuali sono le fondamenta su cui è nata la Base, questi quelli di maggior rilievo 1 torneo su vs sub a coppie con SH2 2 torneo SH2 1 torneo SH3 1 campagna SH3 1 torneo DW "Delfini d'acciaio" vari tornei internazionali con Stati Uniti, Francia, Polonia Concorso "UNA VIS" Concorso "Tavole di Storia" Concorso "Spalletti Betasom 2010" Concorso "Spalletti del decennale Betasom 2012" Mod Modificare i simulatori di gioco per renderli sempre piu aderenti alla realtà e poter pilotare anche le unità italiane: un sogno che Betasom ha realizzato molte volte! Regia Marina - Alfa Tau Rina Ketty Lili Marlene Lili Marlene reloaded Barracuda Sub ready Regi delfini 2 Betamod Materiale foto/video pubblicato sul web pubblicazioni sul web nel nome del motto della base: "per non dimenticare". Queste le realizzazioni "vedetta Atlantica" Rilascio Filmati della Marina Militare Rilascio filmati sul Toti progetto Super Eroica articoli da Storia Militare di Alagi libri/video pubblicati su cartaceo/DVD Lasciare qualcosa di scritto sulla carta stampata ha un fascino particolare, come lo ha un DVD realizzato ad Hoc, queste le realizzazioni libro "vedetta Atlantica" DVD raduno Taranto DVD 5° anniversario Betasom DVD raduno Spezia/convegno Rapallo DVD campagna Pelosi DVD licenza Chioggia/badiera combattimento al smg Todaro DVD 1° raduno nazionale Sommergibilisti - Monfalcone Marzo 2011 Monografie La volonta di ricordare un particolare personaggio, che non nasce dal fatto di essere eroe ma, semplicemente, dalla volonta di capire la vita dei sommergibilisti Paolo Trentin Athos Fraternale Luigi Longanesi Cattani I Sommergibili d'Italia I gadget di Betasom Come resistere al fascino della Griffe, del distinguersi dalla massa. Betasom non è stata da meno nel realizzare i suoi gadget esclusivi Calendari 2005, 2006, 2007,2008,2009, 2010, 2011, 2012, 2013, 2014, 2015, 2016, 2017, 2018, 2019, 2022, 2021, 2022, 2023 Penne serigrafate Spalletti 2006, 2007, 2008, 2010, 2012 Berretto Patch Adesivo Crest apribottiglie 12 Tavole sommergibili dal 1890 ad oggi Tavola Corazzata Roma 1943 Libro "Vedetta Atlantica" sfondi per PC calendario da tavolo 75° Betasom spilla da bavero chiave USB a forma di Toti riproduzione modellino "Delfino 1895" argentato Sommergibile cantinetta con grappa persoanlizzata Segnalibro in legno personalizzato commemorazioni Commemorare i caduti è un dovere che discende direttamente dagli ideali della Base visita a Paolo Caccia Dominioni (Betasom 2005) corona ai sommergibilisti (Betasom Taranto 2006 e 2011) corona a El Alamein (Baracca 2007) corona a Redipuglia (Argo 2007) corona a Redipuglia (Argo 2008) cuscino a Salvatore Todaro (2009) cuscino a Carlo Fecia di Cossato (2012) cuscino a Salvatore Todaro (2012) cuscino a Enea Picchio (2013) cuscino ai funerali di C° Ghezzi (2014) cuccino ai funerali del c.te Rossetto (2014) Collaborazioni e citazioni le capacità di Betasom sono state riconosciute ben oltre i confini del web U571 a Movieland (2006) musealizzazione smg Sauro a Genova Mostra "sommergibili in Adriatico" (Ancona Giugno 2008, Marina di Ravenna Ottobre 2008, Chioggia Ottobre 2009, Monfalcone Marzo 2011, Treviso gennaio 2016, S.Margherita Ligure Aprile 2016)) Articolo sul Notiziario della Marina (primo raduno a Taranto) libro "il sommergibile Malaspina è rientato a Betasom" di Gianni Bianchi scheda bibliografica su "Plancia Ammiraglio" nel sito dello "studio bibliografico Pera" film "Medusa" di Fredo Valla libro "L'onda gridava forte - Il caso del Nova Scotia e di altro fuoco amico su civili italiani", Valeria Isacchini libro "Athos Fraternale il moschettiere dell'Atlantico", Gianni Bianchi ADNKronos, agenzia del 12 Marzo relativa alla mostra sui sommergibili a Monfalcone Realizzazione sfondi per personal computer da pubblicare sul sito della Marina Militare Collaborazione con la Marina Militare per realizzazione/completamento almanacco navale sul sito della Marina Militare libro "Fughe - Dall'India all'Africa, le rocambolesche evasioni dei prigionieri italiani", Valeria Isacchini Iniziativa per il salvataggio della mitragliera del R.Smg. Scirè a Pistoia, affiancati da Marina Militare e ANMI Articolo su "Prima Pagina" (allegato per Reggio Emilia di La Stampa del 8/1/2013) sulla Biblioteca itinerante Betasom "Delfino" libro Per uno stemma rinnovato della Marina Militare di Michele D' Andrea, , Roma, gennaio 2012 (paragrafo II.3: "Anche il noto araldista Giorgio Aldrighetti sollevò più volte la questione, in epoca più recente, sulla quale si è sviluppata un' interessante discussione sul sito www.betasom.it" Collaborazione con casa editrice Hachette per realizzazione "Prinz Eugen" Collaborazione con la ditta Cofi per AIRETT per la realizzazione di un simulatore per sommergibili Contributo in denaro alla Croce Rossa per il sisma Centro Italia 2015 libro "Costantino Borsini" di M. Naressi (2016) Contributo in denaro alla Croce Rossa per pandemia COVID 19 (2020) libro "Caterina Costa - la nave dei misteri" di M.Liguori Modellismo Forse uno dei modi piu belli e interessanti di rimanere a contatto con la storia e di promuoverne la memoria e gli eventi premio modellismo "Betasom Forum" (1^ ed. Monfalcone 2007, 2^ ed. Chiaravalle 2009, 3^ ed. S.Benedetto Tronto 2010, 4^ ed. Monfalcone 2011 ) costruzione diorama interattivo "Augusta 1941" pannello con modellino e animazione evoluzione sommergibile Delfino Simulatore timoneria classe Toti IL simulatore è una riproduzione funzionante in scala 1:1 della timoneria e impianti di piattaforma di battelli classe Toti, realizzata dai cti Ocean's_one e The Aviator Evento "Venezia 60-160-1600" (sett 2021) Nautico "N.Baldini" Ravenna (nov 2021-mag 2022) Evento "Fischia Immersione" L3 Harris Calzoni Bologna (dic 2022) Nautico "N.Baldini" Ravenna (dic 2022-mag 2023) Nautico "N.Baldini" Ravenna (nov 2023-in corso)
  4. Totiano

