Jump to content

All Activity

This stream auto-updates     

  1. Today
  2. drakkar

    SSBN project 216 Lafayette Class 1/200

    ... io sono della vecchia guardia.... ma è certo che con la stampa 3d avrai ottimi risultati.. questo senza ombra di dubbio... ciaooo
  3. avio72

    SSBN project 216 Lafayette Class 1/200

    L'autocostruzione oltre alle tecniche tradizionali si avrà della tecnologia con il disegno 3d e la stampa 3d sla di ben 152 componenti nuovi senza contare i missili ed il cartiglio. Tutto già disegnato, attendo giornate più calde con tempo migliore per stampare.
  4. avio72

    SSBN project 216 Lafayette Class 1/200

    All'epoca la Revell usci con il Washington in scala 1/230, la Renwall con il classe Washington in scala 1/200 entrambi con lo spaccato del sottomarino, in particolare rewal con il semiscafo ribaltabile incernierato sul piedistallo. L'uscita i questi modelli suscitarono l'ira dei vertici della US Navy e i dirigenti della Revell non passarono notti tranquille. Mostrare gli interni dei nuovi SSBN nel pieno della guerra fredda rasentava lo spionaggio a favore dei sovietici. Revell si era avvalsa di consulenti che evidentemente erano ben informati. Renwal si giustifico dicendo che si erano basati su ricostruzioni ipoteriche apparse sulle riviste d'epoca tipo Popular Mechanics. La Tanto che nelle istruzioni originali dello Ethan Allen specificano che gli interni sono frutto di fantasia. Renwal inoltre modifico lo stampo del Washington per ricavarne lo Ethan Allen con la tartaruga piu estesa davanti alla torretta rispetto al Washington. Quando la Revell acquisì la Renwal commercializzarono lo Ethan Allen con nuove istruzioni e decal spacciandolo per un classe Lafayette.
  5. drakkar

    SSBN project 216 Lafayette Class 1/200

    bel soggetto.. se non altro modello e scala sono inusuali e quindi di maggior interesse... Non mi ricordavo che Revell, avesse in catalogo un simile nodello.. (ricordo il Washington anche perchè lo avevo con sezione aperta per vedere gli interni..), ma questo è una sorpresa. Tra l'altro poi,fanno la storia dei sottomarini lanciamissili strategici... e questa classe a tal proposito... (gli Ohio erano ancora in fase embrionale)... Sarà sicuramente un bel lavoro di trasformazione e autocostruzione.... complimenti Avio72
  6. avio72

    SSBN project 216 Lafayette Class 1/200

    Gli interventi previsti sul modello riguardano: Nuovo muso più lungo: Nuova coda; Nuova elica a sette pale; Nuova Torretta (tra i 216 e 216A cambia la quota dei timoni di profondità bassi per i 216A a mezza torre); Sistemi di lancio contro misure, introdotti dai 216, derivati dai tubi di lancio dei razzi di segnalazione da 3"; Nuova sezione di lancio completa di portelli; Nuovi missili Polaris A3 in sostituzione dell'A1 non usato sul 216 e 216A. Ma erano in uso solo sui 210/210A assieme ai Polaris A2. Sui 216 sono stati convertiti anche ai sucessivi missili Poseidon, mentre i 216A nascevano già predisposti con la possibilità di essere convertiti successivamente ai Trident C4; Valvole sfiati aria ed acqua delle casse di zavorra e prese; Bitte, portelli, boe di emergenza e sonar; Carena sonar passivo trainato sul fianco destro; Nuove decal; Doveva essere un modello di tutto riposo , poi mi sono fatto prendere la mano. Al momento si trova sezionato, naturalmente non avrà più gli interni in mostra. Alessandro Tesio che ringrazio anche per il supporto, mi ha regalato il semi scafo destro che non aveva usato nel suo modello. Lo userò per fare una sorta di crest da appendere usando le parti di scarto del mio.
  7. E cosi parliamo del mio primo sommergibile. A fine settembre ho voluto togliermi un piccolo sfizio e fare qualcosa di diverso dal mondo aeronautico a cui sono legato. Non volevo fare un U-Boot e purtroppo non trovando un sommergibile italiano mio obbiettivo finale. Ho trovato una soluzione a basso costo da usare come base da elaborare. La scelta è ricaduta su un vecchio modello della mia età della Renwal in scala 1/200 re inscatolato dalla Revell. Il modello riproduce lo SSBN Andrew Jackson sezionato e con gli interni a vista. Il modello acquistato era usato parziamente e malamente assemblato con la ciano acrilica Prima fase delle operazioni é stato smantellare completamente il modello, e sono riuscito a farlo miracolosamente senza fare danni. Seconda fase studio del modello e ricerca documentazione del soggetto da riprodurre. Ricostruendo la storia di questo particolare modello emerge che era una rappresentazione un po verosimile un po di fantasia di un SSBN Classe Ethan Allen evoluzione del precedente stampo del Classe George Washington. Il modello era stato inscatolato e spacciato per un classe Lafayette. Quindi volendo riprodurre il Jackson nel 1972 ho iniziato a frugare in rete tra siti reduci, forum, libri ecc. Tra i vari modellisti la confusione regna sovrana dove informazioni errate si ripetono a mo di copia incolla. Il fatto che fossi a digiuno di questi soggetti mi ha portato ad indagare ed incrociare i dati. Il progetto della classe Washington é indicato con il numero 210 lo Ethan Allen 210A mentre i Lafayette 216 ed i successivi Madison e Franklin 216A che introducono miglioramenti ed esternemente apparentemente simili. Paradossalmente la documentazione ufficiale di questi SSBN della guerra fredda non e facile contrariamente ai loro discendenti ampliamente documentati.
  8. danilo43