    La Storia Della Base

    aggiunto, grazie Massimiliano!
  5. Totiano

    La Storia Della Base

    Certo! MI aiuto a ricordare quando è stato realizzato?
  6. Totiano

    Classe Glauco (1903)

    Con ragionevole certezza posso dire che sono a Brindisi in entrambe le foto. La seconda mi fa pensare che la foto sia prima dello scoppio, quando i battelli che facevo esercitazione erano obbligati a portare quella bandierina sul periscopio. Nel 1911 (se ben ricordo) ci fu una grande esercitazione nel golfo di Taranto….
  7. Totiano

    10 agosto 1942 affondamento dello Scirè

    Per il momento accontentati, Fabrizio. Le fonti sono affidabili ma se le dichiarasse poi dovrebbe ucciderti...
  8. Totiano

    10 agosto 1942 affondamento dello Scirè

    Interessante. Potrebbero esserci molte motivazioni a riguardo, compreso il dichiarare quale unità era nei pressi di Haifa. Adesso non farti pregare, però...
  9. Totiano

    Smg. Balilla (1913)

    In attesa di recuperare le foto perse, Alessandro Burla ci dona queste dal suo archivio
  10. Sommergibili classe " 600 " serie Perla da "I sommergibili italiani" di Paolo M. Pollina - USMM - 1963, per g.c. Sergio Mariotti Caratteristiche generali della classe "600" serie "Perla": Tipo: Sommergibile di piccola crociera Dislocamento: - in superficie: 695,00 t (piccole differenze nel tonnellaggio fra le unità costruite da cantieri diversi) - in immersione: 855,00 t Dimensioni: - Lunghezza: 60,20 m - Larghezza: 6,45 m - Immersione: 4,70 m Apparato motore superficie: 2 motori Diesel FIAT (per i sommergibili Perla, Gemma, Berillo, Onice, Iride, MM.TT. della CRDA per Diaspro, Turchese e Corallo mentre MM.TT. Tosi per Ambra e Malachite), 2 eliche - Potenza: 1.400 cv - Velocita max. in superficie: 14,0 nodi (lievi variazioni in velocità ed autonomia fra i sommergibili dotati di motori diversi) - Autonomia in superficie: 2.500 miglia a 12 nodi - 5.200 miglia a 8,0 nodi Apparato motore immersione: 2 motori elettrici di propulsione CRDA (per i sommergibili Perla, Gemma, Berillo, Onice, Iride, Diaspro, Turchese, e Corallo mentre MEP Marelli per Ambra e Malachite) - Potenza: 800 cv - Velocita max: 7,5 nodi - Autonomia in immersione: 7 miglia a 7,5 nodi - 74 miglia a 4 nodi Armamento: - 4 tls AV da 533 mm, 4 siluri da 533 mm - 2 tls AD da 533 mm, 2 siluri da 533 mm - 1 cannone da 100/47 mm - 2 mitragliatrici 13.2 singole Equipaggio: 4 ufficiali, 40 tra sottufficiali e marinai Profondità di collaudo: 80 m Unità della classe "600" serie "Perla": Regio sommergibile PERLA Cantiere: C.R.D.A., Monfalcone Impostazione: 31.08.1935, Varo: 03.05.1936, Consegna: 08.07.1936, Catturato: 9 luglio 1942, Radiazione: 18.10.1946 Regio sommergibile GEMMA Cantiere: C.R.D.A., Monfalcone Impostazione: 07.09.1935, Varo: 21.05.1936, Consegna: 08.07.1936, Affondato: 8 ottobre 1940, Radiazione: 18.10.1946 Regio sommergibile BERILLO Cantiere: C.R.D.A., Monfalcone Impostazione: 14.09.1935, Varo: 14.06.1936, Consegna: 05.08.1936, Affondato: 2 ottobre 1940, Radiazione: 18.10.1946 Regio sommergibile DIASPRO Cantiere: C.R.D.A., Monfalcone Impostazione: 29.09.1935, Varo: 05.07.1936, Consegna: 22.08.1936, Radiazione: 01.02.1946 Regio sommergibile TURCHESE Cantiere: C.R.D.A., Monfalcone Impostazione: 28.09.1935, Varo: 19.07.1936, Consegna: 21.09.1936, Radiazione: 01.02.1946 Regio sommergibile CORALLO Cantiere: C.R.D.A., Monfalcone Impostazione: 01.10.1935, Varo: 02.08.1936, Consegna: 26.09.1936, Affondato: ?? dicembre 1942, Radiazione: 18.10.1946 Regio sommergibile AMBRA Cantiere: O.T.O. - La Spezia Impostazione: 28.08.1935, Varo: 28.05.1936, Consegna: 04.08.1936, Affondato: 9 settembre 1943, Radiazione: 27.02.1947 Regio sommergibile ONICE Cantiere: O.T.O. - La Spezia Impostazione: 27.08.1935, Varo: 15.06.1936, Consegna: 01.09.1936, Radiazione: 18.10.1946 Regio sommergibile IRIDE Cantiere: O.T.O. - La Spezia Impostazione: 03.09.1935, Varo: 30.07.1936, Consegna: 06.11.1936, Affondato: 22 agosto 1940, Radiazione: 18.10.1946 Regio sommergibile MALACHITE Cantiere: O.T.O. - La Spezia Impostazione: 31.08.1935, Varo: 15.07.1936, Consegna: 06.11.1936, Affondato: 9 settembre 1943, Radiazione: 18.10.1946 link a L'amm. Sandroni descrive il periplo dell'Africa effettuato dal smg Perla elaborazione in 3D del Perla al LINK Generalità di classe I "Perla" rappresentarono, all'atto pratico una ripetizione della serie "Sirena"; le modifiche ad essi apportate rispetto alle unità della serie precedente consistettero in un ingrandimento della falsa torre nella parte superiore; nell'istallazione di motori di tipo più moderno e nell'impianto di un radiogoniometro manovrabile dall'interno dello scafo. Le migliorie apportate e la sistemazione delle nuove apparecchiature di condizionamento d'aria implicarono un leggero aumento del dislocamento nei confronti dei "Sirena"; l'aumento della dotazione di combustibile fece inoltre aumentare l'autonomia di queste unità rispetto alla serie precedente. L'Iride e l'Ambra, rispettivamente nel 1940 e nel 1942, effettuarono importanti lavori di adattamento per il trasporto di mezzi d'assalto; leggermente diverse furono le modifiche ad essi apportate, ma in ambo i casi i cassoni per i "maiali" (o SLC, Siluri a lenta corsa) furono sistemati immediatamente a proravia e poppavia della torretta, il cannone venne sbarcato e la torretta resa più adatta allo speciale impiego delle unità. La serie confermò in pieno le ottime qualità della classe "600" anche in climi tropicali ed eccezionale fu la prestazione fornita dal Perla che, all'evacuazione dell'A.O.I., riuscì a circumnavigare felicemente l'Africa e a raggiungere la base italiana atlantica di Bordeaux a similitudine di altre unità di tipo oceanico Attività di classe Le unità, una volta pronte, andarono a completare le squadriglie di sommergibili da "600" dei gruppi di La Spezia (12^' e 13^) e di Messina (34^ e 35^) ed iniziarono la loro attività addestrativa sia con esercitazioni in acque metropolitane sia con crociere di resistenza prevalentemente nel Dodecaneso e, in misura minore, lungo il litorale dell'Africa Settentrionale Italiana. Queste crociere ebbero inizio subito dopo l'addestramento iniziale delle unità e pertanto dalla fine del 1936 a tutto il 1937 si svolsero a ritmo serrato. Durante la guerra di Spagna sette unità della serie compirono dieci missioni speciali con una permanenza in mare di 120 giorni complessivi; Iride e Onice furono inoltre ceduti in prestito per circa tre mesi alla Marina Spagnola ed operarono in modo autonomo. Perla e Gemma, nel 1938 furono inviati in Mar Rosso e rimpatriarono l'anno successivo sostituiti da Onice, Berillo e Iride che a loro volta rientrarono nelle acque metropolitane prima dello scoppio del secondo conflitto mondiale. L'Ambra e il Malachite fra il 1938 cd il 1940 furono per lunghi periodi dislocati fuori delle sedi metropolitane sostando prevalentemente a Tobruch. Allo scoppio delle ostilità quattro unità si trovavano dislocate a La Spezia, tre a Cagliari, due ad Augusta ed una, il Perla, a Massaua ove era tornato dopo i lavori effettuati in Italia. L'attività bellica di questi battelli ebbe inizio con agguati offensivi, come per le altre unità subacquee in Mediterraneo, con partenza prevalentemente da Cagliari, Augusta e Messina.
  11. Totiano

    10 agosto 1942 affondamento dello Scirè

    Un battello e un equipaggio che hanno scritto la storia e sono ancora oggi oggetto di studio nelle maggiori accademie. Grazie per avere ricordato i nostri eroi!
  12. Totiano

    Classe 600 Serie Platino (1940)

    ci sta lavorando, con somma pazienza, il bravissimo Magico 8/88. ma ci vuole tempo e non tutte sono recuperabili...
  13. Totiano

    La Bilbioteca Betasom "delfino"