    Quizz Foto: Unità Militari

    Come previsto è durata molto poco ! A te il prossimo.
  9. Massimiliano Naressi

    Quizz Foto: Unità Militari

    Allora Cearà.
  10. danilo43

    Quizz Foto: Unità Militari

    Ormai è cosa fatta. Circolavano poche foto del mezzo e la relativa discussione su Betasom risale a 10 anni fa...
  11. Iscandar

    Quiz Foto: Le Altre Forze Armate

    Beh, di questo quanto meno il mock-up l'hanno fatto, a questo punto non posso dare suggerimenti, sarebbe come svelarlo
  12. Iscandar

    Lo strano caso di un cargo italiano ....

    I cubani con le loro conversioni hanno fatto di meglio
  13. Ocean's One

    Lo strano caso di un cargo italiano ....

    Assolutamente d’accordo. Immagino che questa unità mantenga lo scadente apparato motore originale (18-20 nodi? 1 asse?), abbia una struttura ed una compartimentazione interna da unità mercantile, senza standard di sicurezza militari, né abbia un sistema di controllo danni in quanto tale. Lascerei perdere pure la segnatura acustica, mentre la pessima segnatura radar la possiamo chiaramente dedurre dalle forme dello scafo. Sistemi: forse ci hanno “incollato sopra” un po’ di elettronica, ma un sistema integrato di combattimento direi proprio di no. Aggiungiamoci il ponte per l’elicottero non certo nella posizione migliore per lavorare con la nave in moto, mentre non vedo traccia di hangar. Forse a poppavia dell’elicottero vedo una rampa AA binata (o trinata senza il missile centrale, è il Khordad?), che probabilmente è un veicolo AA terrestre appoggiato sul ponte alla bell’e meglio. Con queste premesse, ogni nave può diventare una nave da guerra. La piattaforma non conta nulla e concordo con il Dir che questa minima notizia sia stat gonfiata a livello sensazionalistico per fare un po’ di scalpore. p.s. 150 metri e sole 4000 ton non mi quadra nemmeno: è più snella di una FREMM?
  14. Totiano

    Lo strano caso di un cargo italiano ....

    E' vero che a pensare male si commette peccato ma in genere si indovina, però la mera vendita di un mercantile da un paese all'altro non credo sia ancora un problema e sono sicuro che l'Iran abbia le strutture per fare le trasformazioni necessarie a un mercantile che, anche se definito "enorme" in realtà è poco più grande di una fregata cl.Maestrale e la metà di una fregata tipo FREMM. Insomma mi sembra molto un articolo fatto a titolo sensazionalistico per fare uno scandalo politico. Che pi qualche faccendiere si sia organizzato per bypassare i vari embarghi all'IRAN questo è un'altro discorso...
  15. Totiano

    Quizz Foto: Unità Militari

    Danilo ma sei proprio sicuro di voler postare questa nave su un sito di appassionati si sommergibili che hanno da poco finito di sviscerare la storia del Laurenti?
  16. Yesterday
  17. stecol

    Quiz Foto: Le Altre Forze Armate

    Sembra un Albacore monoplano con qualcosa del Barracuda, scommetterei su un progetto Fairey, ma dubito che abbia mai lasciato i tavoli da disegno.
  18. drakkar

    U-boot type XXVII SEEHUND...

    circa 13 cm quello i 1/72 e circa 30 cm quello in 1/35 diciamo che quello in 35' ti lascia anche più spazio all'invecchiamento e al dettaglio.. quello in 72 di contro, è più facile dioramizzarlo.. si presta di più a questo scopo... ma la cosa è e resta soggettiva ovviamente a me piaceva il modello di sommergibile.. e così finalmente sono riuscito a farli..
  19. Ocean's One

    U-boot type XXVII SEEHUND...