    Esattamente, Bracc-one, tra quei nomi c'è anche il nostro UCCIO, poco attivo ma molto presente
  14. Totiano

    La Bilbioteca Betasom "delfino"

    AGGIORNAMENTI SULLA BIBLIOTECA BETASOM "DELFINO" Sono inoltre felice di comunicarvi che la biblioteca annovera l'acquisizione di un nuovo interessantissimo volume, o meglio, della prima parte di esso: SOMMERGIBILI E SOTTOMARINI ITALIANI 1945-2016 di Michele Cosentino - Serie Storia Militare Dossier A Gennaio attendiamo la 2° e ultima parte
  15. Totiano

    La Bilbioteca Betasom "delfino"

    AGGIORNAMENTI SULLA BIBLIOTECA BETASOM "DELFINO" La Biblioteca è stata trasferita a Ravenna e, in attesa di accodi con le autorità locali (ANMI probabilmente) i libi sono temporaneamente depositati presso la casa dello scrivente. Sono inoltre felice di comunicarvi che la biblioteca annovera l'acquisizione di un nuovo piccolo, ma interessantissimo fondo! In attesa di inserirli nell'elenco eccovi i titoli: British Guided Missile Destroyers di Edward Hampshire - Ed.Osprey American Secret Projects di Tony Buttler e Alan Griffith - ed.Crecy La Marine Francaise 1939-1940 di Michel Bertrand - ed. du Portail Jane's fighting Ships 1956-57 - ed.Jane's fighting ships publishing British&German Battlecruiser di M. Cosentino e R.Stanglini - ed Seaforth
  16. Totiano

    Smg. Argonauta (1913)

    Aggiungo una foto di Antonello LOI, dalla pagina FB di Betasom
  17. Sommergibili classe " Tritone " 2^ serie da "I sommergibili italiani" di Paolo M. Pollina - USMM - 1963, per g.c. Sergio Mariotti Caratteristiche generali della classe " Tritone " 2^ serie : Tipo: Sommergibile piccola crociera Dislocamento: - in superficie: 928,00 t - in immersione: 1131,00 t Dimensioni: - Lunghezza: 64,19 m - Larghezza: 6,98 m - Immersione: 4,87 m Apparato motore superficie: principale 2 motori diesel FIAT, 2 eliche - Potenza: 2.400 cv - Velocita max. in superficie: 16,0 nodi - Autonomia in superficie: 2.000 miglia a 16 nodi - 5.400 miglia a 8,0 nodi Apparato motore immersione: 2 motori elettrici di propulsione CRDA - Potenza: 800 cv - Velocita max: 8,0 nodi - Autonomia in immersione: 7 miglia a 8,0 nodi - 80,0 miglia a 4,0 nodi Armamento: - 4 tls AV da 533 mm, 8 siluri da 533 mm - 2 tls AD da 533 mm, 4 siluri da 533 mm - 1 cannone da 100/47 mm - 2 cannoni a.a. da 20/65 mm su affusti a scomparsa Equipaggio: 5 ufficiali, 44 tra sottufficiali e marinai Profondità di collaudo: 130 m Unità della classe " Tritone " 2^ serie : Regio sommergibile BARIO (poi tedesco U.IT. 7 e italiano Pietro CALVI) Cantiere: C.R.D.A., Monfalcone Impostazione: 20.03.1943, Varato: 23.01.1944, completato dopo la guerra come Pietro CALVI Regio sommergibile LITIO (poi tedesco U.IT. 8) Cantiere: C.R.D.A., Monfalcone Impostazione: 31.03.1943, Varato: 19.02.1944, non completato Regio sommergibile SODIO (poi tedesco U.IT. 9) Cantiere: C.R.D.A., Monfalcone Impostazione: 03.05.1943, Varato: 16.03.1944, non completato Regio sommergibile POTASSIO (poi tedesco U.IT. 10) Cantiere: C.R.D.A., Monfalcone Impostazione: 03.05.1943, non completato Regio sommergibile RAME (poi tedesco U.IT. 11) Cantiere: C.R.D.A., Monfalcone Impostazione: 02.06.1943, non completato Regio sommergibile FERRO (poi tedesco U.IT. 12) Cantiere: C.R.D.A., Monfalcone Impostazione: 02.06.1943, non completato Regio sommergibile PIOMBO (poi tedesco U.IT. 13) Cantiere: C.R.D.A., Monfalcone Impostazione: 02.08.1943, non completato Regio sommergibile ZINCO (poi tedesco U.IT. 14) Cantiere: C.R.D.A., Monfalcone Impostazione: 02.08.1943, non completato Regio sommergibile CROMO Cantiere: C.R.D.A., Monfalcone Impostazione: 01.09.1943, non completato Regio sommergibile OTTONE Cantiere: C.R.D.A., Monfalcone Impostazione: non impostato Regio sommergibile CADMIO Cantiere: C.R.D.A., Monfalcone Impostazione: non impostato Regio sommergibile VANADIO Cantiere: C.R.D.A., Monfalcone Impostazione: non impostato Regio sommergibile IRIDIO Cantiere: C.R.D.A., Monfalcone Impostazione: non impostato Regio sommergibile RUTENIO Cantiere: C.R.D.A., Monfalcone Impostazione: non impostato Regio sommergibile ORO Cantiere: C.R.D.A., Monfalcone Impostazione: non impostato Regio sommergibile ALLUMINIO Cantiere: O.T.O., La Spezia Impostazione: 09.12.1942, non completato Regio sommergibile ANTIMONIO Cantiere: O.T.O., La Spezia Impostazione: 09.12.1942, non completato Regio sommergibile FOSFORO Cantiere: O.T.O., La Spezia Impostazione: 09.12.1942, non completato Regio sommergibile MANGANESE Cantiere: O.T.O., La Spezia Impostazione: 09.12.1942, non completato Regio sommergibile ZOLFO Cantiere: O.T.O., La Spezia Impostazione: 09.12.1942, non completato Regio sommergibile SILICIO Cantiere: O.T.O., La Spezia Impostazione: 09.12.1942, non completato Regio sommergibile MAGNESIO Cantiere: Tosi, Taranto Impostazione: non impostato Regio sommergibile MERCURIO Cantiere: Tosi, Taranto Impostazione: non impostato Regio sommergibile AMIANTO Cantiere: Tosi, Taranto Impostazione: non impostato Generalità di classe Nota come "Tritone migliorato", questa serie aveva dimensioni leggermente maggiori rispetto alla precedente mantenendo pressoché inalterate tutte le altre caratteristiche. Nessuno dei battelli fu ultimato prima del 8 settembre e, catturati dai tedeschi, furono iscritti nel naviglio germanico e ne fu tentata l'ultimazione senza successo. Al termine del conflitto vennero tutti demoliti tranne il Bario, che fu sottoposto a modifiche radicali perdendo, di fatto, quelle che contraddistinguevano la classe "Tritone" e assumendo il nuovo nome di Pietro Calvi. Per altre informazioni e dettagli sulla costruzione consultare il LINK alla classe " Tritone " 1^ serie.
  18. Totiano