    Bellissimi entrambi. Invecchiati alla perfezione. Complimenti Per info, che dimensioni hanno i due modelli? Il fattore di scala 1:35 ti ha lasciato una buona libertà di curare i dettagli, vedo...
  20. Salve a tutti Comandanti .... volevo mostrare a Voi, due tra le ultime realizzazioni riguardanti il sommergibile tascabile TypeXXVII Seehund tedesco ... è un mezzo che mi ha sempre affascinato, e finalmente sono riuscito a metterne un paio in cantiere e finirli. .. Questo sopra è quello della Revell in 1/72 con la timoneria dei primi esemplari ... Sotto invece quello della Bronco Model's in 1/35 .. con timone intubato .. che caratterizzava la stragrande maggioranza dei tipo XXVII
  21. Ocean's One

    Quiz Foto: Le Altre Forze Armate

    Ti ringrazio per l’encomio. Solo che vorrei riuscire ad abbattere questo velivolo! Il mio Macchi è in coda al Limey da fin troppo tempo, e ancora non riesco ad inquadrarlo. Non è un Barracuda e non è un Supermarine. Alla specifica 24/37 hanno partecipato altri fabbricanti, leggo fino a sei, ma si sa poco e di alcuni non c’è nemmeno il nome del velivolo ma solo la società. Trovi però lo Shorts S-24 (senza foto, purtroppo). Che sia lui? p.s. Ho quasi finito le munizioni delle mie Breda-SAFAT...
  22. Riporto questo articolo pubblicato in https://formiche.net/2020/11/lo-strano-caso-del-cargo-italiano-trasformato-in-nave-da-guerra-iraniana/Lo strano caso del cargo italiano trasformato in nave da guerra iraniana Lo strano caso del cargo italiano trasformato in nave da guerra iraniana Di Gabriele Carrer | 27/11/2020 - Esteri La nave da guerra presentata in pompa magna dal regime di Teheran è in realtà un cargo italiano finito, non si sa come, nel porto iraniano di Bandar Abbas e poi convertito? L’interrogazione del deputato Zennaro (Copasir) Una nave-traghetto costruita dal Cantiere Navale Visentini di Porto Viro (Rovigo) nel 1992 è diventata una nave da guerra dei Pasdaran iraniani? A chiederlo al presidente del Consiglio, al ministro degli Esteri e a quello delle Infrastrutture è Antonio Zennaro, deputato del Misto e membro del Copasir, che ha deposito oggi un’interrogazione a risposta scritta per sapere se “il governo è in grado di confermare che questa nave di fabbricazione italiana effettivamente sia entrata a far parte della Marina militare iraniana”. Inoltre, l’onorevole chiede al governo “di verificare eventualmente se ci siano state operazione di triangolazione commerciale volte ad eseguire attività di elusione delle sanzioni internazionali che vietano questo tipo di compravendite classificate come dual-use”. Nei giorni scorsi, come riportato anche da Sputnik, il Corpo delle Guardie rivoluzionarie islamiche (i Pasdaran) ha svelato un’enorme nave multifunzionale da 150 metri di lunghezza e 4.000 tonnellate in grado di effettuare operazioni di navigazione oceanica. Battezzata Shahid Roudaki, in onore del comandante della Marina dell’Irgc Abdollah Rudaki, si dice che la nuova nave da guerra sia in grado di trasportare elicotteri, droni, imbarcazioni missilistiche ad attacco rapido e una gamma di sistemi missilistici antiaerei, scrive l’edizione italiana del sito di informazione russa. Lo stesso sito sottolinea che un video promozionale diffuso dai media iraniani mostra la nave da guerra che trasporta una varietà di attrezzature, tra cui un sistema missilistico Khordad come quello che ha abbattuto un drone stealth statunitense da 200 milioni di dollari sullo Stretto di Hormuz a metà del 2019. Le dimensioni coincidono e le testimonianze degli esperti (come quella di Jeremy Binnie del sito specializzato Janes) alimentano i sospetti che la Shahid Roudaki sia l’ex cargo Altinia (noto anche come Galaxy F), che sarebbe stata rivenduta lo scorso anno alla Giovanni Visentini Transporti Fluviomarittimi per due milioni di dollari. Com’è arrivata, dopo aver cambiato bandiera (da quella italiana a quella iraniana passando da quella delle Comore e di Panama), fino al porto iraniano di Bandar Abbas? E ancora: chi ha convertito il cargo in nave da guerra prima della presentazione in pompa magna da parte del regime di Teheran? Interrogativi che richiedono risposte e che riaccendono i riflettori sui traffici illegali che passano dall’Italia all’Iran e viceversa. A seguire altro articolo dello stesso Autore https://formiche.net/2020/12/traghetto-porto-bandar-abbas/
  23. danilo43

    Quizz Foto: Unità Militari

    Salpiamo di nuovo in caccia del nuovo bersaglio :
  24. malaspina

    Quizz Foto: Unità Militari

    Scarsa visibilità ... ma lancio eccellente Comandante Danilo43. Bersaglio spezzato in due e affondato in pochi istanti! a te la barra...
  25. danilo43

    Quizz Foto: Unità Militari

    L'avevo incrociato più volte con un beta sfavorevole al lancio, ma prestando maggior attenzione all'insieme dei particolari ho finalmente riconosciuto la sagoma del gunboat Durango della Marina Messicana, costruito in Spagna presso i cantieri Union Naval del Levante, Valenza 1935. Lancio effettuato in condizione di scarsa visibilità, viste le condimeteo locali di forte nevicata in atto
  26. Ci sono anche dei videogiochi!!!
  27. Si, è davvero carino e lo uso già da qualche anno coi miei nipoti per tracciare il percorso di Babbo Natale!
  1. Load more activity
×