    Smg. Delfino (1895)

    penso, perchè non sono mai riuscito ad avere dettagli, che il "palo" fosse il nuovo periscopio in sostituzione del precedente sistema. La piattaforma serviva, invece, ad accedere al vecchio portello, quello della versione iniziale, che non è stato eliminato
  19. Totiano

    Smg. Delfino (1895)

    alcune singolari foto da FB (pubblicate da Giuseppe Porciani) scattate in Arsenale a Venezia a bordo del Delfino quest'ultima non è relativa al Delfino, però è comunque interessantissima
  20. Sommergibili classe " 600 " serie "Adua" (o anche "Africani") Caratteristiche generali della classe "600" serie "Adua" (o anche "Africani"): Tipo: Sommergibile di piccola crociera Dislocamento: - in superficie: 697,25 t (piccole differenze nel tonnellaggio fra le unità costruite da cantieri diversi) - in immersione: 856,40 t Dimensioni: - Lunghezza: 60,18 m - Larghezza: 6,45 m - Immersione: 4,70 m Apparato motore superficie: 2 motori Diesel FIAT (per i sommergibili Macallé, Gondar, Neghelli, Ascianghi, Sciré, Durbo, Tembien, Lafolé, Beilul, MM.TT. della CRDA per Adua, Axum, Aradam, e Alagi mentre MM.TT. Tosi per Dagabur, Dessié, Uarshiek, e Uebi Scebeli), 2 eliche - Potenza: 1.400 cv - Velocita max. in superficie: 14,0 nodi (lievi variazioni in velocità ed autonomia fra i sommergibili dotati di motori diversi) - Autonomia in superficie: 2.200 miglia a 14 nodi - 3.180 miglia a 10,5 nodi Apparato motore immersione: 2 motori elettrici di propulsione CRDA (per i sommergibili Adua, Axum, Aradam, e Alagi mentre MEP Marelli per tutti gli altri) - Potenza: 800 cv - Velocita max: 7,5 nodi - Autonomia in immersione: 7 miglia a 7,5 nodi - 74 miglia a 4 nodi Armamento: - 4 tls AV da 533 mm, 4 siluri da 533 mm - 2 tls AD da 533 mm, 2 siluri da 533 mm - 1 cannone da 100/47 mm - 2 mitragliatrici 13.2 singole Equipaggio: 4 ufficiali, 40 tra sottufficiali e marinai Profondità di collaudo: 80 m da "I sommergibili classe 600 serie ADUA" di A. Turrini - RID marzo 1986 Unità della classe "600" serie "Adua" (o "Africani"): Regio sommergibile ADUA Cantiere: C.R.D.A., Monfalcone Impostazione: 01.02.1936, Varo: 13.09.1936, Consegna: 14.11.1936, Affondato: 30 settembre 1941, Radiazione: 18.10.1946 Regio sommergibile AXUM Cantiere: C.R.D.A., Monfalcone Impostazione: 08.02.1936, Varo: 27.09.1936, Consegna: 02.12.1936, Affondato: 28 dicembre 1943, Radiazione: 18.10.1946 Regio sommergibile ARADAM Cantiere: C.R.D.A., Monfalcone Impostazione: 14.02.1936, Varo: 18.10.1936, Consegna: 16.01.1937, Affondato: 9 settembre 1943, Radiazione: 27.02.1947 Regio sommergibile ALAGI Cantiere: C.R.D.A., Monfalcone Impostazione: 19.02.1936, Varo: 15.11.1936, Consegna: 06.03.1937, Radiazione: 01.02.1947 Regio sommergibile MACALLE' Cantiere: O.T.O. - La Spezia Impostazione: 01.03.1936, Varo: 29.10.1936, Consegna: 01.03.1937, Affondato: 15 giugno 1940, Radiazione: 18.10.1946 Regio sommergibile GONDAR Cantiere: O.T.O. - La Spezia Impostazione: 15.01.1937, Varo: 03.10.1937, Consegna: 28.02.1938, Affondato: 30 settembre 1940, Radiazione: 18.10.1946 Regio sommergibile NEGHELLI Cantiere: O.T.O. - La Spezia Impostazione: 25.02.1937, Varo: 07.11.1937, Consegna: 28.02.1938, Affondato: ?? gennaio 1941, Radiazione: 18.10.1946 Regio sommergibile ASCIANGHI Cantiere: O.T.O. - La Spezia Impostazione: 20.01.1937, Varo: 05.12.1937, Consegna: 25.03.1938, Affondato: 23 luglio 1943, Radiazione: 18.10.1946 Regio sommergibile SCIRE' Cantiere: O.T.O. - La Spezia Impostazione: 30.01.1937, Varo: 06.01.1938, Consegna: 25.04.1938, Affondato: 10 agosto 1942, Radiazione: 18.10.1946 Regio sommergibile DURBO Cantiere: O.T.O. - La Spezia Impostazione: 08.03.1937, Varo: 06.03.1938, Consegna: 01.07.1938, Affondato: 18 ottobre 1940, Radiazione: 18.10.1946 Regio sommergibile TEMBIEN Cantiere: O.T.O. - La Spezia Impostazione: 06.02.1937, Varo: 06.02.1938, Consegna: 01.07.1938, Affondato: 2 agosto 1941, Radiazione: 18.10.1946 Regio sommergibile LAFOLE' Cantiere: O.T.O. - La Spezia Impostazione: 30.06.1937, Varo: 10.04.1938, Consegna: 13.08.1938, Affondato: 20 ottobre 1940, Radiazione: 18.10.1946 Regio sommergibile BEILUL Cantiere: O.T.O. - La Spezia Impostazione: 02.07.1937, Varo: 22.05.1938, Consegna: 14.09.1938, Affondato: ?? maggio 1944, Radiazione: 27.02.1947 Regio sommergibile DAGABUR Cantiere: Tosi, Taranto Impostazione: 16.04.1936, Varo: 22.11.1936, Consegna: 09.04.1937, Affondato: 12 agosto 1942, Radiazione: 18.10.1946 Regio sommergibile DESSIE Cantiere: Tosi, Taranto Impostazione: 20.04.1936, Varo: 22.11.1936, Consegna: 14.04.1937, Affondato: 28 novembre 1942, Radiazione: 18.10.1946 Regio sommergibile UARSHIEK (fino al 15.03.1938 UARSCHEIC) Impostazione: 02.12.1936, Varo: 19.09.1937, Consegna: 04.12.1937, Affondato: 15 dicembre 1942, Radiazione: 18.10.1946 Regio sommergibile UEBI SCEBELI Impostazione: 12.01.1937, Varo: 03.10.1937, Consegna: 21.12.1937, Affondato: 29 giugno 1940, Radiazione: 18.10.1946 da "Sommergibili in guerra" di E. Bagnasco e A. Rastelli - 1994 Generalità di classe Questa serie "Africana" fu praticamente una continuazione della serie "Perla"; la sua prima unità, l'Adua, fu infatti consegnata alla Regia Marina pochi giorni dopo il Malachite che fu l'ultimo della serie precedente. Numericamente essa fu la più consistente della classe e la più moderna delle serie dei "600" che presero parte a tutto il secondo conflitto mondiale. In fase di costruzione tre battelli di questa classe l'Ascianghi (Tamoyo) , il Gondar (Timbina) ed il Neghelli (Tupi), vennero ceduti al Brasile, e sostituiti da tre nuove costruzioni che mantennero lo stesso nome. Due unità di questa serie, il Gondar e lo Sciré, nel 1940 effettuarono importanti lavori per essere adattati al trasporto di mezzi di assalto; come per i due battelli della serie precedente le sistemazioni speciali furono lievemente diverse per le due unità, ma sostanzialmente non differirono tra loro. da "I sommergibili italiani" di Paolo M. Pollina - USMM - 1963, per g.c. Sergio Mariotti Attività di classe Man mano che le unità entrarono in servizio costituirono e successivamente potenziarono la 11^ e la 14^ Squadriglia di La Spezia e la 43^ di Taranto; quando tutte le unità raggiunsero le sedi di assegnazione le predette squadriglie risultarono composte rispettivamente di otto, cinque e quattro unità della serie. Anche questi battelli, dopo l'addestramento iniziale, effettuarono crociere di resistenza nel Dodecaneso e lungo le coste dell'Africa Settentrionale Italiana. Durante la guerra di Spagna (1937) cinque delle unità già entrate in servizio compirono sette missioni speciali per una complessiva permanenza in mare di sessanta giorni. Nel corso del 1938-39 le unità cambiarono in gran parte le loro sedi di assegnazione: a La Spezia rimase in un primo tempo una sola squadriglia su quattro unità; quattro unità formarono la 23^ Squadriglia di Napoli, altre cinque furono inviate a Lero; nel 1939 a La Spezia non rimase nessuna unità della serie mentre venne potenziata l'assegnazione a Lero ove furono costituite la 51^ e la 52^ Squadriglia ciascuna su quattro e "Adua"; sempre nel 1939 furono distaccate a Tobruch quattro unità dalle sedi di Napoli e Taranto. Il Macallé nei primi mesi del 1940 fu inviato in Mar Rosso in sostituzione di altro « 600 » che doveva rientrare per lavori. Allo scoppio del secondo conflitto mondiale le dislocazioni delle unità risultarono alquanto diverse dalle precedenti per motivi operativi contingenti; in ciascuna delle basi di La Spezia, Cagliari, Messina e Taranto si trovarono quattro unità. Il locale MM.TT. (Motori Termici) del sommergibile Macallè da, "I sommergibili italiani 1940-1943" di E. Bagnasco e M. Brescia - 2013
  21. Totiano

    Classe Barbarigo (1915)

    @Marcello: grazie della bellissima fotografia! l'ho spostata di discussione perche inerente al 1° Veniero e non al 2°
  22. Totiano

    - Com. Primo Longobardo -

    la più semplice e attendibile è l'Ufficio storico
  23. Totiano

    Classe Pisani (1925)

    dal sito http://piombino-storia.blogspot.it/2011/01/sommergibili-della-classe-vettor-pisani.html alcune foto di interni del Des Geneys La Camera di Manovra, ripresa guardando verso poppa. Visibile il periscopio d'attacco in posizione alzata, in alto il portello stagno che porta alla torretta, i volantini di manovra delle valvole di allagamento dei doppi fondi centrali (sulla paratia stagna), in fondo la porta stagna di accesso al locale Motori Termici. Camera di manovra: è' ben visibile al centro il periscopio di attacco in posizione alzata. Sul lato destro sono in evidenza le due ruote di governo dei timoni orizzontali di prora e di poppa. Sul lato sinistro si notano le tastiere ed i manometri del servizio assetto e compenso. La scaletta verticale di accesso in torretta. Sul fondo si nota la porta stagna di accesso in Camera Macchinari Ausiliari (verso prora). La stessa camera di manovra, animata con sagome a grandezza naturale Locale di poppa, in direzione della prora, di fronte il portello di accesso. D'intorno il Quadro elettrico, alle spalle la camera di lancio di poppa. Siamo sempre nella nella Camera di lancio di poppa. Al centro si notano i fondi mobili dei due lanciasiluri da 533 mm di poppa. Sui lati si notano gli stipetti per gli effetti personali dell'equipaggio che alloggia in questo locale. Il locale è copletamente sgombro perchè la foto è stata ripresa prima dell'imbarco dei siluri. Particolare dei tubi lanciasiluri di poppa La Camera di lancio di prua. Sono visibili i fondi mobili dei 4 tubi lanciasiluri da 533 mm con la classica numerazione, pari a dritta, dispari a sinistra Il Locale Motore termici. Le due ruote dentate in primo piano fanno parte dei meccaniosmi delle valvole di intercettazione a scafo delle condotte di scarico gas combusti dei due motori diesel, che erano del tipo Tosi K6. Al centro in fondo si nota la porta stagna di comunicazione con la Camera lancio poppiera. Locale Motori Termici (sguardo verso prora).I due volantini in primo piano comandano la manovra dei due motori diesel. che erano del tipo Tosi K6 a 4 tempi, sei cilindri che sviluppavano 1350 cv a 380 giri al minuto. Al centro, in fondo si nota la porta stagna di comunicazione con la camera di Manovra. Quadrato Ufficiali, con funzione anche di alloggio. L'arredamento pur nella sua essenzialità appare elegante e funzionale. Notare in alto, semi coperto dalla tenda, l'orologio. Il divano che si vede al centro della foto quì sotto, durante la notte veniva modificato alzando lo schienale, in modo da formare due letti sovrapposti, simi a quelli dei vagoni letto. Locale radio La Cabina Idrofonica:
  24. Totiano

    La Bilbioteca Betasom "delfino"

    LA BIBLIOTECA BETASOM DELFINO HA UNA NUOVA SEDE Ancona è la nuova sede temporanea della biblioteca che, come da "statuto" riportato nel post iniziale, mantiene la sua caratteristica di "itinerante". I volume sono consultabili, ricordo che non possono essere presi a prestito ma solo consultati in loco, presso la sala museale "amm. Guglielmo Marconi", in via Cialdini 1. Nella stessa sede sarà anche possibile consultare i volumi della biblioteca dipartimentale del ex Comando in Capo del Dipartimento MM dell'Adriatico. Per una migliore organizzazione prenotate un appuntamento inviando un pm al Dir Totiano
  25. Sommergibili classe " Ammiragli " da "I sommergibili italiani" di Paolo M. Pollina - USMM - 1963, per g.c. Sergio Mariotti Caratteristiche generali della classe " Ammiragli " : Tipo: Sommergibile Oceanico Dislocamento: - in superficie: 1703,00 t - in immersione: 2164,00 t Dimensioni: - Lunghezza: 87,90 m - Larghezza: 7,76 m - Immersione: 5,86 m Apparato motore superficie: principale 2 motori diesel FIAT, ausiliario 1 motore diesel FIAT, 2 eliche - Potenza: principale 4.370 cv, ausiliario 600 cv - Velocita max. in superficie: principale 16,9 nodi - ausiliario 7,5 nodi - Autonomia in superficie: 10.700 miglia a 12 nodi - 19.500 miglia a 7,5 nodi apparato ausiliario (in sovraccarico) Apparato motore immersione: 2 motori elettrici di propulsione CRDA - Potenza: 1.800 cv - Velocita max: 8,5 nodi - Autonomia in immersione: 10 miglia a 8,5 nodi - 107 miglia a 3,5 nodi Armamento: - 8 tls AV da 450 mm, 22 siluri da 450 mm - 6 tls AD da 450 mm, 16 siluri da 450 mm - 2 cannone da 100/47 mm, 650 proiettili - 4 mitragliatrici da 13,2 mm su affusti binati a scomparsa, 13.200 proiettili Equipaggio: 7 ufficiali, 71 tra sottufficiali e marinai Profondità di collaudo: 105 m Vista laterale dei sommergibili classe "Ammiragli" da "Sommergibili italiani fra le due G.M." di A. Turrini - MariStat/UDAP - 1990, per g.c. Sergio Mariotti Unità della classe " Marcello " : Regio sommergibile Ammiraglio SAINT BON Cantiere: C.R.D.A., Monfalcone Impostazione: 16.09.1939, Varo: 06.06.1940, Consegna: 01.03.1941, Affondato: 5 gennaio 1942, Radiazione: 18.10.1946 Regio sommergibile Ammiraglio CAGNI Cantiere: C.R.D.A., Monfalcone Impostazione: 16.09.1939, Varo: 27.07.1940, Consegna: 01.04.1941, Radiazione: 01.02.1948 Regio sommergibile Ammiraglio MILLO Cantiere: C.R.D.A., Monfalcone Impostazione: 16.10.1939, Varo: 31.08.1940, Consegna: 01.04.1941, Affondato: 14 marzo 1942, Radiazione: 18.10.1946 Regio sommergibile Ammiraglio CARACCIOLO Cantiere: C.R.D.A., Monfalcone Impostazione: 16.10.1939, Varo: 16.10.1940, Consegna: 01.06.1941, Affondato: 11 dicembre 1941, Radiazione: 18.10.1946 Sezione longitudinale dei sommergibili classe "Ammiragli" da "I sommergibili corsari della Regia Marina" di Mario Cecon - RID - 05.1997 Generalità di classe I sommergibili di questa classe furono le unità subacquee, per impiego offensivo, di maggior dislocamento costruite per la Marina Italiana. Il progetto, elaborato dai cantieri di costruzione, riprendeva il tipo di scafo " Bernardis " con doppi fondi centrali resistenti e controcarene esterne. Su queste unità fu quasi raddoppiato il numero dei tubi di lancio ritornando all'adozione dei siluri da 450 mm. ritenuti sufficienti contro bersagli poco o nulla protetti come le navi mercantili; la dotazione completa dei siluri (38 armi) rappresenta tuttora un primato per tutte le Marine, oltre alla possibilità di movimentare le armi da prora a poppa e viceversa. L'autonomia in sovraccarico di questi sommergibili era prevista in 19.500 miglia a circa sette nodi con il motore ausiliario; per quanto tale velocità di progetto non sia stata raggiunta in esercizio (non si superarono i 5,7 nodi), la autonomia risultò comunque molto elevata; sulla diminuzione della velocità di progetto influirono notevolmente le condizioni medie del mare dato che il sommergibile in sovraccarico aveva, alla partenza, solo il 3,87 di riserva di spinta. Per quanto l'esperienza oceanica di questi sommergibili sia stata vissuta solo dal Cagni, i risultati ottenuti da questa unità permettono di affermare che il tipo rappresentò un deciso miglioramento nel settore delle unità subacquee per l'impiego oceanico contro il traffico isolato. La torretta del Cagni fu modificata già in sede di costruzione prima della consegna definitiva alla Marina; in dipendenza delle missioni di trasporto merci cui parteciparono tutte le nostre unità subacquee, furono anche eseguiti piccoli lavori per rendere atte queste unità all'imbarco di carburanti liquidi e materiali vari. Schema della sistemazione delle ferroguide per la movimentazione dei siluri classe "Ammiragli" da "I sommergibili corsari della Regia Marina" di Mario Cecon - RID - 05.1997 Attività di classe I quattro battelli " Ammiragli " furono consegnati alla Marina quando il conflitto era da tempo iniziato e vennero organicamente assegnati al Gruppo Sommergibili di Napoli, sede in cui però non risiedettero mai stabilmente. Trattandosi di prototipi, le prove ed i collaudi successivi alla consegna, nonostante l'urgente necessità di impiego, richiesero parecchi mesi anche perché dopo le consegne si resero necessarie alcune modifiche fra le quali quella della torretta. Tutti questi sommergibili, anziché essere inviati ad operare contro il traffico oceanico, furono subito impiegati per trasporti di benzina e materiali urgentemente necessari nell'Africa Settentrionale data la difficile situazione di quel teatro operativo: la base d'imbarco fu Taranto; i porti di destinazione cambiarono con l'evolvere della situazione in Libia. Vedi anche: LINK Il sommergibile Saint Bon sullo scalo a Monfalcone, da "Sommergibili italiani" di A. Turrini e O.O. Miozzi - USMM - 1999 (via Marcello Risolo) Le due immagini che seguono, mostrano in dettaglio, la calotta di chiusura dello scafo a poppa del sommergibile Caracciolo, dove sono ben visibili i passaggi dei sei lanciasiluri da 450 mm. da "Sommergibili italiani" di A. Turrini e O.O. Miozzi - USMM - 1999 membri di www.betasom.it sotto la torretta del Cagni a Taranto, in occasione del Raduno effettuato nel 2008
×